E se il tuo voto fosse quello decisivo?


Annunci

Appello: Il 12 e il 13 giugno liberiamo l’Italia dal nucleare.


Oggi abbiamo la grande occasione di chiudere definitivamente l’avventura nucleare e aprire una nuova stagione energetica. Noi non abbiamo le risorse finanziarie e mediatiche dei grandi operatori energetici e della lobby nucleare. Non possiamo fare campagne pubblicitarie da milioni di euro. Noi abbiamo due sole grandi forze: i fatti concreti della storia che ci danno ragione – da ultimo il dramma che sta vivendo il Giappone – e il grande numero di persone che non vogliono per sé e per i propri cari un futuro nucleare e che oggi si possono mobilitare strada per strada, sul web, con le radio e le tv locali. Una grande squadra al lavoro in ogni città, in ogni quartiere, in ogni paese per convincere gli italiani ad andare a votare il 12 e 13 giugno per fermare il nucleare.

In queste settimane siamo tutti rimasti sconvolti dal dramma degli abitanti del distretto di Fukushima, costretti ad abbandonare chissà per quanti anni le proprie abitazioni. Per i milioni di cittadini di Tokyo che ancora oggi vivono sotto l’incubo degli effetti nefasti della radioattività, per i valorosi che stanno sacrificando la propria vita per tentare di impedire che il disastro assuma dimensioni catastrofiche. E’ lo stesso copione di Cernobyl, eppure ci troviamo nel Paese più tecnologico del mondo, che comunque non è riuscito a garantire ai propri cittadini la sicurezza dal rischio nucleare. Il motivo è semplice: oggi non esiste tecnologia in grado di farlo.

Da Fermiamoilnucleare.it   la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Oggi segnaliamo un Blog di argomento giuridico – (il Blog della Studio Legale Mei&Calcaterra)


283275sdcUn blog “amico” che in rete si occupa in modo serio di diritto e diritti…
Il Blog dello Studio Legale Mei&Calcaterra

Riportiamo l’ultimo post…
Il lavoro a progetto: “stabilizzazione” delle collaborazioni e orientamenti giurisprudenziali” [continua…]
Venerdì, Apr 20 2007

Da Studio legale Mei & Calcaterra la notizia qui…

Se fai il bullo ti denuncio. Con una mail


72724238Si discute ancora molto sull’educazione scolastica e fenomeni connessi…

SOS BULLISMO. Bambini e ragazzini vittime di atti di nonnismo e bullismo possono denunciare in forma anonima le violenze subite. Ci ha pensato la Prefettura di Belluno, che ha creato un sito ad hoc per farsi giustizia sul web.

Allarme bullismo. Il fenomeno è da allarme rosso: colpisce un bambino su tre nella fascia fra i 7 e i 10 anni, poco meno della metà degli undicenni e un quindicenne su cinque. Per rispondere a questi dati allarmanti si moltiplicano le iniziative, come i corsi per gli insegnanti a Brescia o il piano controlli davanti alle scuole della Questura di Foggia. [continua…]

Da Mediazone la notizia qui…