BIKEMI – INIZIA LA FASE 2


bikeMi

Image by .....antonio..... via Flickr

Dopo il grande successo ottenuto con la prima fase del progetto, il Comune di Milano, in collaborazione con ATM, ha deciso di dare il via alla fase 2 del servizio di bike sharing meneghino, commissionando a Clear Channel, gestore esclusivo di BikeMi, l’installazione di 100 nuove grandi stazioni.

La fase 2, in corso di attuazione, prevede l’allargamento dell’area di utenza dalla Cerchia dei Bastioni fino alla Cerchia Filoviaria 90/91. Le nuove postazioni avranno una maggiore capienza, in quanto saranno dotate ciascuna di 33 stalli e 22 biciclette. La prima stazione di questa nuova fase verrà inaugurata il 9 maggio 2010, in occasione della 1ª Giornata Nazionale della Bicicletta, indetta dal Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con ANCI e ANCMA.

Per questa giornata, all’insegna della mobilità ecosostenibile, la città di Milano ha deciso di chiudere al traffico motorizzato l’intero centro storico (Cerchia dei Bastioni) per organizzare una serie di eventi tra cui la più grande caccia al tesoro in bicicletta mai realizzata http://www.eco-bike.it

Il completamento dei lavori di installazione delle 100 nuove grandi stazioni BikeMi è previsto per l’autunno 2010. Con la fase 2, vedremo circolare per il capoluogo lombardo 3.650 bici su 200 punti di aggancio.

Da bikemi.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma in bici per il clima – video


Video della manifestazione del 20 Settembre 2009 “Roma, In Bici per il Clima”

Pedalata a Roma organizzata da Ruotalibera FIAB appartenente alla ECF in occasione delle manifestazioni europee per la conferenza mondiale sul clima di Copenaghen (World Climate change action)

Video 8-12 Settembre 2009, lungo la via Salaria da mare a mare, Bicistaffetta Fiab Puliamo il Mondo … pedalando (video girato dai RAI3)

Reblog this post [with Zemanta]

AMBIENTE: VENDUTE 57MILA BICI,PER ORA ESAURITI INCENTIVI


Green bike path

Image via Wikipedia

Sono 57.000 le biciclette vendute in 4 giorni con gli incentivi promossi dal Ministero dell’Ambiente.

Da Roma pedala la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Bonus biciclette, oltre 30mila domande. Ecco l’elenco dei modelli


blue bike in the garden

Image by raysto via Flickr

Per raggiungere il traguardo sulle due ruote è necessario affrettarsi, correre dal rivenditore di fiducia e cercare di aggiudicarsi l’incentivo, prima dell’esaurimento dei fondi

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

24 ore di Roma – La pedalata nella Storia


Italia? (Rome, Italy)

Image by Giampaolo Macorig via Flickr

Numerose le iscrizioni dall’Italia e dall’estero per la quarta edizione della 24 ore di Roma, manifestazione di mountain bike Endurance che inserita nel contesto delle manifestazioni sportive volute dal Vice Presidente del X Municipio – Massimo Perifano – è volta a valorizzare il contesto sportivo ambientale e culturale.

La manifestazione si svolgerà come di consueto all’interno del Parco degli Acquedotti – Parco Regionale dell’Appia Antica – nei giorni 25 – 26 e 27 settembre 2009; non mancherà la già storica “Pedalata più bella del mondo” una indimenticabile pedalata libera nel rispetto del codice della strada di 36 km circa nel cuore della Città Eterna alla scoperta delle sue meraviglie.
“Roma Bike Night” è la passeggiata che attraverso le vie e le piazze più belle di Roma, quest’anno si articolerà nel seguente programma ed itinerario:

Venerdì 25 Settembre 2009
_ Ore 13:00 – Partenza dal Parco degli Acquedotti (PRIMO GRUPPO – MAX 50 PERSONE)
Percorso di 60 km circa: Appia Antica, Terme Caracalla, Piramide, Trastevere, Villa Pamphili, Gianicolo, Centro Storico, 7 COLLI DI ROMA, sosta al Circo Massimo e ritrovo con il secondo gruppo

Ore 16:00 – Partenza dal Parco degli Acquedotti. (SECONDO GRUPPO)
Percorso di circa 38 km “PEDALATA NELLA STORIA”: Appia Antica, Terme di Caracalla, Circo Massimo, Bocca della Verità, Isola Tiberina, la Sinagoga, Torre Argentina, Pantheon, Piazza Navona, Castel S.Angelo, San Pietro, Corso Vittorio Emanuele II, Campo dè Fiori, Piazza Venezia, Via dei Fori Imperiali, Colosseo, S. Giovanni, Via Appia e ritorno al Parco degli Acquedotti.

ore 18:00 – Circo Massimo – (TERZO GRUPPO)
i tre gruppi procederanno insieme nella pedalata che attraverso il centro della capitale li riporterà al Parco degli Acquedotti all’appuntamento nello storico circo è previsto ENERGIA AL MAXIMO, grazie all’incontro con la Red Bull che si presenterà con le auto personalizzate per la distribuzione dell’energy drink.

Al rientro della “Pedalata più bella del Mondo” previsto per le ore 20,30 sarà organizzato il classico “Toga bike Party” all’interno del quale verrà organizzato un concerto.

Da Romanotizie la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Dal 25/9 gli sconti per le bici. Le nuove due ruote elettriche


EICMA girls

Image by ...lord Alessandro Zarcone via Flickr

Il ministero per l’Ambiente ripropone gli incentivi per l’acquisto delle due ruote. Fino a 450 euro di rimborso per i modelli a pedalata assistita. Ecco i modelli

Con i nuovi incentivi per biciclette e ciclomotori ecologici, annunciati dal Ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, è possibile ottenere sconti del 30% sull’acquisto delle bici normali (fino a 200 euro) e a pedalata assistita (fino a un massimo di 450 euro).

Ecco i nuovi modelli di bici elettriche presentate all’edizione 2009 dell’Eicma, il Salone del ciclo (clicca  sul titolo per vedere il video).

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi per bici e motorini elettrici


bici gialla

Image by chaz77 via Flickr

200 Euro di incentivo a comprare una bici, senza doverne rottamare una, pari al 30% del prezzo di listino. Per le bici a pedalata assistita si arriva fino a massimo di 450 euro.

Sono stati annunciati 13 milioni di Euro, di cui la maggior parte dedicate ai mezzi a propulsione umana ed una parte minore ai veicoli elettrici. Si aspetta conferma per venerdì 18 a Milano, all’inaugurazione del salone del ciclo Eicma 2009 con l’intervento del ministro Prestigiacomo.

Rispetto ai 700 Euro dell’anno scorso, l’incentivo per comprare una bicicletta e’ diminuito e questo favorirà l’acquisto di bici di fascia più bassa, disponibili per un maggior numero di persone.

Da Ecowiki la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

In primo piano


High Fly Bike

Image by TeeJe via Flickr

Speciale bicicletta – L’accordo e i moduli per chiedere gli incentivi

Vedi anche:
Stress da lavoro? provate ad andare in bici , Dal 25/9 gli sconti per le bici. Le nuove due ruote elettriche , 67° SALONE DEL CICLO E MOTOCICLO , Incentivi per bici e motorini elettrici , Autunno in sella a prezzi scontati: ripartono gli incentivi per bici e motorini

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi bici: si riparte a settembre


CONSONNO: un giro in bici?

Slitta a settembre la seconda tranche di incentivi. Scende a 200 euro lo sconto massimo sull’acquisto delle biciclette e circa la metà dei 10 milioni stanziati dal Ministero servirebbero ad incentivare l’acquisto di nuovi motorini

Per ottenere lo sconto del 30% sull’acquisto di una nuova bicicletta occorrerà aspettare fino a settembre. Questa la decisione presa dal Ministero dell’Ambiente dopo l’annuncio dello stanziamento di altri 10/12 milioni di euro come incentivo all’acquisto delle due ruote ecologiche. La prima tranche di incentivi, poco meno di 9 milioni di euro, aveva incontarto ad aprile un incredibile successo, tanto che i fondi si esaurirono in poco più di tre settimane.

I nuovi incentivi saranno erogati con modalità diverse rispetto alla prima tornata. Cambierà infatti l’importo massimo erogato che scenderà da 700 a 200 euro per le bici e a 450 euro per quelle a pedalata assistita. E’ previsto inoltre che circa 5 milioni dei fondi stanziati siano vincolati all’acquisto di nuovi motocicli, sui quali ad aprile pesò il vincolo della rottamazione del vecchio Euro 0 o Euro 1.

Da Eco dalle città la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano. Bike sharing: Da venerdì altre 8 stazioni per le bici gialle


bikeMi

Sono localizzate in S. Maria del Carmine – Cusani, Mentana, Paleocapa – Cadorna, Arco della Pace, Arco della Pace – Pagano, Mascagni – Conservatorio, Gioia – Sassetti e Gioia – Pirelli.

Milano, 25 giugno 2009 – Da venerdì 26 giugno, entreranno in funzione 8 nuove stazioni del bike sharing per un totale di 90 punti in città e 1.200 bici a disposizione. Le nuove stazioni sono localizzate in S. Maria del Carmine – Cusani, Mentana, Paleocapa – Cadorna, Arco della Pace, Arco della Pace – Pagano, Mascagni – Conservatorio, Gioia – Sassetti e Gioia – Pirelli.

“Bikemi è in continua crescita – ha detto l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci -. Con l’apertura delle nuove stazioni vogliamo offrire un servizio sempre più capillare e distribuito sul territorio. In particolare, con le due nuove stazioni all’Arco della Pace, un’altra zona della movida milanese sarà servita da Bikemi. I giovani potranno così raggiungere i luoghi del divertimento in modo sostenibile”.

Il servizio avviato lo scorso dicembre e accolto con successo dai milanesi e city users sta dando risultati positivi: sono 9.800 gli abbonamenti annuali sottoscritti, 4.650 i giornalieri e 910 i settimanali (questi ultimi due disponibili dal 1° aprile scorso). Le biciclette prelevate sono in tutto 270.000.

Da Comune di Milano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi alle biciclette, il Governo stanzia altri 10 milioni


MILAN, ITALY - MARCH 21:  Lance Armstrong surr...
Image by Getty Images via Daylife

L’iniziativa degli incentivi alle biciclette sarà riproposta e rifinanziata con un fondo di circa 10 milioni di euro.

Lo ha comunicato oggi la responsabile del dicastero dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, la quale ha anche assicurato che «tutte le richieste per gli incentivi delle biciclette già pervenute» verranno evase. «L’iniziativa – ha detto Prestigiacomo – ha avuto un successo straordinario e va quindi promossa e implementata. Dando corso a tutte le istanze già presentate – ha affermato il ministro – saranno circa 60 mila gli acquirenti che fruiranno degli incentivi. Con il nuovo stanziamento ci aspettiamo di raddoppiarne il numero».

Gli incentivi sono in vigore anche per i ciclomotori dietro la rottamazione di un vecchio mezzo e ne acquista uno “ecologico”. I termini e le modalità per la presentazione delle nuove domande – riferisce il ministero – saranno comunicati nei prossimi giorni.

Dal Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Speciale n° 2 – Mobilità sostenibile: Alitalia, EXPO’ 2015, piste ciclabili, metro Milano, bike sharing


MILANO - Metropolitana Mappa 1

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Articoli e documenti pubblicati:

INCENTIVI BICICLETTE

  • “bici: – CRESCE IL MALUMORE NEGOZIANTI
  • Biciclette: giro di boa per gli incentivi
  • Ancora bici: mortalità e boom di vendite
  • Il mezzo più pericoloso? La bicicletta.
  • Milano – Scooter ecologici a rischio flop
  • Incentivi ministeriali per l’acquisto di biciclette
  • EXPO 2015

  • Per l’Expo il governo taglia il metrò 6
  • CON L’EXPO AVREMO STRADE E FERROVIE
  • ALITALIA E MALPENSA

  • Alitalia: il nostro hub a Fiumicino. Sconfitta di Malpensa
  • Alitalia  “Malpensa non sarà mai un hub
  • Strada nel parco, sindaci in rivolta
  • MOBILITA’ MILANO

  • Milano – Riqualificare e rendere la città più vivibile
  • Milano – «Deroghe e filtri, Ecopass inutile»
  • Milano – Linee S – Passante ferroviario
  • Reblog this post [with Zemanta]

    “Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana.” – CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI


    Ladri di biciclette?

    Riceviamo e pubblichiamo da Segreteria Bicigroup un comunicato di aggiornamento circa i problemi e le difficoltà di accesso al bonus degli ecoincentivi da parte dei negozianti e rivenditori, che stanno bloccando le vendite delle biciclette verificatesi questi ultimi giorni…

    CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI

    Cresce di ora in ora il disappunto, misto a rabbia, dei rivenditori di biciclette, dopo il blocco, in atto ormai da alcuni giorni, del sito internet che dovrebbe consentire loro lo svolgimento delle pratiche necessarie a ottenere i cosiddetti ecoincentivi.

    Si tratta di un fondo di 8.750.000 euro, reso operativo dal Ministero dell’Ambiente a partire dal 22 aprile scorso, da erogare nel corso del 2009 ai cittadini che decideranno di acquistare una nuova bicicletta comprese le bici elettriche a pedalata assistita, senza obbligo di rottamazione.

    Dopo una partenza alla grande, a quanto pare senza problemi di connessione e con tempi di inserimento pratiche piuttosto rapidi, all’improvviso la doccia fredda: il sistema è andato letteralmente “in tilt”, completamente bloccato da quasi una settimana, rendendo impossibile quindi procedere con le vendite.

    Una situazione al limite dell’assurdo, protestano i rivenditori, che rischia di vanificare l’accordo firmato tra il Ministero dell’Ambiente e Confindustria Ancma per la diffusione di veicoli a basso impatto ambientale e che consente all’utente di risparmiare fino a 700 euro sull’acquisto di biciclette, ciclomotori e veicoli elettrici, grazie allo sconto del 30%.

    ”E’ andato tutto bene fino al 6 maggio scorso – afferma Franco Scattolon, rivenditore socio Bicigroup – fino a quando non hanno introdotto nell’elenco anche i marchi stranieri. Il sistema informatico utilizzato secondo me è modesto, estremamente lento, basti pensare che da giovedì scorso non sono più riuscito ad inserire una pratica. Stiamo subendo un grave danno, ho diverse bici già vendute ma non posso consegnarle al cliente finché la pratica è bloccata”.[…]

    Da Segreteria Bicigroup#commento: Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana. Stentano gli aiuti per i motorini

    Vedi anche: INCENTIVI PER LE BICI: CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI

    Reblog this post [with Zemanta]

    Ancora bici: mortalità e boom di vendite


    via Flickr”]proud to be what we are - delle persone che us...

    Mentre come racconta il “sole24ore” grazie agli incentivi c’è un boom di vendite di biciclette (segnalazione dal blog Deamaltea), si discute sui dati sulla mortalità in bici di cui davo conto in un post precedente. Segnalo il bel articolo “Noi, kamikaze della bicicletta sui marciapiedi per protesta” di Maria Laura Rodotà sul Corriere di oggi (una sorta di manifesto del ciclista urbano che incollo qui sotto) e la replica di Edoardo Galatola che, per FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), si occupa dei temi della sicurezza stradale.

    Io la penso più o meno così.
    Sicuramente in Italia ci saranno ciclisti imprudenti. Ma non è questo il punto.

    Ce ne saranno anche all’estero, eppure lì il numero di ciclisti morti è molto più basso. La differenza è che all’estero gli interventi per favorire la mobilità ciclabile (non solo piste cilabili) sono molto più diffusi ed anche i controlli.

    Alcuni numeri di esempio: attualmente a Milano i km di piste ciclabili sono 74, contro i 390 di Copenaghen, i 740 di Monaco di Baviera, i 1.000 di Vienna, i 730 di Stoccolma e potrei proseguire.

    Ricordo che

    1. il traffico delle auto è la principale causa di inquinamento nelle nostre città e che l’inquinamento produce asme e tumori;
    2. la bicicletta rappresenta la principale alternativa all’auto negli spostamenti in città su distanze medio-brevi;
    3. quindi l’uso della bicicletta andrebbe incentivato, a partire innanzitutto dal garantire una maggiore sicurezza.

    Da Briciole caotiche la notizia qui…

    Documenti/riferimenti: COMUNICATO STAMPA – ANDARE IN BICI OGGI E’ PIU’ SICURO DI 5 ANNI FA.pdf *

    *Alcune considerazioni su quanto apparso sugli organi di stampa – Edoardo Galatola, Responsabile Sicurezza FIAB (348.2269002)

    Reblog this post [with Zemanta]

    Il mezzo più pericoloso? La bicicletta. Sulle strade un morto al giorno


    90° Giro d'Italia 4 tappa,Salerno- Montevergine

    Image by Chiara Marra via Flickr

    La bicicletta è il più mite dei mezzi di locomozione. Non fa rumore, non inquina, può tenere una velocità adeguata, superiore alla velocità media dei mezzi pubblici nell’area urbana (da 12 a 15 km/h). Insomma, è il mezzo più salubre che esista. Inoltre per ogni ciclista in più normalmente circola una macchina in meno.

    Ottime le due ruote a pedali, si sa. Soprattutto in città. A tesserne le (giuste) lodi è Il Centauro di maggio, organo ufficiale dell’Asaps, l’associazione amici sostenitori della Polizia Stradale. Ma dalla stessa inchiesta risulta che siano molto pericolose.

    Molto più che le auto o le moto. Ogni giorno infatti sulle strade italiane perde la vita un ciclista, 40 finiscono al pronto soccorso, molti vengono ospedalizzati. È come se ogni anno sparissero due gruppi del Giro d’Italia a causa degli incidenti stradali.

    Da Panorama.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]