IVA tassa rifiuti: Federcontribuenti, restituzione subito


ridateci i soldi

Image by 4v4l0n42 via Flickr

Giovedì scorso, 1 ottobre 2009, a Nichelino, in provincia di Torino, c’è stata una manifestazione che la sede locale della Federcontribuenti, ed il Comitato Spontaneo di Nichelino, hanno organizzato per dire “NO” al caro-rifiuti ed all’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) sulle fatture, ma anche e soprattutto la restituzione dell’IVA pagata in maniera illegittima in questi anni dai cittadini.

La Federcontribuenti chiede la restituzione immediata e certa dell’imposta a favore dei cittadini, e per questo si è apertamente rivolta al Governo in merito dopo che la Corte Costituzionale ha dichiarato come illegittima l’imposta applicata sulla tariffa di igiene ambientale.

Da Vostrisoldi la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma, sviluppo, ambiente: convegno in Campidoglio, con le associazioni


Capitoline Hill

Image by DennisSylvesterHurd via Flickr

Ambiente, economia, risparmio energetico, gestione dei rifiuti, compatibilità tra crescita e tutela del territorio: sono i temi del convegno dal titolo “Proposte per Roma: territorio, qualità della vita, sviluppo sostenibile”, sabato 14 marzo in Campidoglio, sala della Protomoteca, dalle 9,30 alle 13,30.

Il meeting, presieduto dal consigliere comunale Dario Rossin, ha una peculiarità: la presenza, accanto a quella di esperti e studiosi, di numerose associazioni civiche, le cui idee e proposte fanno da ‘materia prima’ al dibattito. In discussione, nuove iniziative per il risparmio energetico e lo sviluppo a basso impatto ambientale. [continua…]

Da Comune di Roma la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Depurare con gli ultrasuoni le acque contaminate dai farmaci


Inquinamento

Image by Roby Ferrari via Flickr

Residui chimici nell’acqua

Un nuovo metodo per contrastare il grave problema dell’inquinamento da farmaci, illustrato da un articolo pubblicato su Water Research, è stato messo a punto da un gruppo internazionale di chimici, appartenenti a centri di ricerca distribuiti tra Francia, Svizzera, Spagna e Colombia.

Il sistema potrà trovare la sua applicazione primaria in impianti di depurazione delle acque, nelle quali i residui dei prodotti farmaceutici finiscono con facilità e in grandi quantità, provenienti dai singoli consumatori, dagli ospedali e dalle stesse aziende che li realizzano. [continua…]

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma – Rifiuti: da marzo raccolta porta a porta a Trastevere, Torrino e Villaggio Olimpico


Logo of the rione

Image via Wikipedia

L’Ama sta già distribuendo dei kit alle famiglie contenenti un vademecum, una biopattumiera e una fornitura per un anno di sacchetti colorati. L’assessore De Lillo: “L’inizio sarà difficile, ma poi l’accettazione sarà generale”

Al Torrino, al Villaggio Olimpico e a Trastevere è cominciato il conto alla rovescia: a marzo in questi quartieri partirà la raccolta differenziata porta a porta. Nei primi due quartieri saranno presenti dei piccoli bidoni per ogni palazzo, mentre a Trastevere l’immondizia sarà raccolta in sacchi di vari colori a seconda del tipo di materiale da riciclare.
L’Ama sta già distribuendo dei kit alle famiglie contenenti un vademecum, una biopattumiera e una fornitura per un anno di sacchetti colorati. I sacchetti avranno i seguenti colori: blu per vetro e plastica, bianchi per la carta, verdi per l’indifferenziata e marroni per gli scarti organici.

Per De Lillo, tra i cittadini “all’inizio c’è diffidenza perché è un cambiamento culturale, ma poi ci sarà un’ accettazione generale. I risultati dei tre quartieri-pilota in cui si è avviato questo sistema due anni fa sono confortanti: ad esempio a Colli Aniene il 93% dei cittadini non tornerebbe alla raccolta tradizionale”. [continua…]

Da Romatoday la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

ECONOMIA E FINANZA – CODACONS IN AZIONE


Cassonetto per la raccolta dei rifiuti di mate...

Image via Wikipedia

NON BUTTARE I TUOI SOLDI NELL’IMMONDIZIA! AGISCI ORA PER RECUPERARE L’IVA SULLA TASSA SUI RIFIUTI ILLEGITTIMAMENTE PAGATA!

Non buttare i tuoi soldi nella spazzatura! Anche tu, probabilmente, sei costretto a pagare una tassa “sporca’ ma, soprattutto, assolutamente non dovuta!

Anche tu stai ricevendo, periodicamente, il tristemente famoso bollettino per pagare la tassa sui rifiuti.

Ma attenzione!!! Controlla attentamente la bolletta: se ti è stata applicata l’Iva (nella misura del 10%) sulle voci di raccolta e smaltimento rifiuti, puoi richiederne il rimborso immediato!!

Ad esempio, se paghi una tassa di 900 euro l’anno, il tuo Comune ti sta sottraendo 90 euro di IVA illegittima che, moltiplicati per 10 anni (il massimo che puoi richiedere), sono 900 euro buttati nell’immondizia!

La Corte di Cassazione, in linea con l’orientamento comunitario, ha stabilito che il corrispettivo che i cittadini devono pagare per la raccolta e smaltimento dei rifiuti, e’ una tassa e non una tariffa.

Se fosse una tariffa l’Iva sarebbe applicabile, ma essendo una tassa questo non e’ legittimo!

SE HAI PAGATO L’IVA SULLA TASSA SUI RIFIUTI, ORA LA PUOI RECUPERARE! [continua…]

(pubblichiamo il comunicato del Codacons )

Da Codacons.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Italia- Tassa sui rifiuti: Cassazione stabilisce che Iva non va pagata


The Courthouse (dibbed

Image via Wikipedia

Italia- (di Monica Rubino)Con una recente sentenza, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’IVA del 10%, normalmente addebitata sulle bollette della tassa sui rifiuti, è illegittima. La Corte di Cassazione, allineandosi con l’orientamento degli altri Paesi dell’Unione europea, ha stabilito che il corrispettivo che i cittadini devono pagare per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, è una tassa e non una tariffa. Se fosse una tariffa, l’IVA sarebbe applicabile, ma essendo una tassa non è legittimo. Controllate, dunque, attentamente la bolletta: se è stata applicata l’Iva nella misura del 10% sulle voci di raccolta e smaltimento rifiuti, si potrà chiedere il rimborso immediato al Comune o alle società appaltatrici che gestiscono il servizio. Il risarcimento può essere richiesto per un massimo di 10 anni [continua…]

Da Altocasertano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]