Più energia dal sole per i cittadini pugliesi


Trullo
Image by Chris Kimber via Flickr

La Regione Puglia ed Enel.si insieme per promuovere la cultura dell’efficienza energetica ed incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici di nuova generazione.

Il 17 Dicembre 2010 il Presidente della Regione, On. Nichi Vendola, firma l’accordo con Enel.si per un’importante iniziativa ambientale: il “Progetto Solare Strutturale” che incentiva l’installazione di impianti fotovoltaici di piccola e media taglia sul tetto di edifici di privati e di piccole e medie imprese. La realizzazione degli impianti è affidata agli Affiliati della Rete in Franchising Enel.si che aderiscono a questa interessante iniziativa.

Il progetto, di notevole rilievo in termini di tutela dell’ambiente, dà l’opportunità a tutti i cittadini pugliesi – residenti nel territorio – di installare impianti fotovoltaici su tetto da 1 a 50 kWp connessi alla rete; propone ai Clienti, privati o aziende, due vantaggiose soluzioni per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico:

1. il Cliente può realizzare l’impianto fotovoltaico, adatto alle proprie esigenze di consumo, impegnandosi a cedere all’Affiliato Enel.si, che sostiene l’investimento, gli introiti derivanti dal Conto Energia e beneficiando dei vantaggi e dei risparmi derivanti dal servizio di Scambio sul posto richiesto al GSE;

2. il Cliente può fare proprio l’investimento attraverso l’acquisto dell’impianto fotovoltaico da 3 kWp o da 6 kWp presso l’Affiliato Enel.si, ad un prezzo competitivo, con soluzioni economiche che prevedano la formula di finanziamento di credito al consumo e sfruttando il duplice beneficio dello Scambio sul posto e del Conto Energia.

Da Enel la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

ENERGIA RINNOVABILE: Investimenti record nel 2010 grazie a Cina e micro impianti


UNIVERSE OF ENERGY

Image by Express Monorail via Flickr

L’ultimo rapporto di Bloomberg fotografa la travolgente ascesa delle fonti verdi. Nell’anno appena trascorso hanno attratto 243 miliardi di dollari, +30% rispetto al 2009. “Risultati spettacolari, un’ottima notizia per il clima”.

Investimenti record nel 2010 grazie a Cina e micro impianti. CINQUE volte la cifra del 2004, il doppio del 2006 e un +30% rispetto al 2009. Con un totale di 243 miliardi di dollari investiti nel 2010, la corsa mondiale all’energia rinnovabile sembra non conoscere ostacoli. A certificare il nuovo record toccato nel corso dell’anno appena chiuso è l’ultimo rapporto 1 di Bloomberg New Energy Finance. “Si tratta di un risultato spettacolare – si entusiasma il direttore generale dell’agenzia Michael Liebreich – il precedente record di investimenti è stato battuto con un netto margine di 50 miliardi di dollari”. “Un dato – prosegue – che va a sbattere dritto in faccia allo scetticismo sul settore dell’energia pulita” e alle tante difficoltà dell’anno passato: dai “dubbi sulla sostenibilità degli incentivi europei, al fallimento dell’amministrazione Obama a legiferare in materia, fino alle crescenti e infondate perplessità sulla gravità dei cambiamenti climatici”.

Il rapporto di Bloomberg entra anche nel dettaglio geografico del flusso del denaro e delle sue destinazioni settoriali. “A trainare i nuovi investimenti – si legge – sono state la crescita delle attività in Cina e i settori europei dell’eolico offshore e del piccolo fotovoltaico”.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Buon 2011. Euromobility, Milano ai primi posti per offerta di mezzi pubblici e bike sharing


BikeMi

Image by matteoartizzu via Flickr

Grazie alla segnalazione del nostro lettore Dottor D. possiamo dedicare un post all’annuale rapporto di Euromobility – un’associazione che dal 2000 si impegna nella promozione della figura del mobility manager presso le PA e le imprese private – sulla mobilità sostenibile nelle prime cinquanta città italiane.

Trovate l’intero rapporto in formato .pdf cliccando qui. Prima curiosità, Milano è tra le città con meno zone a traffico limitato prendendo in considerazione il rapporto metri quadri / abitanti.

Nella classifica generale invece Milano è quinta su cinquanta, come nel 2009, principalmente per l’offerta di mezzi pubblici che non ha rivali in Italia se escludiamo la Serenissima e la capitale. Il podio? Venezia, Parma e Torino (buona quarta, Brescia). Il capoluogo lombardo è dicevamo al primo posto per l’abbondanza di soluzioni alternative al mezzo privato e per l’utilizzo del bike sharing.

DA 02blog la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Indagine sulle piste ciclabili a Roma (dicembre 2010)


proud to be what we are - delle persone che us...
Image by [auro] via Flickr

Presentata il 16 dicembre, presso la Sala Impastato di Palazzo Valentini, la “Indagine sulle piste ciclabili a Roma”, realizzata dall’Agenzia con la collaborazione dei “Ciclomobilisti”.

L’indagine ha riguardato le condizioni di realizzazione, manutenzione e contesto urbano di tutte le piste ciclabili su strada del comune di Roma, suddivise in 68 tratti omogenei. Sono stati indagati 15 ambiti di interesse: tipologia di pista, accessibilità, fondo stradale, protezione dei ciclisti, attraversamenti stradali, pedonali e carrabili, visibilità, segnaletica, intralci, sicurezza, servizi, utilità, lavori in corso, percorribilità durante l’intero anno, percezione complessiva. Il monitoraggio e il confronto con altre grandi città hanno permesso di proporre 10 interventi utili a incentivare l’uso della bici a Roma.

Documenti: Indagine piste ciclabili – roma 2010

Da Agenzia Roma la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Rovigo, capitale europea del fotovoltaico


Natural Energy Group 1 Megawatt Solar PV Insta...

Image by Solar Expert via Flickr

Inaugurato il più grande parco solare d’Europa. La centrale di San Bellino realizzata in soli nove mesi.

SAN BELLINO (Rovigo) – I numeri sono impressionanti: 280 mila pannelli fotovoltaici in una superficie di 850 mila metri quadri su un’area industriale abbandonata da otto anni tra i Comuni di San Bellino e Castelguglielmo, in provincia di Rovigo. Potenza di 80 megawatt nominali e 70 effettivi, in grado di fornire energia elettrica a 16.500 abitazioni ed evitare di immettere ogni anno 40 mila tonnellate di anidride carbonica nell’atmosfera. Il tutto realizzato in nove mesi, grazie alla collaborazione fornita dalle autorità locali, a ogni livello, alla multinazionale SunEdison che ha realizzato il progetto, già venduto lo scorso ottobre ai fondi di investimento americani della First Reserve per 276 milioni di euro.

Da Corriere.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Milano smog: Ecopass, da dicembre ticket per gli Euro4


Ecopass

Image by affisch via Flickr

Il Comune: notificare il cambio. Il provvedimento riguarda i diesel con fap non di serie: 1.600 veicoli che non saranno più equiparati agli Euro 5.

Tenere a mente questa data: il primo dicembre. Da quel giorno, un mercoledì, pagheranno Ecopass anche i veicoli diesel con filtro antiparticolato installato dopo l’acquisto, se rientrano in una classe soggetta a pagamento. Lo ha stabilito il Comune, recependo una sentenza del Tar fatta sulla base di un ricorso vinto dalle Mamme antismog, Wwf Italia e Italia Nostra.

Riassumendo: da dicembre i diesel con filtro «non di serie» (circa 1.600 a Milano) non verranno più equiparati automaticamente alla categoria degli Euro 5. Di conseguenza, dovranno individuare la nuova classe di inquinamento (inviando un fax al numero 02.884.57.056, oppure un’ email a MTA.Ecopass@comune.milano.it con i dati e una fotocopia del libretto di circolazione). E solo allora sarà chiaro se dovranno pagare o no Ecopass. Attenzione: il cambio di classe d’inquinamento potrà riguardare anche i veicoli i cui proprietari risiedono all’interno della Cerchia dei Bastioni. Nuove regole per chi inquina.

Da Corriere.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Bike sharing a Roma e Milano


Boris Johnson Waxwork

Image by soulmate02 via Flickr

DUE RUOTE IN CITTA’
Biciclette fantasma, stazioni vuote «Inaffidabile il bike sharing romano»
Dopo il suggerimento del sindaco di Londra Johnson – «Mettete più bici in centro» – Le associazioni dei ciclisti romani denunciano: «Sistema obsoleto»
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_novembre_22/bike-sharing-1804217784575.shtml

Il sindaco di Londra ad Alemanno:«Roma deve aumentare le bici in centro»
Boris Johnson, in vacanze nell’Urbe, è un fan delle due ruote ecologiche. Sul Tamigi ha voluto 6 mila bici pubbliche e 300 stazioni di noleggio: che funzionano.
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_novembre_21/boris-e-le-bici-roma-aumenti-due-ruote-1804214502581.shtml?fr=correlati

Per la serie “guardo Milano e mi vergogno d’esser Romano”
A maggio 2008 Clear Channel Jolly Pubblicità si è aggiudicata la gara pubblica di Bike sharing per la città di Milano, indetta dalla società di trasporto ATM su indicazione del Comune.
Dopo il grande successo ottenuto con questa prima fase, 40.000 abbonamenti tra annuali, settimanali e giornalieri e più di 1.500.000 prelievi complessivi, il Comune di Milano e la società ATM hanno deciso di dare il via alla seconda fase del servizio, commissionando a Clear Channel, gestore esclusivo di BikeMi, l’espansione del sistema.
http://www.bikesharingroma.com/2010/11/per-la-serie-guardo-milano-e-mi.html

Approfondimenti: RomapedalaDitrafficosimuore

Enhanced by Zemanta

FISCO: Ecobonus, quasi certo il ritorno Si “spalmerà” su dieci anni


Casa Rodríguez Quetgles
Image by Marianne Perdomo via Flickr

Il vice ministro all’Economia Giuseppe Vegas ha detto che dovrebbe essere reintrodotto già alla Camera con un emendamento alla Legge di stabilità. La detrazione potrebbe passare dal 55 al 41%

ROMA – Quasi certa la reintroduzione degli “ecobonus”, la detrazione fiscale del 55% sui lavori che migliorano l’efficienza energetica delle abitazioni. Il vice ministro dell’Economia, Giuseppe Vegas, ha parlato ieri della possibilità di introdurre con un emendamento già alla Camera, dove si discute la Legge di stabilità, la proroga alla detrazione sulle ristrutturazioni edilizie eco compatibili, l’unico nodo rimasto aperto per quel che riguarda l’articolato.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Enel Green Power/ Al via una nuova centrale geotermica


Geysers de "El Tatio"

Image by Johan Berna via Flickr

E’ stata messa in marcia oggi la centrale geotermica di Radicondoli 2, nell’omonimo comune in provincia di Siena, che, con i suoi 20 MW, va ad aggiungersi ai 40 MW della centrale gia’ esistente, portando l’impianto a 60 MW complessivi di potenza installata.

L’impianto sara’ cosi’ in grado di produrre a regime oltre 140 milioni di chilowattora, corrispondenti ai consumi di 55.000 famiglie, e di evitare l’emissione in atmosfera di 200.000 tonnellate di CO2, oltre a un risparmio di combustibili fossili per 55.000 TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) all’anno.

Da Affaritaliani la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Ciclabili invase dalle auto, Milano – Masseroli: patto sociale tra ciclisti e guidatori


Bike Lane in Berlin, 5

Image by tulenheimo via Flickr

Modello Berlino – Progetto pilota da Melchiorre Gioia a Forlanini. «Corsie comuni, ma precedenza alle due ruote. Stiamo introducendo nuove regole, devono essere assimilate».

MILANO – Pennellate gialle contro piste protette. E un «patto sociale» tra automobilisti e ciclisti per affrontare il nuovo corso delle piste ciclabili. Palazzo Marino intende andare avanti con le strisce gialle «pitturate» sulla strada che delimitano le aree per le biciclette. C’è già un progetto pilota che parte da Melchiorre Gioia per raggiungere la periferia Est della città, fino a Forlanini.

Da Corriere.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

A novembre partono i cantieri della Linea Lilla, la quinta linea della metropolitana da San Siro a Garibaldi


Metro Manila Transit Corp (MMTC) Leyland Atlan...
Image by express000 via Flickr

A vedere il video promozionale della Linea Lilla si rimane un po’ interdetti (lo trovate sul sito ufficiale www.metro-5.com), in pratica pubblicizzano una linea di trasporto sotterranea come equivalente a un parco pubblico in termini di vantaggi ambientali.

Magari un cittadino vorrebbe davvero un parco di trenta ettari al posto di un tunnel… Ad ogni modo il dato interessante è che se sradicheranno un albero durante i lavori si impegneranno a piantarne tre, il che non è un male, avete mai letto L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono?

Il sindaco è contento e ribadisce che senza Expo 2015 “non ce l’avremmo fatta” per via della congiuntura economica sfavorevole (fonte “Corriere della Sera”) a finire i prolungamenti delle metropolitane che si trascinavano da anni (Linea 3 fino a Comasina e Linea 2 fino al Forum) e ad averne una nuova di zecca, la famosa Linea 4 da San Cristoforo a Linate. Inoltre quella che i più consideravano una metropolitana strana, quella da Garibaldi a Bignami, “ma come una metro tutta dritta? che senso ha?”, assume un aspetto del tutto diverso ora che sarà prolungata fino al Meazza.

Il cantiere aprirà il 21 novembre in zona San Siro e se date un’occhiata al tracciato capirete come mai i nostri amministratori siano preoccupati per le conseguenze, inevitabili, che si ripercuoteranno sul traffico automobilistico

Da 02 blog la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Esteri – Rinnovabili, in Cina investimento massiccio


The North China Plain is the area surrounding ...

Image via Wikipedia

Piano quinquennale 2011-2015 che prevede finanziamento da 753 miliardi di dollari. Stimato un taglio di emissioni nocive fino al 45% entro il 2020.

La Cina mette la barra a dritta sul settore energetico e in particolare sulle fonti rinnovabili: uno degli aspetti più significativi del piano quinquennale 2011-2015 varato al termine del 17esimo Comitato centrale del Partito comunista è rappresentato dai nuovi obiettivi in termini di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni di carbone.

La Cina è il primo consumatore di energia al mondo, secondo l’Agenzia internazionale per l’Energia, e la rapidità con la quale ha abbracciato le energie alternative come quella solare, eolica e nucleare ha avuto un profondo impatto su quei settori industriali.

Da Ia la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Roma. Bike Thru Strike – A lavoro in bici attraverso lo sciopero


Roma – Il Coordinamento Di Traffico Si Muore è orgoglioso di aderire all’iniziativa promossa dai Ciclomobilisti.


Ecco i punti d’incontro da cui partire e percorre insieme le strade per raggiungere il luogo di lavoro.

Se volete proporvi come guide o consigliare ulteriori punti di incontro scrivetelo sul forum dei ciclomobilisti.

Da Ditrafficosimuore la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Milano. Smog, scatta lo stop alle vecchie auto


 

Ecopass traffic sign delimiting restricted are...

Image via Wikipedia

 

Appello al sindaco: Ecopass anche per la classe 2. Per sei giorni superati i limiti di Pm10. Scattano i divieti della Regione. Banchetti per i «Referendum Days».

Partono le caldaie e scatta da oggi il blocco invernale per i veicoli inquinanti. Ma i divieti della Regione, secondo gli ambientalisti, non basteranno. «In ottobre, senza riscaldamenti, si sono già registrati 6 superamenti dei limiti europei per il Pm10», denuncia MilanoSìMuove.

Nel giorno in cui si accendono i termosifoni nelle case, nelle scuole e negli uffici, parte anche l’iniziativa «Referendum Days» per la raccolta di firme per i cinque quesiti sull’ambiente: da oggi a domenica organizzati oltre 100 punti in città dove è possibile sottoscrivere le proposte referendarie. Sul sito del comitato MilanoSìMuove spuntano intanto i dati di Ecopass:

«I report – commenta l’ex assessore Edoardo Croci – dimostrano in modo inequivocabile che ormai Ecopass ha perso efficacia sul fronte della riduzione delle emissioni e solo grazie alla cancellazione delle deroghe per i diesel senza filtro ha ancora un’incidenza sul traffico. E’ venuto il momento di rafforzarlo».

Da qui l’invito a firmare per i referendum e l’appello lanciato ieri al sindaco, Letizia Moratti, per estendere il pagamento del ticket antismog anche ai veicoli di classe 2 al momento esentati

Da Corriere la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

MTV pedala con noi, il Presidente Campo Dall’Orto sul BikeMi


 

An early MTV station ID

Image via Wikipedia

 

Tornato a casa, ho sentito il bisogno di entrare ancora di più in sintonia con il mio intervistato di oggi.

Così, mentre scrivo ascolto le canzoni tratte da “Come from Heaven” degli Alpha. Fra i brani trip hop della band di Bristol (che, ammetto, non conoscevo), c’è “Rain”, la pioggia, l’unica nemica che separa Antonio Campo dall’Orto dalla sana abitudine quotidiana del Bikemi.

E’ stato proprio il presidente di MTV Italia a suggerirmi questo incipit musicale: poche ore prima, pedalando verso l’ufficio, aveva ascoltato proprio quel cd, ma ogni giorno la musica è diversa. Quello che non muta è l’affetto per il bike sharing, almeno sin da quando Campo dall’Orto ne ha abbracciato la filosofia.Mi sono abbonato appena è nato il servizio, nel dicembre 2008, e se escludiamo il primo mese nel quale ci furono freddo e neve a scoraggiare l’esordio in sella, non l’ho più abbandonato. Non solo è diventato il mio mezzo di trasporto preferito, soppiantando la moto, ma ha fatto di me un divulgatore di questa concezione della mobilità. Io credo molto nella sostenibilità, a tal punto che, per incentivarla, decisi di regalare a tutti i dipendenti di MTV una tessera annuale del Bikemi. Non volevo forzare nessuno, ovvio, ma se ognuno di noi riesce a lanciare un segnale, qualche risultato si ottiene”.

Partendo insieme da Piazza Beccaria, a Milano, è stato bello verificare quanto le teorie fossero istantaneamente confermate dalla situazione in cui ci trovavamo: fianco a fianco in bicicletta, con un accenno d’autunno che consiglia la giacca chiusa. Antonio mi mostra il tragitto che ha scelto di percorrere quotidianamente: dico “ha scelto” perché non è il più breve, ma il più gradevole e il meno trafficato. Solo un vero pedalatore urbano riesce a ritagliarsi percorsi alternativi nella giungla del centro di Milano e lui dimostra di conoscere alla perfezione strade, stradine e piccoli stratagemmi per pedalare meglio e in serenità. “Da quando vado a lavorare in bicicletta, arrivo in ufficio più rilassato, più tranquillo” riconosce.

“La mia simbiosi con la bicicletta ha radici lontane. Risale agli anni da studente, quando vissi qualche mese a Copenaghen e mi spostavo solo con quel mezzo, non curante del fatto che fosse novembre o dicembre. Era bellissimo sempre. La prima illuminazione è diventata con il tempo una convinzione radicata: ho provato il Velìb di Parigi e ho girato in bici per Amsterdam. Se potessi, eviterei perfino l’aereo, ma il mio lavoro m’impedisce di essere tanto integralista. Il mese scorso, essendo Vice Presidente Esecutivo di MTV Networks International, sono dovuto andare cinque volte a New York: per essere coerente, avrei dovuto prendere la nave. Magari potessi farlo!”

Da Gazzetta.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta