Nucleare: si apre il dibattito, le regioni si dividono


Centrale nucleare di Gösgen / Gösgen Nuclear P...

Image by Luigi Rosa via Flickr

26 febbraio 2009 – Dibattito acceso intorno all’ipotesi della costruzione di quattro nuove centrali nucleari in Italia.

Dopo l’accordo tra Berlusconi e Sarkozy, svolta energetica accolta con entusiasmo da parte governativa – il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, si fregia di “un elenco di 34 comuni” pronti ad ospitare i nuovi impianti -, il panorama appare per la verità quanto mai eterogeneo, come da migliore tradizione italiana. Se è vero che diversi sondaggi danno un’opinione pubblica più possibilista sul ritorno del nucleare, è forse presto per dire che le barriere definite dal referendum del 1987 siano del tutto sfumate. Anche perché sono molti ancora i nodi da sciogliere: in quali aree sorgeranno le nuove centrali, come e dove stoccare le scorie nucleari vecchie e nuove e, infine, chi metterà i soldi. [continua…]

Da Tiscali.notizie la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Hypermiling,ridurre il consumo di carburante


pix20801E’ stata decretata la parola più usata nell’ anno che sta per volgere al termine: stiamo parlando del relativamente nuovo termine “hypermiling“, particolarmente utilizzato in Nord America, che definisce quello stile di guida basato su una serie di accorgimenti che mirano a ridurre il consumo di carburante nell’ utilizzo dell’ auto.

Il termine, usato frequentemente in USA, si riferisce quindi a quella serie di tecniche e accorgimenti che mirano a massimizzare il risparmio di carburante e ridurre i consumi. [continua…]

Da Khongkong’s Weblog la notizia qui…

Energia pulita dalla fusione nucleare: più vicina grazie al MIT


u17994367Importanti scoperte al Massachussets Institute of Technology (MIT) potrebbero portare la ricerca un passo più vicino all’utilizzo della ormai mitica fusione nucleare per ricavare energia pulita.

Recenti esperimenti svolti sul reattore Alcator C-Mod, il più grande costruito in un’università, hanno infatti permesso di mettere a punto un nuovo sistema per tenere il plasma ad altissime temperature, in modo da poter ricavare un maggiore quantitativo di energia. [continua…]

Da Onegreentech la notizia qui…

L’Epr finlandese in tribunale


738030Roma, 22 dicembre – Il consorzio Areva-Siemens per la realizzazione del reattore Epr di Olkiluoto 3 ha avviato il 5 dicembre scorso una procedura arbitrale contro Tvo, il committente dell’impianto accusato di aver rallentato le necessarie comunicazioni tecniche all’autorità finlandese per la sicurezza (Stuk) provocando di conseguenza un ritardo di quasi un anno [continua…]

Da Quotidiano energia la notizia qui…

Nucleare pulito con i reattori a Torio


bxp45979Le centrali nucleari sono molto discusse: costano molto, sono alimentate con uranio, un materiale che sta cominciando ad esaurirsi e generano scorie radioattive che possono essere usate per la produzione di armi. L’idea più volte avanzata dal nobel Carlo Rubbia è una centrale che usi torio.

Le centrali a torio, come quelle ad uranio, producono energia mediante fissione nucleare: gli atomi degli elementi pesanti, se colpiti da neutroni, particelle che si trovano nei nuclei, si scindono producendo energia ed altri neutroni. Nel caso dell’uranio, il processo tende ad essere esplosivo e deve essere controllato per evitare incidenti come quello di Chernobyl. Con il torio il processo deve essere continuamente stimolato inviando neutroni sul materiale. E’ impossibile, quindi, che sfugga al controllo ed esploda. Ecco come funziona. [continua…]

Da Enel.it la notizia qui…

Ritorno al nucleare, tempi più lunghi


73470968Slitta di un mese il termine emendamenti al Ddl manovra
Roma, 10 dicembre – I senatori avranno un mese in più di tempo per presentare emendamenti in commissione Industria di Palazzo Madama al Ddl manovra (AS. 1195) che, tra l’altro, contiene la delega al Governo per il ritorno al nucleare. La commissione ha infatti deciso di spostare dal 16 dicembre al 15 gennaio, alle ore 12, il termine [continua]

Da Quotidiano energia la notizia qui…

Il nucleare italiano ai blocchi di partenza Agenzia indipendente entro fine anno


aa017865ROMA (8 dicembre) – Nucleare al primo giro di boa. Lo snodo è l’approvazione definitiva della legge sul rilancio dell’atomo: dopo il sì della Camera, dovrà dare la sua approvazione il Senato, probabilmente prima di Natale.Ma siccome le «Disposizioni sullo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese nonché in materia di energia» potrebbero registrare qualche modifica con successivo ritorno alla Camera, non è da escludere uno slittamento ai primi di gennaio che non influirà più di tanto sulla tempistica.

Il traguardo si avvicina e si comincia a ragionare sul concreto: assetti industriali, siti, autorità di controllo. Vediamoli. [continua…]

Da Il Mattino la notizia qui…