FIAB Notizie 2009 – Incentivi ministeriali per l’acquisto di biciclette


partenza

Image by palermociclabile via Flickr

Pubblichiamo il comunicato stampa FIAB relativo agli incentivi statali recentemente avviati con intesa tra ANCMA e Ministero dell’Ambiente.

Fiab CICLOBBYINCENTIVI STATALI ORA ANCHE PER LE BICI E’ LA PRIMA VOLTA DOPO ANNI DI RICHIESTE PLAUSO DELLA FIAB AL MINISTERO AMBIENTE E ALL’ANCMA
30% di sconto fino ad un massimo di 700 euro è l’incentivo concesso dal Ministero dell’Ambiente a chi acquisterà una bicicletta nel corso dell’anno. La misura, compresa nel pacchetto di interventi statali a sostegno del mercato delle due ruote, prevede un fondo di 8.750.000 euro da erogare nel corso del 2009. Per la prima volta, oltre alle bici a pedalata assistita, nell’elenco dei mezzi a due ruote beneficiari degli eco-incentivi statali, anche le biciclette a propulsione muscolare. L’acquisto sarà possibile senza obbligo di rottamazione.

Sul sito del Ministero Ambiente (http://www.minambiente.it/ cliccare su “Incentivi alla diffusione di veicoli a basso impatto ambientale” tra le news), il listino dei mezzi beneficiari degli aiuti statali. Poiché il sito del Ministero risulta spesso rallentato, l’elenco (riferito alle sole bici) è stato pubblicato anche su www.fiab.info/download/ancma_listini_solobici_16_04_2009.xls

Il Presidente della FIAB, Antonio Dalla Venezia, dichiara: “Rivolgiamo pubblicamente un plauso al Ministero dell’Ambiente e al Presidente dell’ANCMA perché, a partire dal 22 aprile scorso, sono stati attivati i finanziamenti previsti dall’accordo sottoscritto a dicembre 2008 per la diffusione dei mezzi a due ruote

Da Fiab Ciclobby Onlus la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana. Stentano gli aiuti per i motorini


Ladri di biciclette?

Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana. Stentano gli aiuti per i motorini

È sostanzialmente positivo il bilancio della prima settimana di incentivi per l’acquisto di biciclette e ciclomotori. Alla notizia, che ha suscitato da subito una grandissima attenzione (anche tra i nostri lettori), ha fatto seguito un numero sempre crescente di richieste di acquisto, specialmente di biciclette, con la possibilità di fruire di sconti per il cliente finale anche del 30% sul prezzi di listino. La situazione non è la medesima, ovviamente, per tutti i rivenditori e per tutto il territorio nazionale, e alcuni addetti del settore non rinunciano ad esprimere dubbi e perplessità, ma la sensazione è che il mercato abbia accolto con favore l’iniziativa del ministero dell’Ambiente, che lega strettamente la fruizione degli incentivi all’acquisto di modelli di due ruote “ecologici” presenti nell’elenco pubblicato dal ministero dell’Ambiente.
Ecco quanto emerge da una ricognizione che Il Sole 24 Ore.com ha effettuato tra rivenditori, case produttrici e associazioni di categoria.

Gli incentivi premiano le biciclette
Particolarmente significativo l’investimento sul settore delle biciclette: per la prima volta, infatti, l’incentivo del 30% (fino a un massimo di 700 euro) è sfruttabile dal cliente privato senza dover rottamare nulla, a differenza delle due precedenti annate. Non è un caso, che, per il momento, l’80% delle richieste sia dedicato proprio alle bici. Il fondo messo a disposizione del ministero dell’Ambiente ammonta a 8.750.000 euro: ad oggi ne sono stati utilizzati oltre 465.000, suddivisi in oltre 228.000 al Nord, 136.000 al Centro, 86.000 al Sud, circa 14.000 nelle Isole. Il dettaglio degli incentivi, sempre aggiornato, può essere visualizzato sul sito dedicato del ministero.

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Più piste ciclabili e meno parcheggi: a Monaco si può fare, e a Milano?


Milano ciclabile?

Image by scre(A)nzatopo (Bici & mici) via Flickr

Settimana scorsa ho avuto il piacere di passare qualche giorno a Monaco di Baviera. Leggendo un po’ la stampa locale, mi sono imbattuto in questa notizia, riportata dall’Abendzeitung: “Radler bremsen die Autos auf”, ovvero “I ciclisti fermano le auto” (trovate l’articolo nella gallery).

Il governo della città ha infatti deciso di aumentare il numero di piste ciclabili (che per gli standard milanesi sono già tantissime), di allargare quelle esistenti e di creare nuove rastrelliere in tutta la città. A questo scopo, dovrà diminuire il numero di parcheggi disponibili per le auto.

E’ interessante confrontare questo piano con la vicenda – tutta milanese – del tira e molla sulle piste ciclabili nel centro storico. Promesse con insistenza da Croci e Moratti, ma contrastate dalla lobby pro-auto animata dagli altri assessori e dai commercianti, per il fatto che “sottrarrebbero spazio alle auto”.

Lo scorso settembre la vicenda si era conclusa, apparentemente, con la vittoria dei sostenitori delle due ruote. “Apparentemente” perché di lavori, nel frattempo, non se n’é vista l’ombra: il che farebbe pensare che sia stato invece l’ostruzionismo ad avere la meglio. Se fosse così sarebbe un vero peccato: anche perché le città europee a cui Milano ama paragonarsi, nel frattempo, sembrano non avere intenzione di restare con le mani in mano.

Da02 Blog la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Agevolazioni per gli sfollati delle zone colpite dal sisma


Terremoto in Abruzzo - L'Aquila 6 aprile 2009

Image by adelegiorgia via Flickr

Fino al 31 maggio un biglietto gratuito, anche di andata e ritorno, per gli sfollati residenti nei comuni colpiti dal sisma. Abbonamenti mensili e settimanali gratuiti fino al termine dell’anno scolastico per gli studenti delle scuole Primarie e Secondarie e per gli universitari.

La richiesta delle credenziali va presentata all’autorità di Protezione Civile. Per i residenti all’Aquila e provincia è stato allestito un ufficio dedicato presso la stazione FS dell’Aquila

I moduli per la richiesta delle credenziali

Da Fsnews la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Terremoto: riattivata la circolazione anche sulla Giulianova – Teramo


almost ready / stazione ferroviaria di bologna...

Image by paolo màrgari via Flickr

Attesa la riapertura del tratto di linea L’Aquila – Terni, interrotto al momento della violenta scossa sismica per i necessari accertamenti.

Rimane interrotto il traffico anche sulla Roma – Sulmona, sulla Sulmona – L’Aquila – Terni e sulla Sulmona – Carpinone

Aggiornamento delle ore 11

Da FsNews.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Trasporti veloci: Frecciarossa e Frecciaverde, dalla sfida all’alleanza?


Alitalia Airbus A321-100 landing at London Hea...

Image via Wikipedia

Il mondo dei trasporti italiano vede la contrapposizione sempre più forte tra l’offerta dell’alta velocità di Trenitalia e gli aerei della nuova Alitalia. Ma l’amministratore delegato delle ferrovie, Mauro Moretti, ha voluto lanciare oggi un segnale conciliante a Colaninno e soci.

Potremmo puntare su pacchetti integrati di offerte treno-aereo con Alitalia per aumentare la competitività del paese sul piano turistico’’. Il famoso e per molti versi inesistente “sistema Italia”. Nel corso di una conferenza stampa di presentazione della nuova offerta commerciale, Moretti ha citato l’esempio di un turista che arrivi a Fiumicino da New York e possa raggiungere in poche ore in treno il mare in Calabria. ‘’Si tratta di un vantaggio immediato per i clienti e per le agenzie di viaggio’’.

Ma se questi sono gli auspici, nella realtà del quotidiano tra Alitalia e Alta velocità sul mercato italiano la concorrenza è molto forte. Proprio domani partirà il “pacchetto anticrisi” delle ferrovie: Milano-Roma con lo sconto del 60% costerà 33 euro in seconda classe sul Frecciarossa; due euro in più, 35, da Milano a Napoli. [continua…]

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano: Il bike sharing conquista gli impiegati triplicate le utenze quotidiane


bikeMi

Image by .....antonio..... via Flickr

Record di utenze il 18 marzo: 2.631 le bici staccate dalle rastrelliere in una delle prime giornate primaverili. Il servizio è in espansione e si annunciano nuovi parcheggi.

Il record, per ora, è stato registrato il 18 marzo. Era un mercoledì di sole e dalle rastrelliere sono state staccate 2.631 bici. Ma ormai le due ruote gialle del bike sharing si vedono sempre più spesso per le strade del centro: pendolari appena sbarcati a Cadorna (la stazione in testa alla classifica come la più utilizzata), uomini in giacca e cravatta, ragazzi, impiegati. In crescendo: da una media a febbraio di 767 utilizzi al giorno, ai 1.455 di marzo.

Come il numero degli abbonati che decidono di pedalare quotidianamente: dai 480 di febbraio agli oltre mille di questo mese. Numeri che raccontano un successo, ma che paradossalmente potrebbero far entrare presto in crisi bikeMi. Perché, hanno calcolato gli esperti di Clear Channel — la multinazionale che gestisce il sistema di bici in condivisione milanese — , tra due mesi le stazioni potrebbero essere sguarnite e le biciclette cominciare a non essere sufficienti per tutti. Tanto che l’a ssessore alla Mobilità, Edoardo Croci, dice: «Sulle stazioni più congestionate si sta lavorando per cercare di aumentare gli stalli. Non faremo entrare in crisi il sistema».

Partito in sordina con la neve di dicembre, il bike sharing sta conquistando sempre più abbonamenti. Che, a partire dal primo aprile, diventeranno anche settimanali (6 euro) o giornalieri (2,50). In questo caso, non servirà nessuna tessera, ma si riceverà un codice via e-mail o sms da digitare direttamente sulla tastiera delle stazioni per poter staccare la bici. I clienti annuali, invece, sono 7.500 e, soprattutto, sono destinati a moltiplicarsi in brevissimo tempo.[continua…]

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]