Fotovoltaico & C: le rinnovabili hanno anche degli svantaggi?


2009_07_07 Turbine (2)
Image by birdvoyeur via Flickr

Le fonti di energie rinnovabili oltre a rappresentare un’opportunità per l’ambiente nascondono aspetti meno positivi anche per l’ecologia del nostro pianeta.

In questa occasione verrà fatto solo un esempio: nelle turbine utilizzate nelle centrali eoliche ed idroelettriche i dischi magnetici impiegati per massimizzare le prestazioni dei motori sono a base di neodimio, una combinazione di terre rare presenti nelle foreste pluviali, e quindi per estrarlo è necessario il disboscamento delle aree interessate. Insomma anche nel campo delle rinnovabili si cela lo spettro di un danno all’ambiente, e solo un approccio senza pregiudizi di sorta potrà di volta in volta rendere possibile una valutazione realistica di rischi e benefici, senza considerazioni fideistiche che potrebbero addirittura nuocere al nostro pianeta.

Da Giornalettismo   la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Obama e Hu Jintao, impegno sul clima “Da Copenaghen un effetto immediato”


This is why I love China.

Image by Shazari via Flickr

A Pechino il colloquio fra i due leader: ambiente, diritti umani, economia, nucleare. Il presidente cinese: “Opporsi al protezionismo, in tutte le sue manifestazioni”

PECHINO – Dai negoziati di Copenaghen sul clima dovrà uscire un accordo mondiale che abbia “effetto operativo immediato”. E’ quanto chiedono Usa e Cina al termine del colloquio che il presidente statunitense Barack Obama ha avuto con il collega cinese Hu Jintao. Cambiamenti climatici, diritti umani, crisi economica e scambi commerciali, proliferazione nucleare sono stati i principali temi affrontati dai due leader nel corso dell’incontro, storico, nel grande Palazzo del Popolo di Pechino. Nell’occasione, è stato annunciato che Hu Jintao ricambierà la visita del presidente Usa nel 2010, senza però dare date precise.

“Copenaghen non deve fallire”. Dai negoziati di Copenaghen sul clima dovrà uscire un accordo mondiale che abbia “effetto operativo immediato”. Al termine dell’incontro, i due leader si sono detti d’accordo “sulla necessità di lavorare affinché Copenaghen sia un successo”. “Il nostro scopo – ha detto Obama – non è di ottenere un’intesa parziale o una dichiarazione politica, ma piuttosto un accordo che riguardo tutte le questioni su cui si andrà a negoziare e che abbia immediato effetto operativo”.ù

Da Repubblica la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Bonus biciclette, oltre 30mila domande. Ecco l’elenco dei modelli


blue bike in the garden

Image by raysto via Flickr

Per raggiungere il traguardo sulle due ruote è necessario affrettarsi, correre dal rivenditore di fiducia e cercare di aggiudicarsi l’incentivo, prima dell’esaurimento dei fondi

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

“Bora.La” a Gorizia si muove in bici


Gorizia, Piazza Transalpina

Image by nick1915 via Flickr

Gorizia. I ciclisti goriziani radunano le forze. Creano un nocciolo duro di convinti sostenitori della mobilità sostenibile. Si organizzano e propongono una manifestazione a sostegno della creazione di piste ciclabili.

Il progetto resta ancora tale, ma l’obiettivo è quello di incontrarsi in sella alla propria bicicletta e percorrere le strade del centro per dimostrare che i gorizian-ciclisti esistono e chiedono la realizzazione di piste ciclabili. O per lo meno chiedono di essere maggiormente tutelati di fronte allo strapotere delle automobili.

Non è una critica agli amministratori, anche perchè cadrebbe nel vuoto di fronte al nulla fatto dalle giunte comunali che si sono susseguite negli ultimi anni. Una manifestazione propositiva, piuttosto che di protesta, che vedrà anche la partecipazione dell’anima goriziana di Bora.La a sostegno della causa. La redazione si fa quindi contenitore di adesioni e proposte: goriziaoggi@gmail.com.

Da Bora.La la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

In primo piano


High Fly Bike

Image by TeeJe via Flickr

Speciale bicicletta – L’accordo e i moduli per chiedere gli incentivi

Vedi anche:
Stress da lavoro? provate ad andare in bici , Dal 25/9 gli sconti per le bici. Le nuove due ruote elettriche , 67° SALONE DEL CICLO E MOTOCICLO , Incentivi per bici e motorini elettrici , Autunno in sella a prezzi scontati: ripartono gli incentivi per bici e motorini

Reblog this post [with Zemanta]

Roma. Bike sharing: se il malcostume fa sfigurare Roma nel confronto con altre capitali europee


Roma Bike Sharing

Roma non è città facile per chi ami le due ruote, ma che il successo faticosamente conquistato dal servizio di bike-sharing potesse essere annullato dai furti anziché dalla poca voglia di pedalare in salita, pochi se lo sarebbero aspettato.

Sulla Cronaca di Roma del Corriere della Sera, si riporta oggi la notizia che ben 50 delle 200 biciclette gestite dal nuovo servizio pubblico di noleggio (il cosiddetto bike-sharing, appunto) sono già state rubate.

E quel “già” è significativo, perché le nuove biciclette verdi – il servizio era passato alla gestione della società di trasporti pubblici Atac dopo un esperimento con le biciclette rosse della spagnola Cemusa – erano parcheggiate negli stalli da soli ventitrè giorni. Dunque sono sparite quasi due bici al giorno.

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Biciclette: gli incentivi ripartono non prima di luglio


frikkettone bike

Dopo l’annuncio di rifinanziamento con altri 10 milioni di euro in molti si sono presentati nei negozi convinti di poter usufruire fin da subito dello sconto del 30% sull’acquisto di biciclette. Ma i nuovi fondi saranno disponibili solo dopo il via libera della Corte dei Conti

Dopo l’annuncio da parte del Ministro dell’Ambiente di un rifinanziamento degli incentivi all’acquisto di biciclette, in molti si sono presentati dai rivenditori convinti di poter usufruire immediatamente dello sconto del 30%. Tuttavia, la nuova tranche di 10 milioni di euro che si andranno a sommare ai primi 8 milioni e 750 mila esauriti in poco più di tre settimane, non è ancora disponibile perché aspetta, come da prassi, il via libera dalla Corte dei Conti che potrebbe arrivare non prima di luglio.

Un incontro tra il ministro Prestigiacomo e l’Acma (l’Associazione nazionale dei costruttori di cicli e motocicli) dovrebbe al contempo chiarire come verranno gestite tutte le pratiche che, pur fatturate entro il 13 maggio, sono rimaste fuori dalla prima tranche di incentivi. Dal Ministero assicurano comunque che queste verranno rimborsate.

Pietro Negrelli, responsabile dell’Acma, ha precisato al Sole 24 Ore: “Stiamo dicendo a tutti i negozi di inserire pian piano tutte le pratiche che hanno fatturato entro quella data e che per problemi di malfunzionamento del sistema informatico non sono state inserite prima. Queste entrano automaticamente in lista d’attesa, dopo i dovuti controlli.

Da Eco dalle città la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]