Milano: Smog, dodicesimo giorno di sforamento scatta il blocco per i veicoli più inquinanti


Sign No. 270 – no traffic allowed due to smog

Image via Wikipedia

Milano. L’EMERGENZA. l piano prevede il divieto di circolazione da martedì a domenica su tutto il territorio comunale
per gli autoveicoli benzina Euro 0, i diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 non dotati di filtro antiparticolato.

Il piano per l’emergenza smog di Milano è entrato a regime e già da martedì(oggi ndr.) i veicoli più inquinanti non potranno più circolare. Prima di bloccare tutte le auto domenica prossima, però, il Comune dovrà verificare che fino a venerdì le polveri sottili non siano tornate a livelli accettabili. L’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa) ha certificato il dodicesimo giorno consecutivo di superamento della soglia consentita dall’Unione europea per le concentrazioni di Pm10. E automatica è scattata la prima fase dell’ordinanza per l’emergenza smog firmata dal sindaco Letizia Moratti, che sarà ulteriormente inasprita se la serie di giorni fuori legge salirà a quota 18.[…]

Il piano prevede il divieto di circolazione da martedì a domenica su tutto il territorio comunale per gli autoveicoli

  • benzina Euro 0 e
  • i diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 non dotati di filtro antiparticolato in grado di garantire un valore di emissione pari almeno al limite standard Euro 3.
  • Inoltre non potranno circolare i ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi Euro 1 e Euro 0 e Euro 1 alimentati a gasolio.

L’inosservanza di queste misure sarà punita con una sanzione di 155 euro.

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

15-17 OTTOBRE: AL VIA I “REFERENDUM DAYS”


“Invitiamo tutti i milanesi a partecipare e a sottoscrivere i quesiti referendari.
Il piccolo gesto di una firma per un progetto di rinnovamento della nostra città”

Milano, 14 ottobre 2010. Da venerdì 15 a domenica 17 ottobre il comitato referendario MilanoSìMuove promuove i “Referendum days”, con oltre cento tavoli per la raccolta delle firme in tutta la città ed eventi legati ai temi dell’ambiente e della mobilità. Obiettivo: raggiungere le 15 mila firme necessarie per lo svolgimento dei referendum. Il motto è “La Milano che vorresti è a portata di firma”. Informazioni su: www.milanosimuove.it.

I fondatori del Comitato, Marco Cappato, Edoardo Croci ed Enrico Fedrighini hanno dichiarato: “Il fine settimana del 15-17 ottobre sarà l’occasione per i cittadini di Milano di attivarsi in prima persona per un progetto di rinnovamento e trasformazione della nostra città in modo da garantire qualità della vita e diritto alla salute. Il piccolo gesto di una firma, presso i banchetti che si troveranno in tutta la città, può rendere alla portata di tutti l’obiettivo di una Milano più attenta all’ambiente e al benessere dei suoi cittadini. Invitiamo tutti i milanesi a recarsi presso i punti di raccolta firme nei prossimi tre giorni”.

All’iniziativa partecipano anche i consiglieri comunali Carlo Montalbetti, Giancarlo Pagliarini, oltre a numerosi rappresentanti del mondo culturale, associativo e politico.

I referendum Days. Oltre cento i principali appuntamenti per la raccolta delle firme nelle zone della città più frequentate nel fine settimana.
Si parte venerdì 15 e sabato 16 mattina presso i principali mercati e centri commerciali. Si potrà firmare tutti i pomeriggi nei luoghi centrali di San Babila, Piazza San Carlo e Piazza Cordusio ed anche presso le librerie Feltrinelli di Piazza Piemonte e la Mondatori di via Marghera e alla Triennale in occasione del “bycicle film festival”. Sabato pomeriggio presso molti parchi gioco, in Piazza Lima e presso Villa Necchi, in occasione della mostra “L’infinito paesaggio” di Tullio Pericoli organizzata dal FAI e presso la Cascina Cuccagna in occasione della manifestazione Kuminda organizzata da Terre di mezzo. Si finisce la sera davanti ai cinema Gloria, Anteo e Colosseo e al teatro Nazionale e alle Colonne di San Lorenzo; sabato sera si aggiungono Brera e i Navigli. Domenica mattina si firma anche al Parco delle Cave alla partenza dell’ecorunning e tutto il giorno anche alla festa di Baggio.

Per aggiornamenti e mappe consultare il sito www.milanosimuove.it.

Volontari. I Referendum Days sono realizzati grazie alla partecipazione dei volontari e alla collaborazione di numerose associazioni. Si può segnalare la disponibilità a divenire “Volontario per l’ambiente” per aiutare a raccogliere firme scrivendo all’e-mail referendum.milano@gmail.com oppure chiamando il numero 02-39542026.

Enhanced by Zemanta

Milano. L’iniziativa: Referendum ambientali, caccia alla firma raccolta di adesioni anche ad agosto


pesca in darsena
Image by ialla via Flickr

In due settimane si è arrivati a quota 500. Ma ne servono 15mila. E c’è lo scoglio delle autenticazioni.

“Volete dimezzare il traffico, raddoppiare gli alberi, risparmiare energia, preservare il parco agro alimentare dell’Expo e salvare la Darsena?”. Più che quesiti referendari, le cinque domande che il comitato “Milano sì Muove” vuole rivolgere ai milanesi sembrano cinque sfide di portata storica.

E in effetti, nelle intenzioni dei fondatori del comitato Edoardo Croci, Marco Cappato ed Enrico Fedrighini, lo sono. “I referendum per i quali abbiamo iniziato la raccolta firme – hanno spiegato – sono una grande opportunità per i cittadini: potranno riprendersi il diritto di chiedere quale futuro vogliono per la loro città”.

La raccolta firme necessaria per la proposta dei quesiti è cominciata da due settimane e al momento è arrivata a quota cinquecento. Ma “la campagna entrerà nel vivo a settembre – ha spiegato Croci – quando abbiamo programmato i “referendum days” per coinvolgere i cittadini e portare centinaia di tavoli nelle piazze milanesi”.

Chi rimarrà in città ad agosto potrà firmare presso gli uffici dell’anagrafe in via Larga 12, in via Messina 52, in tutte le sedi dei consigli di zona e anche a un tavolo alle Colonne di San Lorenzo, una sera a settimana.

Vai al sito http://www.milanosimuove.it/wordpress/

Da Repubblica.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Ecopass Milano: pagheranno anche i diesel Euro 5 no-FAP


This pic shows the traffic sign for the Ecopas...

Image via Wikipedia

Stop alla deroghe per le auto diesel Euro 5 ed Euro 4 sprovviste del Filtro Antiparticolato; un’ordinanza del Sindaco di Milano non risparmierà più ai proprietari di questa tipologia di vettura i costi dell’Ecopass.

Per entrare al centro di Milano sarà necessario pagare il ticket da 5.00 euro. Salvi i conducenti di auto a gasolio recenti con filtro FAP e le vetture dotate di impianto Gas GPL o Metano.

Da Sicurauto la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – Nuovi metro’, meno auto e smog


DSCN0021b
Image by vanz via Flickr

NUOVI METRO’, MENO AUTO E SMOG

Le polveri sottili (Pm10) calerebbero del 6%, l’anidride carbonica del 7,5%, il 12% delle auto sparirebbe dalla circolazione giornaliera (pari a 80mila veicoli) e ci sarebbero 900 incidenti in meno all’anno. Questo il risultato finale se tutti i progetti per la metropolitana milanese andassero in porto, come ha previsto la società MM che gestisce la rete..

Da iN Europa la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Emergenza smog, la proposta di Moratti: stop alle auto domenica 28


Smog di Roma

Image by glamismac via Flickr

Nuovi livelli di guardia per le polveri sottili in tutto il nord. Così arriva la proposta dei sindaci Moratti e Chiamparino: a Milano e Torino stop alle auto domenica 28 febbraio. I due primi cittadini: “Chiediamo agli altri Comuni di aderire alla proposta”. Domani vertice interregionale per l’emergenza inquinamento.

E’ ufficiale, domenica 28 febbraio blocco totale della circolazione a Milano e Torino. Dopo la proposta avanzata ieri dal sindaco Moratti e dal collega torinese Chiamparino, oggi è arrivata la conferma. Tutto fermo per contrastare i livelli di smog. Domani, come già annunciato ieri sera, ci sarà un vertice con i sindaci delle due province per tentare di fare un’azione congiunta di contrasto alle polveri sottili.

Ognuno però, ha sottolineato Letizia Moratti, deciderà come crede, anche se “questo coordinamento che abbiamo deciso con il sindaco Chiamparino e che parte da Milano sia molto importante, perché è la prima volta che città di regioni diverse di questa grande area si mettono insieme per affrontare in maniera unitaria un problema che non è legato solo a una città ma è un problema di un’area più vasta”.

Da Milano today la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – Polveri sottili di nuovo oltre i limiti. Vertice tra Comune e Regione sul blocco


Comune di Milano

Image via Wikipedia

Continua l’estensione dell’Ecopass agli Euro 4 e 5 diesel senza filtro. La Moratti incontrerà il governatore Formigoni per decidere su un’eventuale seconda domenica a piedi.

MILANO – Dopo la tregua concessa martedì, mercoledì l’inquinamento a Milano è tornato sopra i livelli di guardia. A questo punto torna a farsi avanti l’ipotesi di un nuovo blocco del traffico domenica, prima annunciato, poi dato come improbabile dal vicesindaco De Corato. E continua l’estensione dell’Ecopass agli Euro 4 e 5 diesel. La Moratti nel pomeriggio incontrerà il governatore Formigoni per decidere se Milano bloccherà la circolazione anche domenica prossima.

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]