Milano – BikeMi: 100 stazioni per le due ruote gialle


Letizia Moratti, Sindaco di Milano

Image by Design Conversation via Flickr

Milano – Esteso il servizio di bike sharing. Quasi mezzo milione di prelievi nei primi 10 mesi di attività. Due utenti su tre sono milanesi, il 33% viene da fuori, con il 10% di stranieri. Il Sindaco Moratti ha inaugurato la nuova rastrelliera in via Borgogna; al suo fianco l’assessore Croci e il Presidente di Atm Catania.

Milano, 28 settembre 2009 – “Abbiamo deciso di allargare questo servizio che ha dato un risultato estremamente positivo.
Sono oltre 11mila gli abbonamenti annuali e circa 10mila i giornalieri, e i prelievi sono stati 480mila in questi primi 10 mesi. Questi numeri dimostrano quanto questo servizio sia apprezzato dai milanesi e per questo lo estenderemo”.

Da Comune di Milano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Bike sharing : ” Qui in Italia sbagliate tutto”


Unfortunate Accidental Triptych

Image by jasonEscapist via Flickr

Pedro ha rimesso le lancette avanti di vent’anni. E mentre mezzo mondo, affogato nello smog, scopre il bike sharing che lui ha inventato venti anni fa, ieri ha detto chiaro e tondo che «il bike sharing è ormai superato, serve solo per i turisti». Vediamo perché.

Fino ad oggi il “suo” bike sharing era l’avanguardia della sostenibillità. Cosa è cambiato? – Tutto. Quando lo inventai, nel 1989, le biciclette erano un bene costoso. Oggi i cinesi le producono per 4-8 dollari l’una, e se ne trovano ovunque per 60, 100 euro. Il risultato è che 1 persona su 4 ha una bici. Tutte stipate sui balconi, nei garage, mai utilizzate: mi vuol spiegare che necessità c’è, allora, di condividere una bici se già ne possediamo una? Non ha più senso.

Tuttavia la mobilità sostenibile era un problema e oggi lo è ancora di più… – Certo. Perciò le amministrazioni oggi devono chiedersi: una volta che la gente compra la bici, che fare perché la usi?

Come? – Ho presentato il mio progetto a Washington allo staff di Obama, e oggi al ministero dell’Ambiente italiano, perché sto cercando contributi per realizzarlo. Parto da un presupposto: la gente chiede alla mobilità comodità e sicurezza. Comodità: ho brevettato un complesso sistema di stazioni sosta interamente automatizzate. Lasci lì la tua bici, e non in cantina. Allarmi infrarossi, caricabatterie per mezzi elettrici e così via: basta uscire di casa e trovarla pronta: come si fa con l’auto.

E la sicurezza? Guardi: la storia delle infrastrutture non attacca: ci vogliono 20 anni per fare 1 metro di ciclabile… – Se ci sono, è meglio. Altrimenti la massa di bici che scenderà in strada condizionerà le auto, facendole andare più piano delle due ruote. È questa la vera rivoluzione.

Qualche numero per confortare la sua tesi? – Si parla molto del bike sharing di Parigi, con 20 mila bici. Se è vero che una persona su 4 in Occidente ha una bicicletta, a Parigi, che ha 12 milioni di abitanti, ci sono 3 milioni di biciclette. Mettiamo che di queste un quinto sia sensibile alla mia idea: sarebbero 600 mila bici in giro per la città. Che dice, meglio 600 mila o 20 mila? (ANDREA BERNABEO)

Il futuro? È adesso. Nome Pedro Kanof. Vive tra Washington eMilano. Cosa ha fatto: Nel 1989 ha inventato il bike sharing. Oggi però lo considera superato.

Da Metro news la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

«Troppo smog e cemento». Milano fa morire sei alberi al giorno


MILANO - Naviglio della Martesana (01)

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Milano – Chiuso il Festival dell’Ambiente. L’assessore Cadeo: serve un riequilibrio. Da abbattere 2.400 piante «Ambiente troppo ostile». L’appello degli agronomi: gli alberi, un bene sociale

Per fine anno, con l’aria av­velenata che tira, le piante ab­battute in tutto il 2009 saranno 2.400. Un intero bosco infetto e sfibrato, asfissiato dallo smog e martoriato dalla sosta selvaggia.

Milano fa morire sei alberi al giorno. Segati. Dicono agronomi e botanici che l’am­biente urbano è «particolar­mente ostile al verde», traffica­to, cementificato e densamen­te popolato. La risposta del Co­mune è un mix di tradizione e innovazione, piantumazioni e ricerca. Primo progetto: rifore­stazione e biodiversità su 14 et­tari verdi (parco Argelati, via dei Missaglia e quartiere Ter­razze).

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma – La promessa del Campidoglio: «Libereremo Roma dal traffico»


Interview

Image by stijn via Flickr

ENTRO NATALE LA NUOVA DISCIPLINA DEI PULLMAN. Approvato il Piano strategico per la mobilità sostenibile: 5 anelli intorno alla città, centro storico pedonalizzato.

ROMA – Il titolo è ottimista: «Roma libera dal traffico». Così l’amministrazione capitolina ha chiamato il nuovo «Piano strategico per la mobilità sostenibile» approvato ieri dalla Giunta. Tre volumi per «liberare i romani sequestrati per ore e ore ogni giorno nelle proprie auto», come ha detto Gianni Alemanno. Un piano senza grosse novità rispetto assetti già individuati, che prevede una serie (16) di interventi nel breve-medio periodo, compresa la pedonalizzazione del Tridente, per arrivare nel futuro a cinque «anelli» per la grande viabilità: dal sistema dei lungotevere con la realizzazione dei due sottopassi a Castel Sant’Angelo e all’Ara Pacis, al completamento dell’Olimpico «con tracciati alternativi tra via Cipro e la Circonvallazione Clodia e tra via Prenestina e piazza Zama». Uno di «circolazione intermedia», con il completamento del sottopasso dell’Appia e della Palmiro Togliatti fino a ponte Mammolo, alla «Tangenziale delle Torri» interna al raccordo e al Gra.

Tra le novità futuribili vi è l’ipotesi di far passare una linea tramviaria lungo il Muro Torto, accompagnata «dall’interramento integrale dell’attuale tracciato dei sottopassi di Corso Italia fino al lungotevere».

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi bici: 38mila domande in quattro giorni. Ecco l’elenco dei modelli


Shiny New Bike

Image by pkohler via Flickr

Venduta una bici ogni 2 secondi con lo sconto del 30%. Se l’inserimento delle pratiche continuerà nei prossimi giorni con lo stesso ritmo, i fondi potrebbero esaurirsi entro giovedì o venerdì ...»

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Ciclabile sul Corridoio della mobilità Laurentina? Denuncia all’Assessore Marchi


Tevere ciclabile

Image by zio Paolino via Flickr

Onorevole Assessore Sergio Marchi,
eravamo pronti a complimentarsi con Lei, per il corridoio della Mobilità ad Anagnina, dove avete inserito la ciclabile; come previsto dalla legge regionale 13/90 e la legge nazionale 366/98; leggiamo che nel corridoio della mobilità era prevista la ciclabile, non menzionata nell’articolo che abbiamo letta nel sito del Comune di Roma.

Le chiediamo? Dobbiamo farle i complimenti per aver mantenuto un impegno preso nel recente passato: ” nei Corridoi della Mobilità, abbiamo inserito la ciclabile”: oppure dovremo denunciare alla magistratura questa inadempienza di leggi e sopratutto non vogliamo denunciare che l’Assessore alla Mobilità è Inaffidabile. Nell’attesa di una sollecita risposta sul merito, restiamo fiduciosi che l’articolo nel sito sia incompleto, carente sopratutto sulla progettazione e nella realizzazione della ciclabile.

Il mondo sta cambiando, la cultura europea sulla mobilità sostenibile, propone finanziamenti per la realizzazione e progettazione di spazi riservati in sede propiria o promiscua; il comune di Roma ci aveva informati che gli assessori competenti: mobilità, ambiente, lavori pubblici e urbanistica, lavoravano in sinergia, speriamo di vedere questa collaborazione in attività per realizzare quel sogno :”Roma Ciclabile”.

Per conoscenza abbiamo inoltrato questa denuncia, al Sindaco, all’Assessore Ambiente e alla stampa; chiaramente alle associazioni ciclistiche e ambientalistiche, distinti saluti.

Roma, 25 settembre 2009
Maurizio Santoni Portavoce del Coordinamento Roma Ciclabile
c/o Legambiente Lazio http://www.roma-ciclabile.org

Roma, 25 settembre – L’assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Sergio Marchi, il presidente e l’amministratore delegato di Roma Metropolitane, Gianni Ascarelli e Federico Bortoli, hanno inaugurato nell’area di via Francesco de Suppਠ(adiacente al nodo di scambio Eur Laurentina) il cantiere dei lavori per i nuovi Corridoi del trasporto pubblico Eur-Mezzocammino Tor de’ Cenci ed Eur Laurentina-Tor Pagnotta-Trigoria . Per leggere questo articolo vai su: Inaugurati i cantieri dei “corridoi del trasporto pubblico” nei quartieri a sud dell’Eur

Da Roma ciclabile la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Camera di Commercio di Monza e Brianza – Contributi alle imprese artigiane per il sostegno al risanamento ambientale


Money

Image by MarcelGermain via Flickr

Le imprese artigiane, i consorzi, le società consortili e le cooperative che, entro il 15 luglio 2010, modificheranno i processi di produzione ai fini della salvaguardia dell’ambiente o introdurranno prodotti a basso impatto ambientale possono beneficiare fino al 30 ottobre 2009 di contributi sugli investimenti effettuati fino al 30% delle spese ammissibili per investimenti minimi di 15.000,00 euro.

Scarica il bando (in formato pdf 191 Kb)
Scarica la locandina (in formato pdf 130 Kb)
Scarica il modulo di partecipazione al bando (in formato pdf 167 Kb)

Da Mbcamcom.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]