Dispositivi elettronici: via al piano Ue per i consumi in stand by


is712-020Stampanti, computer, televisori e macchine d’ufficio in genere: metterle in stand by, quando si va in pausa pranzo o in riunione è già buona cosa ma non basta. Perché gli apparecchi elettrici ed elettronici consumano e molto anche quando si adotta la modalità salva energia. È un qualcosa di risaputo (forse non per tutti) ma la Commissione europea ha voluto rafforzare gli “obblighi” per ovviare al problema.

Di recente l’organismo di Bruxelles e nella fattispecie la Commissione per l’energia presieduta da Andris Piebalgs ha infatti stilato un nuovo regolamento sulla “progettazione ecocompatibile” che ha il fine preciso di ridurre il consumo in modalità standby di tutti i prodotti elettronici [continua…]

Da Panorama la notizia qui…

Annunci

L’Italia nel nuovo anno? O ambiente o morte


73807898“Nelle città non c’è alternativa a una maggiore sensibilità ambientale, la situazione è davvero critica. La frenata dell’economia? Un bene, rigenera i valori”. Klaus Davi, massmediologo ed esperto di tendenze, anticipa per Affaritaliani personaggi e fenomeni del 2009. “Facebook conquisterà gli over 40. [continua…]

Da Affaritaliani.it la notizia qui…

Il futuro della Cina: ecco il rapporto energetico


200505309-001Uno studio che, approfonditamente, analizza il futuro energetico e la conseguente impronta ecologica che questa lascia già ora e lascerà nel futuro
Il “Rapporto sull’Impronta ecologica della Cina” commissionato dal China Council for International Cooperation on Environment and Development e prodotto in partnership con il Global Footprint Network e il WWF Cina dimostra come il Paese già oggi consumi più del doppio di quanto i suoi ecosistemi riescano a fornire. Qui di seguito riportiamo il testo integrale dell’introduzione di questo rapporto redatto dal segretario generale del Wwf International, James P. Leape.

Mano a mano che l’economia cinese continua a crescere, cresce anche la domanda di risorse naturali. La Cina, per perseguire uno sviluppo sostenibile, deve, come qualsiasi altro Paese del mondo, possedere una conoscenza chiara della quantità di risorse naturali che sta utilizzando. Questo Rapporto sull’Impronta ecologica della Cina, commissionato dal China Council for International Cooperation on Environment and Development e prodotto in partnership con il Global Footprint Network e il WWF China, rappresenta il primo tentativo di riunire tutte le informazioni utili a ottenere le conoscenze necessarie e riflette l’impegno della Cina a creare una civiltà ecologica. [continua…]

Da Rinnovabili.it la notizia qui…

Documenti citatiico-pdfRapporto sull’impronta ecologica della Cina – CCICED, WWF (pdf)

Milano arretra nelle classifiche della mobilità sostenibile


is868-893Dopo il bike-sharing forse arriveranno le piste ciclabili: se ne parla da sempre, ma non se ne fanno mai. O quasi. Intanto è arrivata la notizia di un accordo tra Comune di Milano e Ministero dell’Ambiente che prevede un cofinanziamento di 9.100.000 euro, che si somma ai 20 milioni stanziati dal Comune per nuove realizzazioni inserite nel piano triennale delle opere, per un totale di 29 milioni di euro.

Secondo i dati forniti dal Comune, sono già in fase di realizzazione o di prossimo avvio 8 km di nuove piste ciclabili che vanno ad aggiungersi ai 72 km esistenti. Con i fondi stanziati nel 2008 sono in progettazione altri 20 km secondo queste direttrici: Duomo-Porta Nuova; Duomo-Porta Monforte e Duomo-Porta Sempione. [continua…]

Da Affaritaliani.it la notizia qui…

Cambia il clima, collassa la civiltà


medwt31017I cambiamenti climatici potrebbero aver giocato un ruolo decisivo nel collasso delle antiche civiltà . A formulare questa ipotesi una scoperta fatta da alcuni ricercatori dell’Università di Wisconsin-Madison negli Stati Uniti nella Soreq Cave, una famosissima caverna vicino a Gerusalemme conosciuta anche come Stalactite Cave Nature Reserve.

Attraverso l’analisi di alcune stalagmiti ritrovate nella caverna, infatti, si dedurrebbe un improvviso cambiamento climatico avvenuto tra il 100 a. C e il 700 d. C. Il clima, cioè, in quei secoli si fece più secco e stranamente proprio in coincidenza con la caduta di entrambi gli imperi Romano e Bizantino.

Sul probabile rapporto di causa-effetto gli scienziati stanno adesso indagando. Se l’equazione fosse confermata, la ricerca sta per essere pubblicata sul Quaternary Research Journal, si aprono adesso spiragli assai interessanti sul rapporto tra fine di una civiltà e le trasformazioni del clima. [continua…]

Da Panorama la notizia qui…

Milano – Mobilità sostenibile Accordo tra Comune e taxisti


aa011798Croci: “Milano avrà una flotta di mezzi ecologici in vista di Expo 2015, ma già alla fine del 2010 potranno essere messe in servizio solo autovetture a impatto ambientale nullo o basso”

Milano, 19 dicembre 2008 –Milano avrà una flotta di taxi completamente ecologica in vista di Expo 2015, ma già alla fine del 2010 potranno essere messe in servizio solo autovetture a impatto ambientale nullo o basso”. Lo ha annunciato l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci illustrando un accordo, ratificato oggi in Giunta, tra Comune e taxisti che prevede l’acquisto di mezzi a bassa o nulla emissione inquinante entro il 2015. L’accordo era stato precedentemente sottoscritto da CNA Satam, Unione Artigiani, Confartigianato di Milano e Provincia, ACAI Milano, AGCI, ConfCooperative, CGIL e CISL. [continua…]

Dal Comune di Milano   la notizia qui…

Scajola: adesso incentivi all’ambiente


200517971-001Resta aperto il cantiere delle misure anti-recessione. E troverà attuazione nei correttivi al testo del decreto anti-crisi ora affidato all’esame della Camera. Dice il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola: «Ci sono alcuni emendamenti per il settore elettrico, per lo sgravio del 55% per chi investe in tecnologie che fanno risparmiare energia, per la messa a punto della fase attuativa dell’accordo Ue sul clima, per la revisione di alcuni incentivi ai settori industriali».

E per l’auto? Aiuti diretti o sgravi su tutti i comparti che riducono le emissioni di CO2?
Ci sono incentivi già funzionanti e che dureranno anche nel 2009 e nel 2010 e riguardano gli elettrodomestici. Ora scadono le cosiddette rottamazioni per auto e motocicli. [continua…]

Da Ilsole24ore la notizia qui…