Oggi: 28 febbraio 2009 – “Lascio l’auto a piedi” una giornata senza auto


staino_lascio-lauto-a-piediUltima chiamata, oggi 28 febbraio parte il treno di Lascio l’auto a piedi

Temo che ormai siate stati inondati dai miei messaggi e promemoria, per cui a voi la scelta, il treno su cui noi domani saliremo, o il tran tran quotidiano, che a buon guardare potrebbe tranquillamente essere sostituito da un “tram – tram“.

E’ una occasione importante per tutti noi, e per l’ambiente. Dimostriamo che da soli possiamo organizzarci, che da soli riusciamo a determinare cambiamenti… sto andando troppo oltre? Beh, godetevi una bella giornata da respirare a pieni polmoni [continua…]

Da Agoravox la notizia qui…

Nb. consigli per gli acquisti – per i ciclopedoni di Milano e dintorni oggi 28 febbraio 2009 è anche l’ultimo giorno per abbonarsi al bike sharing meneghino a prezzo scontato:

Ultima chiamata per BikeMi low cost!
Fino al 28 febraio il tuo abbonamento annuale a soli 25,00 euro anzichè 36,00 euro.

Da Bikemi.com altre info qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Cultura – Architettura, in mostra i giovani progettisti euopei


A typical narrow alley in Trastevere seen from...

Image via Wikipedia

Aveva 26 anni l’architetto Luigi Moretti quando nel 1933, su commissione dell’Opera Nazionale Balilla, progettò la Casa della Gioventù di Trastevere a Roma.

Recuperata dalla Regione Lazio dal 2007, e aperta di nuovo la sala delle esposizioni al piano terreno, dal 6 marzo la «ex Gil» accoglierà i progetti della giovane architettura europea.

«Urbanità europea, città sostenibile e innovazione degli spazi pubblici» è il titolo del concorso Europan 9, arrivato alla nona edizione, cui si sono dedicati giovani progettisti di tutta Europa per la realizzazione di 73 siti. [continua…]

Da l’Unità.it la notizia qui..

Reblog this post [with Zemanta]

Bandiera verde trionferà



Raddoppiato in un anno il numero delle città e dei paesi con un impianto elettrico alimentato da fonti pulite. Ecco gli esempi da imitare e i vantaggi per le comunità

Una cava abbandonata, fino a ieri solo una ferita ambientale, oggi diventa un impianto fotovoltaico che, trasformando la luce del sole in energia elettrica, soddisfa il fabbisogno di un intero paese: succede a Carano, comune con mille abitanti vicino a Trento.

Il taglio dell’Ici e la diminuzione dei trasferimenti dello Stato pesano sui bilanci locali e nei centri con poche migliaia di anime si punta sempre più su progetti che permettono alle finanze comunali di risparmiare sulle bollette. Il rapporto di Legambiente ‘Comuni rinnovabili 2009‘, che analizza l’avanzata delle fonti alternative nel nostro paese, mostra come, in Italia, su questo fronte a vincere siano i piccoli comuni e le città di provincia. [continua…]

Da l’Espreesso.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Scatta il bonus elettrico, a breve quello per il gas


Blue Fire

Image by Jody Art via Flickr

PER LE FAMIGLIE A BASSO REDDITO. A presentare le misure il titolare dello Sviluppo economico, il ministro Claudio Scajola. “Sommando i provvedimenti alla social card ci sarà un aiuto da 1.500 euro per ogni famiglia”

Roma, 26 febbraio 2009 – Diventano operative le modalità per usufruire del bonus elettrico, misura di sostegno da 400 milioni, introdotta dal ministero dello Sviluppo economico e definita dall’applicazione dall’autorità dell’energia elettrica e del gas, il bonus permetterà alle famiglie a basso reddito, a quelle numerose e agli ammalati che utilizzano apparecchiature energivore di ottenere uno sconto sulle bollette compreso tra 60 e 150 euro l’anno e retrattivo da gennaio 2008.

È stato inoltre prorogato al 30 aprile il termine per ottenere la retrattività del bonus a tutto il 2008. Inoltre, “entro breve, prima dell’estate, arriverà anche il bonus per il gas, con le stesse modalità”.[continua…]

Da Quotidiano.net la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Depurare con gli ultrasuoni le acque contaminate dai farmaci


Inquinamento

Image by Roby Ferrari via Flickr

Residui chimici nell’acqua

Un nuovo metodo per contrastare il grave problema dell’inquinamento da farmaci, illustrato da un articolo pubblicato su Water Research, è stato messo a punto da un gruppo internazionale di chimici, appartenenti a centri di ricerca distribuiti tra Francia, Svizzera, Spagna e Colombia.

Il sistema potrà trovare la sua applicazione primaria in impianti di depurazione delle acque, nelle quali i residui dei prodotti farmaceutici finiscono con facilità e in grandi quantità, provenienti dai singoli consumatori, dagli ospedali e dalle stesse aziende che li realizzano. [continua…]

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Nucleare: si apre il dibattito, le regioni si dividono


Centrale nucleare di Gösgen / Gösgen Nuclear P...

Image by Luigi Rosa via Flickr

26 febbraio 2009 – Dibattito acceso intorno all’ipotesi della costruzione di quattro nuove centrali nucleari in Italia.

Dopo l’accordo tra Berlusconi e Sarkozy, svolta energetica accolta con entusiasmo da parte governativa – il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, si fregia di “un elenco di 34 comuni” pronti ad ospitare i nuovi impianti -, il panorama appare per la verità quanto mai eterogeneo, come da migliore tradizione italiana. Se è vero che diversi sondaggi danno un’opinione pubblica più possibilista sul ritorno del nucleare, è forse presto per dire che le barriere definite dal referendum del 1987 siano del tutto sfumate. Anche perché sono molti ancora i nodi da sciogliere: in quali aree sorgeranno le nuove centrali, come e dove stoccare le scorie nucleari vecchie e nuove e, infine, chi metterà i soldi. [continua…]

Da Tiscali.notizie la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Era solare


Lewis Mumford

Image via Wikipedia

Giorni fa è stata inaugurata a Bonn una nuova Agenzia per le energie rinnovabili (Irena, International Renewable Energy Agency) che si propone di stimolare tutti i governi del mondo perché potenzino l’uso delle energie rinnovabili e incoraggino le ricerche e le applicazioni di tali fonti di energia

Forse senza accorgercene stiamo vivendo una rivoluzione tecnico-scientifica e merceologica che va al di la della crisi economica. Forse questi primi anni del XXI secolo saranno ricordati come l’inizio di quell’era neotecnica di cui aveva parlato il sociologo americano Lewis Mumford nel suo libro “Tecnica e cultura”, già nel 1933. [continua…]

Da Rinnovabili.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]