Alla ricerca di inquinanti


LONDON - APRIL 07:  School children look up at...
Image by Getty Images via Daylife

Fra poche settimane il pesce che vedete nella foto inizierà a nuotare a nord di Gijon, Spagna settentrionale. E’ un robot e a realizzarlo è stato il dipartimento di Robotica dell’università dell’Essex.

Attraverso diversi sensori, il suo compito sarà monitorare la qualità dei mari in cui si muoverà, per esempio catturando dati sulla quantità di ossigeno o di inquinanti presenti nell’acqua. Il progetto – che ha un valore complessivo di circa 2,7 milioni di euro – è stato finanziato dall’Unione Europea. Per ora si può osservare il pesce nelle vasche del London Aquarium.

Da Chip chip la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Depurare con gli ultrasuoni le acque contaminate dai farmaci


Inquinamento

Image by Roby Ferrari via Flickr

Residui chimici nell’acqua

Un nuovo metodo per contrastare il grave problema dell’inquinamento da farmaci, illustrato da un articolo pubblicato su Water Research, è stato messo a punto da un gruppo internazionale di chimici, appartenenti a centri di ricerca distribuiti tra Francia, Svizzera, Spagna e Colombia.

Il sistema potrà trovare la sua applicazione primaria in impianti di depurazione delle acque, nelle quali i residui dei prodotti farmaceutici finiscono con facilità e in grandi quantità, provenienti dai singoli consumatori, dagli ospedali e dalle stesse aziende che li realizzano. [continua…]

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

La Spagna investe 4,7 miliardi per le ferrovie


{{es|Escudo de armas de la Ciudad de Valencia ...

Image via Wikipedia

L’attenzione del governo spagnolo verso il trasporto ecosostenibile fa proseliti anche nella movimentazione delle merci. Dopo l’Alta Velocità low-cost, la curiosità della stampa si sposta ora su un progetto da 4,7 miliardi di euro presentato dal ministero dello Sviluppo Economico, con lo scopo di incoraggiare e incrementare il traffico ferroviario dei beni.

L’obiettivo principale è quello di rendere questo tipo di trasporto più competitivo, migliorando l’affidabilità del servizio attraverso il collegamento tra i terminal, che a loro volta operativi 24 ore su 24.

In questi giorni la divisione merci della società ferroviaria spagnola Renfe lancerà un servizio che prevede l’impiego di treni lunghi fino a 600 metri – da 60 teu – fra Valencia e Marsiglia. [continua…]

Da Fsnews.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Fotovoltaico – Solarday si espande in Germania


The Roman Empire in 116 AD and Germania Magna,...

Image via Wikipedia

26 gennaio 2009 – Tecnologia italiana per il mercato tedesco. E’ quella di Solarday che grazie al modulo PX 60 (foto), già presente in Germania dal 2006, espande la propria presenza in questo Paese dove la domanda di dispositivi fotovoltaici è sempre molto esigente.

PVLine, che fornisce i più grandi installatori e distributori di moduli in Germania e principale distributore di Solarday, ha già acquistato per il 2008 dalla società di Mezzago (Milano), operativa dal 2006, moduli per una fornitura totale di 6 MW ed ha sottoscritto un nuovo contratto di fornitura per 5 MW per l’anno in corso. Entro la fine del mese di dicembre 2008 è stato siglato un ulteriore accordo per 8 MW, cosicchè il quantitativo totale per il biennio 2008/2009 è di 19 MW.

Oltre il 50 per cento dei moduli Solarday – ha spiegato Alberto Giovanetti, socio e responsabile impianti Solarday – sono oggi venduti all’estero, prevalentemente in Germania e in Spagna e l’accordo con PV Line consolida ulteriormente questo nostro trend di crescita sul mercato tedesco. Il nostro modulo si colloca nella fascia alta di prestazioni, ovvero nel range di 210-230Wp e trova pertanto una forte richiesta soprattutto nel centro e nord Europa. Le specifiche caratteristiche del modulo PX60 consentono un montaggio veloce ed apportano una conseguente riduzione dei costi. [continua…]

Da Zeroemission.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]