L’ IVA sulla TARSU e la TIA non sono dovute dal contribuente: scatta la corsa al rimborso!


Rifiuti

Image by monastereo via Flickr

L’ IVA sulla “TARSU” e la “TIA” non è dovuta dal cittadino/contribuente: scatta la corsa al rimborso di quanto illegittimamente già versato!

Con la recentissima sentenza n. 238 del 16 luglio 2009 (Presidente Amirante, relatore Gallo), pubblicata il 24 luglio 2009, la Corte Costituzionale, ha finalmente chiarito la “natura giuridica” delle varie “tasse sui rifiuti”, ponendo fine alla questione, dibattuta nelle aule di Tribunale e presso le varie commissioni tributarie, se la “TIA” (Tassa di igiene ambientale) e la “TARSU” (Tassa sull’asporto rifiuti solidi urbani) abbiano natura di tributo o, al contrario, siano il semplice corrispettivo di un servizio offerto.

La Consulta si è, dunque, pronunciata affermando che la “tassa” dovuta dal cittadino/contribuente per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, sia nella versione TIA, sia nella versione TARSU, è un vero e proprio tributo.

L’imposizione dell’Iva su tale “onere tributario” ( sia pure con aliquota ridotta del 10%) è, pertanto, illegittima, in quanto non è ammissibile l’imposizione di una tassa su di una tassa.

Da Reporteronline la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Arriva la legge blocca-ricorsi – Se perdi al Tar risarcisci


MILAN, ITALY - JULY 02:  Italian Minister of E...
Image by Getty Images via Daylife

Lo scopo dichiarato è contrastare “l’egoismo territoriale”. Ma potrebbe mettere all’angolo celebri sigle come Italia Nostra o Wwf.

Lo scopo dichiarato è quello di contrastare “l’egoismo territoriale” che rallenta “il cantiere Italia”. Ma l’effetto della legge anti Nimby (not in my back yard, non nel mio giardino), in caso di approvazione, sarà di azzerare, attraverso la minaccia di risarcimenti milionari, i ricorsi alla giustizia amministrativa da parte di associazioni ambientaliste storiche, che difendono ciò che resta del Belpaese da abusi edilizi e colate di cemento.

La proposta di legge 2271 è sottoscritta da 136 deputati del Pdl ed il primo firmatario è l’onorevole Michele Scandroglio, genovese, fedelissimo del ministro Claudio Scajola. Aderiscono, tra i tanti, l’ex ministro Pietro Lunardi, il presidente della commissione Cultura Valentina Aprea, il vice di quella Ambiente Roberto Tortoli, l’ex presidente della Regione Liguria Sandro Biasotti

Da Studio legale Mei & Calcaterra la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Consulenza legale e fiscale? Al supermercato


128084hConsulenza legale e fiscale? Al supermercato
Mentre gli Ordini professionali discutono sulla riforma Bersani, la Coop Lombardia passa all’azione. Lasciare le mosse all’avversario, in guerra come nel gioco degli scacchi, non è mai una buona politica. Ed è così anche nel mercato delle libere professioni. [continua…]

Da Ferpi la notizia qui…