Rifiuti abbandonati sulle strade: d’ora in poi si fotografano


Lavatrice abbandonata I

Image by Giampaolo Squarcina via Flickr

Televisori, lavatrici, elettrodomestici che vengono abbandonati sul ciglio della strada, in città o in campagna.

Scempio e disfattismo che colpiscono anche le città del nord. Milano non è esente da questi comportamenti insani, anzi. Qualcuno di voi, come me, ha memoria di innumerevoli esempi di questa assurda pratica italica. Proprio stamattina passando da via Orobia, traversa di viale Ortles, ho un nitido ricordo di un televisore abbandonato.

Una brutta abitudine che Legambiente e Ecodom stanno cerando di arginare con un concorso per educare i cittadini a non abbandonare i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, i Raee appunto.

Per questo chi dovesse trovare uno di questi oggetti potrà fotografarlo e segnalarlo sul sito www.raeeporter.it. Il consorzio di Ecodom e Legambiente si occuperà poi di avvertire l’Amsa per smaltirlo correttamente nelle appropriate isole ecologiche. Fotografate gente, fotografate.

Da 02Blog la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Milano politica: Caos nel Pdl sui referendum di Croci. E Palmeri…


MILAN, ITALY - DECEMBER 07:  Giuseppe Bergomi,...
Image by Getty Images via @daylife

“Leggo che alcuni dirigenti del Pdl avrebbero fortemente, ancorché sottovoce, criticato la mia disponibilità ad autenticare le firme dei referendum ambientali di MilanoSìmuove nella giornata conclusiva della festa del partito, considerandola una scelta a questo avversa. La voce, con nomi e cognomi, è arrivata anche a me: chi l’ha riportata era bene informato, chi parlava di me invece no. E’ necessario puntualizzare alcune cose, non per polemica, ma perché si tratta di un’attività svolta quale pubblico ufficiale”.

Lo ha detto Manfredi Palmeri, Presidente del Consiglio comunale di Milano, spiegando: “Ho sempre ritenuto l’attività di certificazione un mio dovere civico di servizio ai cittadini, più che ai promotori, in occasione delle espressioni democratiche previste dalle norme e, nel caso specifico, proprio dallo Statuto comunale approvato dal Consiglio che ho l’onore di presiedere. Prestandola gratuitamente faccio risparmiare denaro ai milanesi attivi per la città che, altrimenti, dovrebbero pagare notai e cancellieri”.

“Tra l’altro – ha aggiunto Palmeri – ho autenticato le sottoscrizioni dalle 18 alle 20 in Cordusio solo dopo l’ultimo intervento alla Festa, facendo esattamente quello che ha fatto il mio omologo della Provincia, anch’egli del Pdl, e altri consiglieri pure del Pdl in situazioni analoghe. Ricordo, peraltro, che il Presidente Podestà, che è anche Coordinatore regionale del Pdl, ha autorizzato tutti i dipendenti provinciali, fuori dall’orario di lavoro e su base volontaria, a svolgere il ruolo di certificatori”.

“Sul merito dei referendum inoltre – ha concluso Manfredi Palmeri – il Pdl milanese non si è ancora espresso in alcun modo, e credo sia meglio parlarne in sede di partito. Io stesso non ho per ora sottoscritto i quesiti, pur rilevando già che su diversi punti ci sono riferimenti a proposte su cui ci siamo impegnati come maggioranza che ha vinto le elezioni del 2006”.

I 5 referendum promossi da MilanoSìmuove riguardano il potenziamento dei mezzi pubblici, la conservazione del futuro parco dell’area Expo, il raddoppio degli alberi e del verde, la riapertura del sistema dei Navigli, il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di gas serra. Le cinque richieste di referendum consultivo d’indirizzo sono promosse ai sensi dello Statuto del Comune di Milano (articolo 11) e del Regolamento comunale per l’attuazione dei diritti di partecipazione approvato dal Consiglio comunale nel 1995.

Da Affaritaliani la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

RIFIUTI – Alemanno dice sì a Legambiente “Nel 2011 stop ai sacchetti di plastica”


Il sindaco di Roma, Alemanno

Image via Wikipedia

Annuncio del sindaco durante la manifestazione conclusiva di ‘Puliamo il mondo’. “Solo borse fatte di materiale riciclabile”. In tutto il Lazio 15mila volontari con guanti e ramazza hanno raccolto 50 tonnellate di spazzatura.

Sacchetti di plastica addio. Nel 2011, nella capitale, potrebbero essere infatti definitivamente banditi, per far posto a quelli più ecologici in materiali riciclabili. Lo ha annunciato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, durante lo speciale di Rai 3 sull’iniziativa di Legambiente ‘Puliamo il mondo‘ dal Parco dei Ruderi di Casa Calda, a Torre Maura.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Fotovoltaico & C: le rinnovabili hanno anche degli svantaggi?


2009_07_07 Turbine (2)
Image by birdvoyeur via Flickr

Le fonti di energie rinnovabili oltre a rappresentare un’opportunità per l’ambiente nascondono aspetti meno positivi anche per l’ecologia del nostro pianeta.

In questa occasione verrà fatto solo un esempio: nelle turbine utilizzate nelle centrali eoliche ed idroelettriche i dischi magnetici impiegati per massimizzare le prestazioni dei motori sono a base di neodimio, una combinazione di terre rare presenti nelle foreste pluviali, e quindi per estrarlo è necessario il disboscamento delle aree interessate. Insomma anche nel campo delle rinnovabili si cela lo spettro di un danno all’ambiente, e solo un approccio senza pregiudizi di sorta potrà di volta in volta rendere possibile una valutazione realistica di rischi e benefici, senza considerazioni fideistiche che potrebbero addirittura nuocere al nostro pianeta.

Da Giornalettismo   la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Incentivi più generosi per il fotovoltaico?


Futuro Fotovoltaico

Image by Elisabetta_81 via Flickr

Il Magazine MF/Milano Finanza rivela che ci sarebbe allo studio un nuovo meccanismo ministeriale per determinare nuovi e più cospicui incentivi economici al settore fotovoltaico. In particolare sarebbe prevista una correzione al rialzo delle attuali cifre riconosciute ai produttori di energia solare.

Più nel dettaglio, per ogni kilowattora prodotto potremo assistere ad aumenti che andranno da un centesimo fino a 14 centesimi nel caso di impianti entrati in funzione dopo aprile 2011, tra 200 e 1.000 kilowatt, per i quali la tariffa passerebbe quindi da 0,285 a 0,309 euro. Rimarrebbero valide, invece, le previsioni su un taglio di circa il 20% rispetto al vecchio Conto Energia per gli impianti che inizieranno a produrre a fine 2011.

Dagli inizi del 2012 infatti è prevista un’ulteriore riduzione di spesa pari a circa il 6% l’anno. Sarà riconfermata anche la soglia di potenza massima incentivabile, fissata in 3 mila megawatt, (nel 2009 erano stati incentivati 1.200 mw di pannelli solari installati) con l’obiettivo di raggiungere una quota di 8 mila megawatt installati nel nostro Paese entro la fine del 2020.

Questa bozza messa a punto dai ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente dovrebbe essere sottoposta alla Conferenza unificata Stato-Regioni fissata per il prossimo 10 giugno, salvo cambi di rotta, proprio in sede di conferenza unificata, dopo l’entrata in vigore della discussa manovra economica varata dal Governo.

Da Fotovoltaicoblog.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Il Colosseo? E’ accerchiato dal traffico. L’allarme di Legambiente


Via dei Fori Imperiali, seen from the Colosseu...

Image via Wikipedia

Duemila veicoli in un’ora transitano di fronte al Colosseo, via dei Fori Imperiali è come una superstrada in una tranquilla giornata romana, con un rumore assordante di 95,2 decibel dB(A) di picco, causa di notevoli vibrazioni.

Sono eclatanti i dati che Legambiente ieri ha rilevato con un monitoraggio realizzato di fronte all’antico Anfiteatro Flavio.

Ben 1165 sono automobili (54,6%), 353 sono scooter e moto (16,5%), 296 sono taxi (13,9%), ben 144 sono furgoni e camion (6,7%), ma sono del tutto incredibili 67 pullman turistici (3,1%), mentre arrancano in mezzo al traffico 95 autobus (4,4%) e 15 biciclette (0,7%).

Il totale di 2135 veicoli è da spavento, peraltro in una condizione di traffico non al massimo delle peggiori performance. In sostanza la quasi totalità dei dei veicoli sono privati (81%), mentre la quasi totalità del traffico arriva da Via Cavour e va in direzione via dei Fori Imperiali, piazza del Colosseo, via Labicana (90,4%).

“Al Colosseo è come stare su una superstrada, i Fori subiscono ogni giorno il traffico, lo smog e il rumore di una affollata strada statale. Sindaco Alemanno, questo scempio va fermato subito, l’area va resa pedonale con l’aiuto del Ministero dei Beni Culturali, la Capitale non può pensare di vincere la sfida delle Olimpiadi se non facendo scelte coraggiose” ha detto Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio.

Da Affaritaliani   la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Progetto Tandem. Anche il ciclismo sportivo per la mobilita’ ciclabile in sicurezza


Rick Flens, Giro d` Italia 2010 - The Netherlands.

Image by dirkjankraan.com via Flickr

Il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato di Rocco, ed il Coordinatore della Consulta Nazionale della sicurezza stradale, Silvano Miniati, alla presenza del Presidente del CNEL, Antonio Marzano, hanno formalizzato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di un programma di azioni a favore della sicurezza stradale e della promozione della mobilità in bicicletta denominato TANDEM.

Obiettivo del progetto Tandem è strutturare un concreto piano di interventi volti allo sviluppo della mobilità in bicicletta e a una significativa diminuzione dei costi sociali causati dall’attuale situazione di scarsa sicurezza per gli utenti della bicicletta.

Il progetto parte da uno studio diffuso dalla Commissione europea, DG Ambiente: se anche in Italia, andare in bici risulta il più sicuro mezzo di trasporto cittadino (il fattore di rischio è 50 volte inferiore a quello automobilistico) nelle maggiori città italiane gli incidenti mortali di ciclisti sono da 2 a 5 volte più numerosi di quelli delle corrispettive aree urbane del resto d’Europa.

I costi economici e sociali di questo ritardo infrastrutturale (oltreché culturale) sono quantificati dallo stesso studio in 5,7 miliardi di euro l’anno (circa lo 0,4% del PIL). Un onere aggiuntivo per gli enti locali e per lo Stato cinque volte superiore ai tagli operati al settore sociale nell’ultima finanziaria.

Da Cittainbici la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]