Roma – De Lillo incontra i ciclisti


Italy Roma

Image by Hans.Chen via Flickr

Dopo la morte di Eva, i ciclisti chiedono provvedimenti seri per la loro sicurezza e la ciclabilità romana.

Con l’idea di riattivare un rapporto che si andava perdendo, l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo ha proposto di aprire un tavolo tecnico permanente con le associazioni ciclistiche per discutere della mobilità ciclabile in città. Il prossimo incontro è stato fissato per giovedì 10 dicembre 2009, poi si susseguiranno ogni 15 giorni. Questo è uno degli impegni con cui l’Assessore all’Ambiente si è mostrato ai numerosi ciclisti che hanno partecipato all’incontro che si è svolto giovedì 26 novembre dalle 17:30 in poi all’Aranciera dell’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Agricole del Comune, piazza di Porta Metronia 2.

Dal canto loro i ciclisti hanno presentato un decalogo ricco di proposte con cui l’amministrazione pubblica possa dimostrare un’attenzione più esplicita e duratura nei confronti di un tipo di mobilità, quella in bicicletta, così trascurata dalle istituzioni e dai cittadini in generale da essere molto pericolosa e poco sfruttata.

La morte di Eva Bohdhalova che il 30 ottobre 2009 è stata falciata da un tassista lungo via dei Fori Imperiali a soli 28 anni, ha scosso gli animi dei ciclisti romani che hanno iniziato a manifestare ogni venerdì sera, avanzando richieste, come la riduzione della velocità a 30 km orari, che rendano più sicure le vie della capitale.

All’Assessore De Lillo è stato chiesto di promuovere lo sviluppo della mobilità ciclistica urbana tramite piste ciclabili e ciclo-pedonali dovunque possibile, soprattutto di riprendere i lavori per quelle già previste e di aumentare le ztl e le isole pedonali in centro, le strade verdi e i parcheggi di scambio,l’ intermodalità con i mezzi pubblici, più stalli e rastrelliere, nonché l’autorizzazione per lasciare le bici in condominio e un “bike sharing di standard almeno milanese se non parigino, con molte più stazioni e bici e, soprattutto, la consueta prima mezzora gratuita”.

L’Assessore si è mostrato favorevole: “saranno riattivate immediatamente – ha detto De Lillo -alcune opere importanti quali il consolidamento delle fondazioni del ponte sul fosso dell’acqua traversa, la pista ciclabile Roma-Litorale, la pista Appia-Caffarella, la pista Cervelletta-Togliatti, la pista Papiria-Nobiliore, la pista Villa Ada–ponte Milvio, la pista tra ponte Nomentano e ponte Mammolo e la pista su via del Mandrione. Sono inoltre in programma l’espansione degli orari di trasporto a bordo dei mezzi pubblici e il bike sharing.”

Da Abitare a Roma la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – Smog, dossier segreto del Comune «In centro l’emergenza è cronica»


Milan {{lang|it|Milano}}

Image via Wikipedia

La mappa del rischio elaborata dalla Fondazione Lombardia per l’Ambiente. I Bastioni come le tangenziali: «Sia in estate sia in inverno superati i limiti di legge europei».

[…]Nelle conclusioni si legge, tra l’altro, che «l’esposizione della popolazione residente che lavora a Milano, i resi­denti non occupati e le persone pres­so strutture ospedaliere presentano un grado di esposizione di tipo croni­co».

[…] Oltre agli impianti di riscaldamen­to, c’è il «contributo determinante» del traffico nel superamento dei limi­ti «orari e annuali sulle concentrazio­ni » degli inquinanti. Un contributo doppio: assieme agli scarichi, le auto dei pendolari trasportano anche «par­ticolato » prelevato da «terreni conta­minati esterni al territorio urbano mi­lanese». Milano, in sintesi, respira so­lo di notte, «quando i residenti e i la­voratori provenienti da fuori città tor­nano alle proprie abitazioni».

Vedi anche:

Gli epidemiologi: pochi controlli sulle misure per contenere i veleni dell’aria
Asma da smog, boom di bimbi ricoverati
Dossier al ministero: oltre 140 morti ogni anno per colpa delle polveri. Ragazzini, anziani e cardiopatici a rischio

Reblog this post [with Zemanta]

Fotovoltaico record, ritirato l’emendamento anti-rinnovabili


Six dish Stirling Systems developed by Schlaic...

Image via Wikipedia

La potenza installata degli impianti fotovoltaici italiani ha superato i 700 megawatt. Secondo il censimento del Gestore dei servizi energetici, che si occupa dell’incentivo, le centrali solari sono 56.285, in massima parte piccolissime istallazioni domestiche.

Le regioni con una maggiore potenza sono la Puglia (96 megawatt), la Lombardia (84) e l‘Emilia Romagna (62 megawatt), mentre il Gestore dei servizi energetici ha censito il maggior numero di impianti in Lombardia (8.630), Emilia Romagna (5.293) e Veneto (5.166).

Intanto l’emendamento di fonte governativa alla Finanziaria per il 2010, contenente drastici tagli all’incentivazione delle fonti rinnovabili, è stato ritirato, con il sollievo delle associazioni Anev, Aper, Assossolare, Federpern, Fiper, Greenpeace, Ises, Itabia, Kyoto Club e Legambiente. Secondo le associazioni, se la proposta di modifica al testo della Legge Finanziaria 2010 fosse stata accolta, il settore delle rinnovabili avrebbe subito un duro colpo.

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Ciclodecalogo dei ciclisti/blogger romani per il Comune di Roma


Scarica il decalogo: Ciclodecalogo dei ciclisti/blogger romani

Da Romapedala la notizia qui…

Cattive notizie verso Copenhagen Emissioni a «livelli mai raggiunti»


[General view, Copenhagen, Denmark] (LOC)

Image by The Library of Congress via Flickr

A tre settimane dall’inizio della quindicesima Conferenza Onu sul Clima di Copenhagen, gli esperti non forniscono buone notizie.

Le emissioni di gas a effetto serra, infatti, avrebbero toccato livelli mai raggiunti dall’epoca preindustriale e si starebbero avvicinando «agli scenari pessimistici» ipotizzati finora. «Le notizie non sono buone», ha affermato l’Organizzazione meteorologica mondiale. «La concentrazione di gas a effetto serra continua a aumentare con un ritmo molto rapido, bisogna agire rapidamente», afferma il segretario generale dell’Omm, Michel Jarraud, presentando alla stampa gli ultimi dati raccolti dall’agenzia delle Nazioni Unite. Ciò conferma «la tendenza di un aumento esponenziale» di questi gas, dice Jarraud. Ci troviamo davanti «allo scenario pessimistico» descritto dal Gruppo internazionale di esperti sul cambiamento climatico (Giec).

Intanto l’Unione europea e le grandi potenze mondiali si preparano alla conferenza internazionale. Per il segretario esecutivo della Convenzione Onu sul clima, Yvo de Boer, è di cruciale importanza che gli europei continuino a esercitare la loro leadership internazionale alla Conferenza internazionale di Copenhagen, in dicembre, mantenendo la loro offerta di tagliare le emissioni del 30%, in modo da spingere gli altri paesi sviluppati a offrire riduzioni simili.

Da l’Unità la notizia qui..

Reblog this post [with Zemanta]

Energia pulita: in Norvegia nasce la prima centrale a osmosi


Oslo, 2005

Image via Wikipedia

La norvegese Statkraft, utility pubblica attiva nelle rinnovabili, ha inaugurato oggi, su un fiordo nel sud di Oslo, il primo prototipo di centrale elettrica al mondo che utilizza i processi di osmosi per generare energia mescolando acqua salata e dolce.

L’acqua dolce e quella salata vengono immesse in una camera unica, separate da una membrana artificiale. Le molecole di sale attirano l’acqua dolce attraverso la membrana semipermeabile, aumentando la pressione sull’acqua marina. Questa pressione può essere utilizzata per alimentare le turbine che producono energia. L’unico scarto che deriva dal processo è l’acqua salmastra.

Il primo prototipo al mondo produrrà pochissima energia (4 kilowatt), ma entro il 2015 è previsto il primo impianto commerciale con una capacità di 25 Megawatt, in grado di fornire corrente a 10mila case.

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Calabria, la Regione dice ‘no’ al ponte


ponte non praticabile [9391.b]

Image by puffodrax via Flickr

La giunta guidata da Loiero ha aderito alla manifestazione del 19 dicembre contro i lavori per il Ponte sullo stretto. L’assessore all’Urbanistica Tripodi: «Meglio riqualificare e mettere in sicurezza il territorio».

Su proposta dell’assessore all’Urbanistica Michelangelo Tripodi, la giunta regionale ha deciso di aderire alla manifestazione, che si svolgerà il 19 dicembre prossimo a Villa San Giovanni, per dire no alla costruzione del ponte sullo stretto di Messina. La scelta – è scritto in una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – fa seguito alla decisione assunta recentemente di presentare ricorso alla Corte Costituzionale per sollevare il conflitto di attribuzioni nei confronti del Governo in merito al progetto varato dal Cipe per l’avvio del cantiere per la cosiddetta “variante di Cannitello”.

Da La nuova ecologia la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – In bici sui marciapiedi più grandi Palazzo Marino verso il via libera


Ladri Di Biciclette /The Bicycle Thief or Bicy...

Image by mohammadali via Flickr

Il neoassessore Massari: “Ho intenzione di favorire il più possibile i mezzi meno inquinanti, compresi quelli elettrici. E cancellerò per sempre le scritte dai muri”

Primo: piste ciclabili sui marciapiedi larghi. Secondo: aree pedonali in periferia. Terzo: muri puliti dai graffiti, «definitivamente». Quarto: mostre sull’ambiente in piazza Beccaria. Ecco i primi quattro progetti che il neoassessore all’Ambiente, Paolo Massari, ha già deciso come suoi lasciti personali alla città di Milano, lui che sulla poltrona ci è arrivato un po’ tardi, ma ci è arrivato. Ha neppure un anno e mezzo davanti, prima delle elezioni amministrative, ma anche la grinta di uno che non vuole passare inosservato. E l’elenco delle promesse lo snocciola con sicurezza, al telefono, mentre trasloca i suoi scatoloni dall’u fficio da consigliere a quello da assessore in piazza Beccaria.

«Ho intenzione di favorire il più possibile i mezzi meno inquinanti, compresi quelli elettrici. Venerdì scorso sono andato a Palazzo Marino con il segway (il monopattino elettrico in realtà mai decollato), ma anche le bici devono essere aiutate. Per questo proporrò di disegnare strisce gialle per percorsi ciclabili anche sui marciapiedi larghi, dove c’è lo spazio». E i pedoni? «Se ci saranno le strisce non potranno lamentarsi». Si spera.

Secondo progetto: «Sto studiando, in via sperimentale, tre aree pedonali in periferia, in quei villaggetti che la città negli anni ha inglobato.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Nucleare: mappa delle centrali pronta entro primavera. E su internet scatta il “toto” sito


MILAN, ITALY - JULY 02:  Italian Minister of E...
Image by Getty Images via Daylife

L’Italia spinge l’acceleratore per il ritorno al nucleare. L’attesa mappa dei siti, dove verranno realizzate le nuove centrali entro il 2020 (si parla di tre – quattro impianti), sarà pronta entro primavera.

Lo annuncia Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo Economico, durante la trasmissione la Telefonata di Canale 5.

In campo per ora, c’è il progetto guidato da una joint venture tra Enel e il colosso francese Edf (Sviluppo Nucleare Italia), per costruire quattro centrali nucleari di terza generazione avanzata, in grado di soddisfare circa il 10% del fabbisogno nazionale. Anche il colosso tedesco E.On sarebbe interessato allo sviluppo del nucleare in Italia, magari in partnership (si è fatto spesso il nome del colosso francese Suez – Gaz de France e dell’utility lombarda A2A), qualora, però, si verificassero le opportune condizioni di stabilità politica.

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – Il vicesindaco De Corato: «Foro Buonaparte, da rimuovere le corsie preferenziali»


Traffic Kills - Reclaim your oxygen!

Image by DanteAlighieri via Flickr

Il piano per le corsie preferenziali Atm ereditato dall’ex assessore Croci. Lavori stradali finiti ieri mattina. «Non piacciono, tutto da rifare»

MILANO – Cade il muro di Foro Buona­parte. Doveva proteggere bus e tram, è stato costruito nell’ulti­ma settimana, di notte, turni straordinari pagati con i soldi pubblici. Ieri, il lavoro era con­cluso: una nuova corsia riserva­ta da Cadorna a Cairoli. Bene, anzi malissimo: «Il cordolo in cemento sarà eliminato, è peri­coloso e crea un imbuto nella circolazione», attacca il vicesin­daco Riccardo De Corato. L’indi­cazione è stata girata ad Atm e ieri l’azienda ha risposto con una lettera: «Aspettiamo comu­nicazioni scritte». Il confronto è solo all’inizio.

De Corato ha bloccato e ora sta rivedendo tut­to il piano dei nuovi percorsi per i mezzi pubblici ereditato dall’ex assessore Edoardo Cro­ci: «È stato costruito su un crite­rio sbagliato, le barriere sposta­no solo le auto da una strada al­l’altra ». Primo effetto: non sarà realizzata la preferenziale in via Solari, annunciata entro l’anno. Tutte le altre, 86,4 chilometri di qui al 2014, sono «congelate». L’opposizione è in rivolta: «È tornato il partito dell’auto».

[…]Le linee Atm coprono 186 chilometri di strade, ma solo il 19,9 per cento della rete è «pro­tetto » e metà dei percorsi unica­mente con le strisce gialle: Mila­no è quart’ultima in Europa quanto a corsie riservate (stan­no peggio solo Roma, Atene e Bruxelles). Il piano dell’ex asses­sore Croci prevedeva 17,2 nuo­vi chilometri entro l’estate 2010 e altri 7,3 per il 2011, oltre a 20 telecamere anti-traffico in più.

[…]La restaurazione avviata da Met­ternich De Corato va in senso opposto: contraddice non tanto le scelte di Croci, ma le politi­che sulla mobilità attuate in Eu­ropa e gli obiettivi di sostenibi­lità contenuti nel Pgt».
[…]Aggiun­ge il presidente dei ciclisti mila­nesi (Ciclobby), Eugenio Galli: «È una controriforma
[…]Da Atm si limitano a dire: «Le corsie riservate sono una priorità per il trasporto pubblico condivisa con il sinda­co Letizia Moratti…».

Da Corriere.it la notizia qui…

La rivolta deiblog – Da PArtecipaMI: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino? Da Ciclobby: Le bugie hanno le gambe corte Da 02blog: Il gran balletto delle deleghe: Ecopass a De Corato e addio alla mobilità sostenibile Notizie correlate:Croci: «Io vittima di logiche politiche» Notizia- Penati: «Ora è chiaro, Milano ha un sindaco commissariato»..

Reblog this post [with Zemanta]

Obama e Hu Jintao, impegno sul clima “Da Copenaghen un effetto immediato”


This is why I love China.

Image by Shazari via Flickr

A Pechino il colloquio fra i due leader: ambiente, diritti umani, economia, nucleare. Il presidente cinese: “Opporsi al protezionismo, in tutte le sue manifestazioni”

PECHINO – Dai negoziati di Copenaghen sul clima dovrà uscire un accordo mondiale che abbia “effetto operativo immediato”. E’ quanto chiedono Usa e Cina al termine del colloquio che il presidente statunitense Barack Obama ha avuto con il collega cinese Hu Jintao. Cambiamenti climatici, diritti umani, crisi economica e scambi commerciali, proliferazione nucleare sono stati i principali temi affrontati dai due leader nel corso dell’incontro, storico, nel grande Palazzo del Popolo di Pechino. Nell’occasione, è stato annunciato che Hu Jintao ricambierà la visita del presidente Usa nel 2010, senza però dare date precise.

“Copenaghen non deve fallire”. Dai negoziati di Copenaghen sul clima dovrà uscire un accordo mondiale che abbia “effetto operativo immediato”. Al termine dell’incontro, i due leader si sono detti d’accordo “sulla necessità di lavorare affinché Copenaghen sia un successo”. “Il nostro scopo – ha detto Obama – non è di ottenere un’intesa parziale o una dichiarazione politica, ma piuttosto un accordo che riguardo tutte le questioni su cui si andrà a negoziare e che abbia immediato effetto operativo”.ù

Da Repubblica la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Piste ciclabili – Ponte chiuso a Roma Nord da oltre 10 mesi


Replica of the equestrian statue of Marcus Aur...

Image via Wikipedia

Ponte (ciclabile ndr.) chiuso a Roma Nord da oltre 10 mesi, interverrà il Sindaco o usa i ciclisti solo per gli spot mediatici?

BiciRoma denuncia ( di mese in mese) la vergognosa situazione del ponte ciclabile ( unica via percorribile per i ciclisti sulla cilabile verso Castel Giubileo altezza fosso dell’Acqua Traversa) chiuso ormai da oltre 10 mesi e per il quale non si conosce ne la data di riapertura ne tanto meno la data di inizio lavori.

Ottimo modo di dare credibilità all’annunciato piano di mobilità che si annuncia sostenibile solo nel nome, per quanto letto e nei fatti, purtroppo la situazione per la mobilità è assai poco sostenibile e il Sindaco Alemanno dovrebbe vergognarsi e scusarsi con i ciclisti romani per questa situazione invece sembra che si ricordi dei ciclisti solo per farsi gli spot mediatici come per l’inaugurazione del bike sharing e/o per accompagnare i due sventurati cicloturisti olandesi dal Papa.

Ci auguiriamo che il Sindaco Alemanno dia prova di serietà per chi senza violenza e con civiltà come dimostrato ai suoi assesori (Marchi e De Lillo di cui si è apprezzata la presenza) nella fiaccolata di venerdì scorso in ricordo di Eva, la ciclista investita sotto al suo balconcino del Campidoglio, chiede e contribuisce ad una Roma migliore dal punto di vista della mobilità realmente sostenibile ed in cambio da dieci mesi ha solo le chiacchiere come dimostra il ponte ancora chiuso.

Grazie e cordiali saluti
Fausto Bonafaccia

Da Biciroma  la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Tecnologie incredibili: calore dagli schiamazzi


Maradona playing for Boca Juniors during 1981

Image via Wikipedia

Hai freddo? Prendi una caraffa d’acqua, ci urli dentro e la scaldi!
Non funziona proprio cosi’ ma quasi. Nell’acqua gli ultrasuoni provocano la formazione di microscopiche bolle di vuoto che implodono producendo calore.

La cavitazione e’ un fenomeno noto da oltre un secolo ma poco utilizzato. Il New York Times ha dedicato una pagina all’argomento, definendo la cavitazione una risorsa ma sono ancora pochissime le sue applicazioni.

L’italiana Kwant produce una caldaia che sfrutta la cavitazione. Ovviamente e’ ben isolata dal punto di vista acustico, gli ultrasuoni non sono udibili dalle umane orecchie ma, se non ci fosse un isolamento adeguato, alla lunga creerebbero disagi. Il risultato e’ una caldaia che consuma meno di una caldaia a gas e non richiede tubi per le esalazioni perche’ non c’e’ fiamma. Inoltre queste caldaie non richiedono un locale apposito ne’ le misure di sicurezza delle caldaie a combustibile.
Niente fuoco, solo una voce potente.

Da Jacopofo la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

La rivolta dei ciclisti urbani


La rivolta dei ciclisti urbani

Roma: Eva tornava a casa dal lavoro in bici, uccisa da un taxi. Fiaccolate e proteste, anche nelle prossime settimane.

I ciclisti romani chiedono il diritto di pedalare in sicurezza.

Repubblica: Nel nome di Eva la rivolta dei ciclisti urbani
Blog Ciclistica: Eva, che voleva vivere a Roma
AdnKronos: Rabbia sul web per Eva, investita e uccisa mentre era in bici ai Fori Imperiali
Immagini e voci dalla manifestazione
Fiab-Ruotalibera Roma: Eva aveva 28 anni ..
RomaPedala: Roma, citta della mortalità sostenibile
Blog Ciclistica: Palo 27
Corriere della Sera: Ciclista 28enne investita e uccisa
Comunicato Stampa Fiab

Da Fiab-onlus la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]