L’Auto dell’anno 2011 è la Nissan Leaf: per la prima volta vince un’elettrica


Nissan Leaf exhibited at the 2010 Washington A...

Image via Wikipedia

La Nissan Leaf è l’Auto dell’anno 2011. Non era mai successo nella storia della manifestazione che il premio andasse ad una vettura elettrica. Non è la prima volta che i giurati (53 giornalisti del settore provenienti da 23 paesi europei) decidono di privilegiare l’innovazione: sei anni fa il riconoscimento andò ad un altro modello ecologico giapponese, l’ibrida Toyota Prius.

Il successo della Nissan Leaf è un buon segnale per il futuro dell’auto elettrica. La compatta nipponica (che ha permesso al proprio brand di tornare al successo a diciotto anni di distanza dalla Micra) ha prevalso sulle altre sei finaliste (Alfa Romeo Giulietta, Citroën C3/DS3, Dacia Duster, Ford C-Max/C-Max7, Opel Meriva e Volvo S60/V60) grazie alle sue doti di ecologia ed economia. Offrire un’auto a batterie lunga 4,44 metri allo stesso prezzo (circa 36.000 euro) delle più piccole citycar Citroën C-Zero e Peugeot iOn non è roba da tutti.

Da Panorama.it la notizia qui..

Enhanced by Zemanta

Fiat-Chrysler, l’accordo è fatto Obama: “Insieme verso il successo”


{{it|Sergio Marchionne, amministratore delegat...

Image via Wikipedia

ECONOMIA – La Casa Bianca annuncia l’intesa tra i due gruppi industriali. Per Detroit una bancarotta chirurgica. Salvi i posti di lavoro. Il presidente: “Torino costruirà con noi l’auto pulita del futuro”

TORINO – “Sono stati fatti tutti i passi necessari: la Chrysler risorgerà, grazie Fiat” dice il presidente Usa Barack Obama. Alle 18 italiane la Casa Bianca annuncia l’accordo. Con l’industria di Detroit che sarà sottoposta ad una bancarotta chirurgica di 30/60 giorni e con la Fiat che fa il suo ingresso, in modo marcato, nel mercato americano dell’automobile.

Obama: “Dalla Fiat l’auto del futuro”. “La Fiat ha dimostrato di saper costruire l’auto pulita del futuro ed è l’unica possibilità di salvezza – dice Obama – .Oggi ci sono forti chance di successo. Questa alleanza salverà 30mila posti di lavoro: Chrysler emergerà più forte e competitiva”. Grande anche la soddisfazione del Lingotto. “E’ un momento storico” commenta l’ad torinese Sergio Marchionne. Per Obama la Chrysler è certamente “un’icona dell’industria automobilistica americana”, alle prese, però, con un presente difficilissimo: “Per anni era un pilastro, solo che quel pilastro si era indebolito”. Per sanarlo serviranno l’intervento del governo Usa, la Fiat (“che si è impegnata trasferire miliardi di dollari di tecnologie di avanguardia a Chrysler“) e una bancarotta “veloce ed efficiente”.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Fusion hybrid vs Prius? USA Today picks the Ford


Ford exhibits ...
Image by Getty Images via Daylife

Ever since Ford revealed the Fusion hybrid at the LA Auto Show, the discussion has been hot and heavy among fans of the Prius. While Ford has proclaimed the Fusion as the most fuel efficient mid-size “sedan,” Prius fanboys reiterate that the Toyota is classed as a mid-size car based on interior volume. While that is certainly true, based on body styles the Camry is truly the Fusion’s natural competitor. Over at USA Today, auto critic Jim Healey has had an opportunity to spend some time with the new Ford and has made his call. [continua…]

Da Autobloggreen.com la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Incentivi? Saranno di 3000 euro


1939 Ford pick-up truck

Image via Wikipedia

Gli incentivi sono alle porte e la Ford Italia già annuncia di rendere cumulabile il suo incentivo già annunciato di 1000 euro con gli incentivi statali alla rottamazione allo studio del Governo. E siamo già a quota 2.500, ma è chiaro che l’esempio di Ford sarà copiato a breve da altre marche, proprio come successe lo scorso anno, e che in molti arriveranno a raddoppiare l’eco-incentivo statale. [continua…]

Da Motori blog la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Auto, UE: ok agli aiuti purché green Bruxelles pareggia i conti con Obama


{{it|Sergio Marchionne, amministratore delegat...

Image via Wikipedia

L’appello di Sergio Marchionne ha trovato una risposta. L’UE, infatti, potrebbe anche scendere in campo per sostenere il settore auto in forte difficoltà. Ma eventuali aiuti dovrebbero essere saldamente legati alla tutela dell’ambiente. Lo hanno deciso i ministri delle Attività Produttive europei in un incontro informale. Bruxelles riequilibra così una situazione di mercato dopo che Obama varerà il piano di aiuti per risollevare GM, Ford e Chrysler [continua…]

Da Affaritaliani.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]