Approvato il piano regolatore per la mobilità sostenibile a Roma


Soluzioni per la mobilità sostenibile, 4

Image by tulenheimo via Flickr

In vista del rilancio del polo fieristico e congressuale, del Gp di Formula 1 fino alla candidatura per le Olimpiadi 2020, il consiglio comunale di Roma ha -finalmente- approvato il piano regolatore della mobilità sostenibile per la Capitale. A dieci anni dall’ultimo tentativo, viene presentato un progetto che punta principalmente all’eliminazione del traffico.

Le strategie fondamentali sono l’incremento del trasporto su ferro e dei parcheggi di scambio, per favorire di conseguenza, l’utilizzo dei mezzi pubblici. Si va dalla cosiddetta ‘cura del ferro’, con la chiusura dell’anello ferroviario e le nuove linee della metropolitana, a un piano parcheggi da 60mila posti a rotazione. Ampio spazio inoltre, alle grandi opere di rinnovamento.

Fanno parte del piano, la costruzione del nuovo Ponte della Scafa, il potenziamento del collegamento su ferro tra Roma e l’aeroporto di Fiumicino, la realizzazione delle complanari sulla A-24 e del corridoio della Palmiro Togliatti. Un occhio anche all’ambiente con una serie di provvedimenti votati all’ecologia attraverso l’incremento del car sharing (anche elettrico), del bike sharing e gli incentivi per le flotte ecologiche del trasporto merci.

Uno dei pochi risultati ‘bipartisan’ ottenuti recentemente a Roma dal consiglio comunale. L’assessore ai Trasporti Sergio Marchi afferma ottimista che il piano regolatore integrato consentirà una mobilità a impatto ambientale zero, liberando progressivamente la città dalla morsa del traffico. Staremo a vedere.

Da 06Blog.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma – La promessa del Campidoglio: «Libereremo Roma dal traffico»


Interview

Image by stijn via Flickr

ENTRO NATALE LA NUOVA DISCIPLINA DEI PULLMAN. Approvato il Piano strategico per la mobilità sostenibile: 5 anelli intorno alla città, centro storico pedonalizzato.

ROMA – Il titolo è ottimista: «Roma libera dal traffico». Così l’amministrazione capitolina ha chiamato il nuovo «Piano strategico per la mobilità sostenibile» approvato ieri dalla Giunta. Tre volumi per «liberare i romani sequestrati per ore e ore ogni giorno nelle proprie auto», come ha detto Gianni Alemanno. Un piano senza grosse novità rispetto assetti già individuati, che prevede una serie (16) di interventi nel breve-medio periodo, compresa la pedonalizzazione del Tridente, per arrivare nel futuro a cinque «anelli» per la grande viabilità: dal sistema dei lungotevere con la realizzazione dei due sottopassi a Castel Sant’Angelo e all’Ara Pacis, al completamento dell’Olimpico «con tracciati alternativi tra via Cipro e la Circonvallazione Clodia e tra via Prenestina e piazza Zama». Uno di «circolazione intermedia», con il completamento del sottopasso dell’Appia e della Palmiro Togliatti fino a ponte Mammolo, alla «Tangenziale delle Torri» interna al raccordo e al Gra.

Tra le novità futuribili vi è l’ipotesi di far passare una linea tramviaria lungo il Muro Torto, accompagnata «dall’interramento integrale dell’attuale tracciato dei sottopassi di Corso Italia fino al lungotevere».

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]