Arriva l’estate: ecco il barbecue a energia solare


Some chicken, pork and corn in the barbeque

Image via Wikipedia

Arriva la stagione estiva e con essa la voglia di passare le giornate all’aria aperta. Per gli amanti della carne alla brace finalmente la possibilità di fare un barbecue con la compagnia di amici e parenti. In arrivo c’è una una novità per essere sostenibili evitando lo spreco di legna e dei vari materiali infiammabili per l’accensione.

Stiamo parlando del barbecue alimentato a energia solare. Un’idea che coniuga il sostegno alle fonti rinnovabili al piacere della buona cucina. Due esempi al riguardo vengono da una ditta francese, la IdCook, e rispondono ai nomi di CookUp 200 e CookUp Inox.

Il meccanismo, assicurano i produttori, è molto semplice e soprattutto ecologico. Il calore viene convogliato in una “parabola” che riscalda la griglia di cottura, senza quindi ricorrere all’impiego di altri materiali.

Da Greenstyle.it   la notizia qui…

Enhanced by Zemanta
Annunci

“Salviamo l’energia pulita” in 14 mila scrivono a Romani


INCHIESTA SUL NUCLEARE/ L’INSICUREZZA ENERGETICA

Image by Sinistra Ecologia Libertà via Flickr

DECRETO RINNOVABILI. Mobilitazione senza precedenti contro la norma del ministro dello Sviluppo. In campo anche i deputati della maggioranza, compresi i “salva-governo” Razzi, Scilipoti e Polidori. Miccichè: “Federalismo a rischio”. Sul testo si tratta ancora .

ROMA – Il governo ha fatto un mezzo passo indietro e il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha assicurato 1 che domani il Consiglio dei ministri non varerà nessun provvedimento in grado di mettere a repentaglio lo sviluppo delle rinnovabili. Le brutte sorprese sono però sempre dietro l’angolo e il vasto movimento di sostegno alle energie verdi consolidatosi nelle ultime ore continua a far sentire la sua voce per impedire il varo del decreto ipotizzato dal ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani.

“Sono state fino a questo momento oltre 14 mila le persone che a partire da domenica sera si sono attivate rispondendo all’appello ‘SOS Rinnovabili’, promosso dal tam tam della rete e dei social network e che hanno materialmente inviato una email agli indirizzi dei ministri”, spiega uno dei promotori della campagna, il segretario di Asso Energie Future Gaetano Buglisi. “È un numero enorme di persone che si sono attivate per chiedere al governo di ripensare alla posizione di chiusura assunta, una posizione – continua Buglisi – che non è in linea con i pareri espressi dalle Commissioni competenti di Camera e Senato, che avevano indicato molte prescrizioni e parecchie correzioni al testo del decreto legislativo, contributi migliorativi assolutamente ignorati dalla bozza presentata al governo in Consiglio dei ministri”.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Convegno Milano – Cascina Cuccagna: verso una nuova socialità urbana…per provare di nuovo ad essere città


Orto botanico (Urbino)

Image by Yannick Anné via Flickr

Mlano – Cascina Cuccagna: verso una nuova socialità urbana…per provare di nuovo ad essere città. Sabato 27 novembre 2010, dalle 9.30 alle 18.30, Cantiere Cascina Cuccagna.

Un confronto sulla crisi degli spazi pubblici e le possibilità di rigenerare il tessuto sociale urbano. Partendo delle esperienze più significative attive a Milano e in Italia, si inizierà a definire la linea d’intervento del Progetto Cuccagna nell’ambito sociale.

Con la partecipazione di: Aldo Bonomi, Mauro Magatti, Marco Revelli, Serana Vicari, ADA Stecca, Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario, Associazione Amici Parco Trotter, Fondazione Bertini, CGM, Gruppo Abele, Tramemetropolitane.

PROGRAMMA

dalle 9.30 alle 12.30
CRISI E RIGENERAZIONE DELLO SPAZIO PUBBLICO URBANO
Introduce

Sandro Antoniazzi – Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna

Esilio della socialità e possibili risposte nella città contemporanea
Mauro Magatti – Università Cattolica di Milano

Il disagio della normalità a Milano
Aldo Bonomi – Istituto di Ricerca Aaster

Ricomporre la polis a partire dal sociale
Marco Revelli – Università del Piemonte Orientale

Modelli di rigenerazione urbana e innovazione sociale
Serena Vicari – Università degli Studi di Milano Bicocca

Sogni e bisogni a Milano. Risorse e vissuti nella Zona 4
Sebastiano Citroni – Università degli studi di Milano Bicocca

dalle 12.30 alle 14.30
PRANZO
Un menu a cura di “Le Cuciniere”: pasta al forno con broccoletti alla trapanese, torta salata con verdure di stagione. Costo 10 euro (contributo a favore del Progetto Cuccagna). Prenotazioni a: info@cuccagna.org.

dalle 14.30 alle 18.30
ESPERIENZE E PERCORSI A CONFRONTO
Introduce
Sergio Bonriposi – Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna

Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord (Tramemetropolitane)
Paesaggi culturali e comunità: riattivare la memoria locale —Silvia Mascheroni

La casa del sole (Associazione Amici del Parco Trotter)
La costruzione di relazioni interculturali in via Padova —Dino Barra

Stecca Temporanea (ADA Stecca)
L’autorganizzazione di spazi di aggregazione per il quartiere Isola e la città —Isabella Inti

G.EN.TE. (Fondazione Bertini)
Nuove relazioni attraverso nuove tecnologie —Giovanni Sironi

Casa del Quartiere San Salvario (Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario)
Spazio pubblico e sviluppo locale —Roberto Arnaudo

Welfare Italia impresa sociale (Cgm Gruppo Cooperativo)
Inclusione attraverso il capitale sociale —Johnny Dotti

La Casa del Quotidiano (Gruppo Abele)
La dimensione quotidiana dello spazio pubblico —Lucia Bianco

discussione aperta

Conclusioni
Cristina de Michele – Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna

ore 19.30
APERITIVO A FILIERA CORTA e DELIRIUM JAZZ BAND IN CONCERTO
Menù a cura di “Le Cuciniere”: insalata di cereali, carote al curry, dhal di lenticchie, creme saporite accompagnate da biscottini salati. Costo: 8 euro (contributo a favore del Progetto Cuccagna). Prenotazioni a: info@cuccagna.org.

Da Cascina cuccagna newsletter la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Enel Green Power/ Al via una nuova centrale geotermica


Geysers de "El Tatio"

Image by Johan Berna via Flickr

E’ stata messa in marcia oggi la centrale geotermica di Radicondoli 2, nell’omonimo comune in provincia di Siena, che, con i suoi 20 MW, va ad aggiungersi ai 40 MW della centrale gia’ esistente, portando l’impianto a 60 MW complessivi di potenza installata.

L’impianto sara’ cosi’ in grado di produrre a regime oltre 140 milioni di chilowattora, corrispondenti ai consumi di 55.000 famiglie, e di evitare l’emissione in atmosfera di 200.000 tonnellate di CO2, oltre a un risparmio di combustibili fossili per 55.000 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) all’anno.

Da Affaritaliani la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

GENOVA: Biennale del Mediterraneo


SOSLOG (associazione per la logistica sostenibile) VI Convegno Internazionale. Un’opportunità per favorire sviluppo sostenibile e risparmio energetico per l’intera area mediterranea e per l’intera Europa.

Genova è stata eletta per il 2010 sede della Biennale del Mediterraneo e quindi è venuto spontaneo eleggerla a sede del nostro VI Convegno annuale che si terrà il prossimo 1° dicembre a Palazzo Ducale, nella prestigiosa cornice del Salone del Maggior Consiglio. Questa data sarà occasione per poter analizzare le opportunità di sviluppo sostenibile e di risparmio energetico correlate all’area mediterranea ed all’intera Europa. Come già per il 2009 il Prof. Jean-Paul Fitoussi ha confermato la propria partecipazione in qualità di keynote speaker. Avviare un’azione di trasformazione delle fonti energetiche, delle infrastrutture, dei processi e dei prodotti secondo una logica di sostenibilità vuole anche dire ridurre gli sprechi, ottimizzare i consumi e dedicarsi al riciclo, con notevoli risparmi di costi ed interessanti ritorni di immagine.

La transizione verso un’economia più sensibile all’ecosistema porta con sé inizialmente vincoli ed oneri, tuttavia, se questo processo è gestito con attenzione, può generare molteplici opportunità ed oggi è una priorità per l’intero tessuto industriale sia dei paesi avanzati sia dei paesi in via di sviluppo.

Data: 1° Dicembre 2010
Luogo: Genova, PALAZZO DUCALE, Salone del Maggior Consiglio

Da SOSLOG la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Referendum “Milano si muove”: superate le 10.000 firme, si avvicina il traguardo delle 15.000


Tra venerdì e sabato, nel week end dedicato all’ambiente, ne hanno raccolte più di 3500, con la pioggia per giunta. Io ho firmato nel banchetto piazzato al mercato rionale di Valvassori Peroni. Ad oggi è stata superata quota diecimila. Per raggiungere le 15 mila firme c’è tempo fino al 6 novembre.

Parliamo dei cinque referendum indetti dal Comitato fondato dall’ex Assessore alla mobilità sostenibile Edoardo Croci:

  1. 1 dimezzare traffico e smog,
  2. 2 raddoppiare gli alberi e il verde pubblico,
  3. 3 conservare il futuro parco dell’area EXPO,
  4. 4 energia: adottare standard massimi di efficienza e ridurre i gas serra,
  5. 5 ripristinare la Darsena e studiare la riapertura dei Navigli.

Purtroppo l’amministrazione comunale non ha dimostrato un atteggiamento collaborativo. Parliamo della mancata concessione della Moratti alle deleghe ai dipendenti per autenticare le firme sui referendum, atto che avrebbe facilitato non poco la raccolta delle firme, come lo stesso comitato ha sottolineato in un comunicato.

Da 02blog.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Finanziamento fotovoltaico con i contributi statali


Solar Power for home
Image by solarpowerforyou via Flickr

Rispetto al passato l’installazione, sul tetto di una casa, di un impianto fotovoltaico di piccola potenza, rappresenta una soluzione vantaggiosa nel medio e nel lungo periodo al fine di tagliare la bolletta per quel che riguarda il consumo di energia elettrica.

Inoltre, grazie ai contributi statali, attraverso la connessione in rete dell’impianto, offerti dal Conto Energia, si possono via via acquisire, per un periodo pari a ben 20 anni, risorse che permettono non solo di rientrare dall’investimento, ma anche di guadagnare.

Oramai da tempo è tra l’altro possibile per i privati accedere al credito proprio con la finalità di installazione di impianti fotovoltaici. Ad esempio, Unicredit Group, con la finalità di installazione di pannelli fotovoltaici, propone alla propria clientela dei finanziamenti che possono essere sia ipotecari, sia chirografari, ovverosia senza il rilascio di garanzie reali, con la formula del tasso variabile oppure con rimborso della rata a tasso fisso.

Da Vostrisoldi la notizia qui…

Enhanced by Zemanta