Il Colosseo? E’ accerchiato dal traffico. L’allarme di Legambiente


Via dei Fori Imperiali, seen from the Colosseu...

Image via Wikipedia

Duemila veicoli in un’ora transitano di fronte al Colosseo, via dei Fori Imperiali è come una superstrada in una tranquilla giornata romana, con un rumore assordante di 95,2 decibel dB(A) di picco, causa di notevoli vibrazioni.

Sono eclatanti i dati che Legambiente ieri ha rilevato con un monitoraggio realizzato di fronte all’antico Anfiteatro Flavio.

Ben 1165 sono automobili (54,6%), 353 sono scooter e moto (16,5%), 296 sono taxi (13,9%), ben 144 sono furgoni e camion (6,7%), ma sono del tutto incredibili 67 pullman turistici (3,1%), mentre arrancano in mezzo al traffico 95 autobus (4,4%) e 15 biciclette (0,7%).

Il totale di 2135 veicoli è da spavento, peraltro in una condizione di traffico non al massimo delle peggiori performance. In sostanza la quasi totalità dei dei veicoli sono privati (81%), mentre la quasi totalità del traffico arriva da Via Cavour e va in direzione via dei Fori Imperiali, piazza del Colosseo, via Labicana (90,4%).

“Al Colosseo è come stare su una superstrada, i Fori subiscono ogni giorno il traffico, lo smog e il rumore di una affollata strada statale. Sindaco Alemanno, questo scempio va fermato subito, l’area va resa pedonale con l’aiuto del Ministero dei Beni Culturali, la Capitale non può pensare di vincere la sfida delle Olimpiadi se non facendo scelte coraggiose” ha detto Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio.

Da Affaritaliani   la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

L’INIZIATIVA: Una vittima della strada in obitorio ecco la campagna shock dei ciclisti


Cartolina online del coordinamento “Di traffico si muore”. “Passeggiare per le strade di Roma? Meglio in un’altra città”.

“Il traffico di Roma uccide, andate altrove”. E ancora: “Passeggiare per le strade di Roma? Meglio in un’altra città”. E ancora.Le frasi sono su fondo rosso e giallo, i colori della capitale, in primo piano campeggiano i piedi di una vittima della strada coperta da un lenzuolo dell’obitorio. Mentre il Campidoglio fornisce dati rassicuranti sul turismo a Roma, il coordinamento “Di traffico si muore” (www.ditrafficosimuore.org) lancia una campagna shock attraverso una cartolina che da oggi verrà fatta circolare in rete.

“La tradurremo in inglese, francese, tedesco e giapponese. E’ il nostro modo di celebrare il 21 aprile, giorno del Natale di Roma. Il sindaco Alemanno organizza cortei di centurioni, noi torniamo a lanciare l’allarme sulla pericolosità delle nostre strade”, spiega paolo Bellino del coordinamento, meglio conosciuto come Rotafixa.

Il coordinamento “Di traffico si muore” è nato all’indomani della morte di Eva Bohdalova, una ciclista di 29 anni travolta e uccisa alla fine di ottobre su via dei Fori Imperiali, mentre tornava a casa in bicicletta.

Da Repubblica la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Fuorisalone: In 300 mila per il design. Niente auto in via Tortona. Una settimana di eventi


DSC_3693

Image by loveleft via Flickr

Milano. Mercoledì il via. Il Comune: puniremo sosta selvaggia e abusivi. In festa anche Lambrate, Isola e Brera. Atm potenzia i mezzi pubblici, bike sharing fino alle 2 di notte.

MILANO – La città si prepara alla carica dei trecentomila. L’appello per la settimana di mobile e design ricorda i giorni dell’emergenza neve: «Milanesi, lasciate a casa le auto!». Il rischio, in questo caso, si chiama multa. «I vigili urbani — promette il vicesindaco Riccardo De Corato—non faranno sconti». Linea durissima anche contro i venditori ambulanti di salamelle e hot dog. Lunedì pomeriggio, il tentativo degli «abusivi» di violare la «zona rossa» è finito con 12 multe ad altrettanti furgoni: 76 euro per divieto di sosta e violazione dell’ordinanza sul commercio durante la design week. Addetti ai lavori, appassionati, curiosi.

L’anno scorso furono più di duecentomila. In zona Tortona scatterà l’isola pedonale con cinquanta vigili mobilitati. Le vie del design saranno chiuse al traffico da mercoledì (fino a venerdì, dalle ore 19 all’una di notte; sabato e domenica dalle 14 all’1), ingresso e parcheggi consentiti solo a residenti, domiciliati e operatori forniti di pass; una navetta collegherà zona Tortona alla Triennale, mentre i taxi sosteranno in via Bergognone. Atm, nel frattempo, potenzierà i mezzi di superficie (linee 94 e 14) del quartiere e le tre linee della metropolitana.

[…]Prolungato invece il servizio di bike sharing: le bici pubbliche pedaleranno fino alle due di notte. Palazzo Marino si appella al buon senso dei visitatori («Usate i mezzi pubblici!»)

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Speciale Elezioni Regionali 2010


C'è qualcosa che non và...

Image by 7Bart via Flickr

Da Corriere.it: Speciale Elezioni 2010 – Da Videochat Corriere con Beppe Sevregnini Da Repubblica.it: Proiezioni Elezioni regionali 2010 – dati – Da Repubblica TV la Diretta webTv – Da Sole24ore.it: Regionali 2010 la diretta dati in tempo reale

Reblog this post [with Zemanta]

Troppi pericoli sulle strade di Roma ciclisti si fingono morti in Campidoglio


Palazzo dei Senatori in the Piazza del Campidoglio

Image via Wikipedia

In memoria della giovane morta ai fori, Il 25 marzo suo 29simo compleanno. Protesta dei comitati per le due ruote, ricordando Eva
«Sporchi di sangue perchè di traffico si muore».

ROMA – Biciclette, e ciclisti urbani, ricoperti da grossi lenzuola bianche sporcata da grandi macchie rosse. «Teli sporchi di sangue, perché di traffico si muore». All’ombra del Marco Aurelio, in piazza del Campidoglio, è andato in scena il «die-in» – un particolare tipo di flash mob in cui i partecipanti si fingono morti, il primo fu lanciato nel 2003 in Inghilterra, contro la guerra in Iraq – del Coordinamento Di Traffico si Muore.

COMMEMORAZIONE – Giovedì pomeriggio, i ciclisti si sono dati appuntamento in via dei Fori Imperiali, nel punto esatto dove fu travolta e uccisa da un tassista, la giovane ciclista Eva Bohdalova: «Il 25 marzo sarebbe stato il suo 29simo compleanno», ricordano i ciclisti. Poi, insieme gli amici di Eva hanno raggiunto il Campidoglio. Un blitz rapido. Immobili per cinque minuti, i rappresentanti del Coordinamento hanno voluto così lanciare un appello all’amministrazione capitolina. «Abbiamo organizzato questo blitz – spiega Paolo Bellino, membro del Coordinamento e candidato indipendente nelle liste dei Verdi alle elezioni regionali – perché le amministrazioni italiane, in questo caso ci riferiamo al Comune di Roma, sono indifferenti alla violenza del traffico veicolare».

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Napoli: ricariche telefoniche in cambio di differenziata


Il Porto di Mergellina in Napoli

Image via Wikipedia

Ispirandosi a modelli nordeuropei il quartiere di Chiaia cerca di incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti che a Napoli, nel 2009, ha raggiunto il 20%.

Ricariche per i telefoni cellulari in cambio di rifiuti differenziati. E’ questa l’idea (non poi così tanto originale, ma senza dubbio incentivante) lanciata dalla prima municipalità di Napoli per incrementare la raccolta differenziata in uno dei quartieri più chic e commerciali della città partenopea.

Il progetto, inizialmente solo per la plastica, prevede l’installazione di macchine compattatici le quali, sulla base del quantitativo di rifiuti inserito, rilasciano uno scontrino con un punteggio che darà diritto ad ottenere ricariche telefoniche.

“Le compattatrici – spiegano i promotori della I municipalità in una nota – sono state posizionate in alcuni esercizi commerciali del territorio. L’obiettivo è di estendere quanto più possibile questa iniziativa, coinvolgendo tutti i centri commerciali della nostra municipalità”.

Da Yeslife la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]