Piste ciclabili a Roma: “Ragionare del nulla”


Bike in Rome

Image via Wikipedia

Giovedì scorso ho partecipato alla presentazione del lavoro di monitoraggio delle piste ciclabili romane condotto da Agenzia Roma e Ciclomobilisti.

All’atto pratico i Ciclomobilisti hanno fatto il lavoro “sul campo” ed Agenzia Roma ha elaborato i dati. Il risultato potete leggerlo nel PDF diffuso in rete. Dal mio punto di vista è un lavoro che getta le basi per la valutazione delle realizzazioni future e stabilisce dei criteri oggettivi di comprensione, anche a priori, sulla funzionalità delle realizzazioni comunali sulla ciclabilità.

Ma un lavoro che non si conclude con questa presentazione, proseguendo sul neonato sito Ciclomobilisti.it e sul relativo Forum di discussione, nei quali ci si ripropone di aggiornare, quasi in tempo reale, l’evoluzione dello stato delle infrastrutture della ciclabilità romana. Alla presentazione hanno fatto seguito diversi interventi.

Il coordinamento Di Traffico Si Muore, per voce di Paolo Bellino, ha proposto il superamento del paradigma “piste ciclabili” come unico possibile intervento, dati i tempi lunghi ed i costi non sempre giustificati, e proponendo invece politiche di riduzione della velocità di punta dei veicoli privati, già ora fuori dai termini di legge. Il mio intervento ha invece cercato di contestualizzare il senso del contendere, andando ad inquadrare le cifre fornite in un discorso più complessivo. Più o meno ho affermato quanto segue.

Da Mammifero bipede la notizia qui…

Enhanced by Zemanta
Annunci

Roma – De Lillo incontra i ciclisti


Italy Roma

Image by Hans.Chen via Flickr

Dopo la morte di Eva, i ciclisti chiedono provvedimenti seri per la loro sicurezza e la ciclabilità romana.

Con l’idea di riattivare un rapporto che si andava perdendo, l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo ha proposto di aprire un tavolo tecnico permanente con le associazioni ciclistiche per discutere della mobilità ciclabile in città. Il prossimo incontro è stato fissato per giovedì 10 dicembre 2009, poi si susseguiranno ogni 15 giorni. Questo è uno degli impegni con cui l’Assessore all’Ambiente si è mostrato ai numerosi ciclisti che hanno partecipato all’incontro che si è svolto giovedì 26 novembre dalle 17:30 in poi all’Aranciera dell’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Agricole del Comune, piazza di Porta Metronia 2.

Dal canto loro i ciclisti hanno presentato un decalogo ricco di proposte con cui l’amministrazione pubblica possa dimostrare un’attenzione più esplicita e duratura nei confronti di un tipo di mobilità, quella in bicicletta, così trascurata dalle istituzioni e dai cittadini in generale da essere molto pericolosa e poco sfruttata.

La morte di Eva Bohdhalova che il 30 ottobre 2009 è stata falciata da un tassista lungo via dei Fori Imperiali a soli 28 anni, ha scosso gli animi dei ciclisti romani che hanno iniziato a manifestare ogni venerdì sera, avanzando richieste, come la riduzione della velocità a 30 km orari, che rendano più sicure le vie della capitale.

All’Assessore De Lillo è stato chiesto di promuovere lo sviluppo della mobilità ciclistica urbana tramite piste ciclabili e ciclo-pedonali dovunque possibile, soprattutto di riprendere i lavori per quelle già previste e di aumentare le ztl e le isole pedonali in centro, le strade verdi e i parcheggi di scambio,l’ intermodalità con i mezzi pubblici, più stalli e rastrelliere, nonché l’autorizzazione per lasciare le bici in condominio e un “bike sharing di standard almeno milanese se non parigino, con molte più stazioni e bici e, soprattutto, la consueta prima mezzora gratuita”.

L’Assessore si è mostrato favorevole: “saranno riattivate immediatamente – ha detto De Lillo -alcune opere importanti quali il consolidamento delle fondazioni del ponte sul fosso dell’acqua traversa, la pista ciclabile Roma-Litorale, la pista Appia-Caffarella, la pista Cervelletta-Togliatti, la pista Papiria-Nobiliore, la pista Villa Ada–ponte Milvio, la pista tra ponte Nomentano e ponte Mammolo e la pista su via del Mandrione. Sono inoltre in programma l’espansione degli orari di trasporto a bordo dei mezzi pubblici e il bike sharing.”

Da Abitare a Roma la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Ciclabile sul Corridoio della mobilità Laurentina? Denuncia all’Assessore Marchi


Tevere ciclabile

Image by zio Paolino via Flickr

Onorevole Assessore Sergio Marchi,
eravamo pronti a complimentarsi con Lei, per il corridoio della Mobilità ad Anagnina, dove avete inserito la ciclabile; come previsto dalla legge regionale 13/90 e la legge nazionale 366/98; leggiamo che nel corridoio della mobilità era prevista la ciclabile, non menzionata nell’articolo che abbiamo letta nel sito del Comune di Roma.

Le chiediamo? Dobbiamo farle i complimenti per aver mantenuto un impegno preso nel recente passato: ” nei Corridoi della Mobilità, abbiamo inserito la ciclabile”: oppure dovremo denunciare alla magistratura questa inadempienza di leggi e sopratutto non vogliamo denunciare che l’Assessore alla Mobilità è Inaffidabile. Nell’attesa di una sollecita risposta sul merito, restiamo fiduciosi che l’articolo nel sito sia incompleto, carente sopratutto sulla progettazione e nella realizzazione della ciclabile.

Il mondo sta cambiando, la cultura europea sulla mobilità sostenibile, propone finanziamenti per la realizzazione e progettazione di spazi riservati in sede propiria o promiscua; il comune di Roma ci aveva informati che gli assessori competenti: mobilità, ambiente, lavori pubblici e urbanistica, lavoravano in sinergia, speriamo di vedere questa collaborazione in attività per realizzare quel sogno :”Roma Ciclabile”.

Per conoscenza abbiamo inoltrato questa denuncia, al Sindaco, all’Assessore Ambiente e alla stampa; chiaramente alle associazioni ciclistiche e ambientalistiche, distinti saluti.

Roma, 25 settembre 2009
Maurizio Santoni Portavoce del Coordinamento Roma Ciclabile
c/o Legambiente Lazio http://www.roma-ciclabile.org

Roma, 25 settembre – L’assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Sergio Marchi, il presidente e l’amministratore delegato di Roma Metropolitane, Gianni Ascarelli e Federico Bortoli, hanno inaugurato nell’area di via Francesco de Suppਠ(adiacente al nodo di scambio Eur Laurentina) il cantiere dei lavori per i nuovi Corridoi del trasporto pubblico Eur-Mezzocammino Tor de’ Cenci ed Eur Laurentina-Tor Pagnotta-Trigoria . Per leggere questo articolo vai su: Inaugurati i cantieri dei “corridoi del trasporto pubblico” nei quartieri a sud dell’Eur

Da Roma ciclabile la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma – Ciclabile eliminata, prima di essere inaugurata, comunicato al Sindaco e alla stampa In data odierna inviamo al Sindaco questo comunicato, Domenica pedaliamo numerosi.


Gianni Alemanno

Roma – Lunedì 04 maggio 2009 – Questo comunicato l’abbiamo inviato al Sindaco e alla stampa.

E’ LA PISTA CICLABILE CHE HA UCCISO ANGELICA? HO UN MEZZO MECCANICO?

IL PROGETTO ORIGINARIO PREVEDEVA LA CORSIA DEL TRAM AL CENTRO E AI LATI LA CICLABILE; SUCCESSIVAMENTE I COMMERCIANTI, I RESIDENTI, HANNO RACCOLTO FIRME, PETIZIONI, HANNO STRAVOLTO IL PROGETTO, PER I PARCHEGGI DELLE AUTO.

LA BICICLETTA ANCHE SE INVESTE UNA PERSONA, NON E’ POSSIBILE CHE PROCURI LA MORTE, AL CONTRARIO, SALVA LA VITA, FINIAMOLA CON LE AUTO A VELOCITA’ PAZZESCHE, RESTITUIAMO LA CITTA’ A MISURA D’UOMO CON IL TRAM E LE BICICLETTE.
Roma, 4 maggio 2009

Maurizio Santoni
Portavoce del Coordinamento Roma Ciclabile

info@roma-ciclabile.org
http://www.roma-ciclabile.org
c7o Legambiente Lazio

Il Sindaco rende omaggio alla bimba uccisa dal corridoio dela mobilità
Alemanno e Marchi si sono impegnati ad adottare soluzioni immediate per rendere meno pericolosa la strada, ipotizzando anche l’eliminazione della pista ciclabile e con il passaggio al centro dei mezzi pubblici

Da Cordinamento Roma-Ciclabile la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]