Incentivi più generosi per il fotovoltaico?


Futuro Fotovoltaico

Image by Elisabetta_81 via Flickr

Il Magazine MF/Milano Finanza rivela che ci sarebbe allo studio un nuovo meccanismo ministeriale per determinare nuovi e più cospicui incentivi economici al settore fotovoltaico. In particolare sarebbe prevista una correzione al rialzo delle attuali cifre riconosciute ai produttori di energia solare.

Più nel dettaglio, per ogni kilowattora prodotto potremo assistere ad aumenti che andranno da un centesimo fino a 14 centesimi nel caso di impianti entrati in funzione dopo aprile 2011, tra 200 e 1.000 kilowatt, per i quali la tariffa passerebbe quindi da 0,285 a 0,309 euro. Rimarrebbero valide, invece, le previsioni su un taglio di circa il 20% rispetto al vecchio Conto Energia per gli impianti che inizieranno a produrre a fine 2011.

Dagli inizi del 2012 infatti è prevista un’ulteriore riduzione di spesa pari a circa il 6% l’anno. Sarà riconfermata anche la soglia di potenza massima incentivabile, fissata in 3 mila megawatt, (nel 2009 erano stati incentivati 1.200 mw di pannelli solari installati) con l’obiettivo di raggiungere una quota di 8 mila megawatt installati nel nostro Paese entro la fine del 2020.

Questa bozza messa a punto dai ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente dovrebbe essere sottoposta alla Conferenza unificata Stato-Regioni fissata per il prossimo 10 giugno, salvo cambi di rotta, proprio in sede di conferenza unificata, dopo l’entrata in vigore della discussa manovra economica varata dal Governo.

Da Fotovoltaicoblog.it la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

E il vento continua a soffiare: entro il 2014 eolico a 409 GW nel mondo


World installed wind power capacity, past and ...

Image via Wikipedia

Entro il 2014 la capacità mondiale di potenza energetica installata toccherà i 409 GW contro i 158,5 GW di fine 2009, con un tasso di crescita del 21% all’anno. Lo prevede il Gewc, l’associazione internazionale che rappresenta il settore dell’industria eolica.

E nello stesso anno il mercato del vento potrà contare su oltre 60 GW installati in 12 mesi, in costante crescita dai 38,3 GW del 2009. I dati sono tutti contenuti nel “Global Wind 2009”, il rapporto che la Gewc ha presentato alla European wind energy conference (Ewec 2010) che si è tenuta di recente in Polonia, a Varsavia.

“Nonostante la recessione globale e l’importante crisi finanziaria che stiamo attraversando, l’energia eolica continua a essere la tecnologia più scelta in molti paesi del mondo – ha commentato Steve Sawyer, segretario generale di Gwec: – è pulita, affidabile e veloce da installare.

E quindi si tratta della soluzione più interessante per il miglioramento della sicurezza, la riduzione delle emissioni di CO2 e la creazione di migliaia di posti di lavoro”.

Da L’eco pensiero la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Fotovoltaico: Conto energia, la nuova bozza va incontro al settore


Energía / Power

Image by blackheartking.com (xtyler) via Flickr

26 febbraio 2010 – Ritocco alle tariffe con tagli lievemente ridotti e creazione di un nuovo scaglione con tariffe incentivanti per impianti fotovoltaici di potenza superiore a 5 MW.

Sono le principali modifiche apportate alla bozza di decreto per il nuovo conto energia che sarebbe dovuta approdare ieri alla Conferenza Unificata poi rinviata.

Per quanto riguarda i nuovi incentivi, confermati i tagli, “con variazioni delle tariffe incentivanti per impianti con potenza > 1 MW”, spiega Domenico Inglieri, consigliere Gifi-Anie (Cfr: le tariffe prima e dopo le modifiche). Tra le altre novità, Inglieri segnala oltre “alla creazione di un nuovo scaglione di potenza (impianti > 5MW)”, anche l’ “aumento della potenza incentivabile da 200 MW a 250 MW per gli impianti integrati e da 150 MW a 250 MW per gli impianti a concentrazione”, nonché l’ “aumento delle tariffe impianti a concentrazione” e l’ “incremento del 5 per cento per impianti fv realizzati in sostituzione di coperture in eternit”, come chiesto dalle associazioni.

Da ZeroemissionTv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Il fotovoltaico è meglio dei Btp: ecco perché


Pannelli Solari

Image by Janex & Alba via Flickr

Bolletta azzerata e incentivi del Conto energia: grazie a queste due voci una famiglia media può guadagnare ogni anno più di mille euro e risparmiarne altri 500.

Come nel caso-tipo della famiglia Zardi di Casatenovo (Lecco), la cui passione per il risparmio energetico è stata raccontata il 26 maggio nel Rapporto Sviluppo sostenibile, allegato al Sole 24 Ore. Come ha mostrato, dati alla mano, il “capofamiglia” Luciano Zardi, ingegnere informatico, per l’esattezza negli ultimi 12 mesi il risparmio sulla bolletta è stato di 543 euro, a cui si sono aggiunti 1.329 euro ricevuti per il Conto energia. Totale: 1873 euro.

Di questo passo i 16.306 euro dell’investimento iniziale per l’impianto da 2,45 kWp si recuperano in meno di nove anni. In vent’anni, a questi ritmi, il guadagno al netto dell’investimento sarà di poco superiore ai 21mila euro.

Da Sole24ore.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Iniziative – Fv integrato, on line la nuova guida del Gse


Tetti De Roma - 3/4

24 aprile 2009 – Sul sito del Gestore Servizi Elettrici (Gse) è possibile consultare e scaricare la seconda edizione della guida agli interventi validi ai fini del riconoscimento dell’integrazione architettonica del fotovoltaico, redatta dal Gestore dei Servizi Elettrici secondo quanto previsto dai ministeri competenti e dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

Il documento rappresenta un completo supporto tecnico-operativo per tutti gli operatori del settore che consente di individuare correttamente la tipologia di intervento che può ricevere il riconoscimento di integrazione architettonica parziale oppure totale secondo quanto previsto dal Decreto 19 febbraio 2007 (o nuovo Conto Energia). Il lavoro, inoltre, si propone di mostrare, con una vasta gamma di immagini, come la tecnologia fotovoltaica possa validamente armonizzarsi nei nostri panorami urbani ed extraurbani rispettandone gli equilibri estetici e architettonici.

Con questa nuova edizione il Gse intende sottolineare che, per ottenere il premio per l’integrazione architettonica di moduli fotovoltaici su pergole, pensiline, tettoie, serre ed ogni altro manufatto, l’impianto deve presentare caratteristiche sostanzialmente diverse dagli impianti a terra, remunerati con apposita tariffa. A tal fine ha ritenuto opportuno caratterizzare alcune tipologie e manufatti architettonici, nonché fornire indicazioni circa le modalità di integrazione dei moduli necessarie per il riconoscimento dell’integrazione architettonica dell’installazione.

Da Zeroemission.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Battibecchi – Costato a sorpresa: “Le rinnovabili sono inutili e costose”. E l’Aper non ci sta


Emma Marcegaglia

Image by Giuseppe Nicoloro via Flickr

Milano, 6 aprile – Le fonti rinnovabili sono inutili e costose, il settore rappresenta un’area speculativa e la concentrazione degli impianti è, non a caso, maggiore in aree ad alta presenza di mafia: un treno in corsa, guidato da Antonio Costato – vice presidente della Confindustria – si abbatte sulle energie rinnovabili.

In questi termini, infatti, si è espresso il numero due di viale dell’Astronomia nel corso del convegno milanese “L’incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e il Conto energia”, organizzato presso la sede di Assolombarda dal Gse, il Gestore dei servizi elettrici.

Dietro le parole di Costato c’è il riferimento ai forti incentivi che lo Stato assegna alle energie rinnovabili e i recenti casi di infiltrazioni malavitose nella costruzione e nella gestione di parchi eolici in Sicilia e Puglia. E un’indicazione: meglio puntare allora sull’efficienza energetica.

Le reazioni: via dalla Confindustria? – I produttori di energie “green”, va da sé, non l’hanno presa bene. A Costato ha risposto in diretta Roberto Longo, presidente dell’Aper – l’Associazione produttori di energia da fonti rinnovabili, – presente alla tavola rotonda. Longo ha chiesto se le parole di Costato fossero “a titolo personale” o rappresentassero “la posizione ufficiale e condivisa” nella Confindustria. E Costato ha confermato l’ufficialità della posizione.

Chiuso il botta e risposta in Assolombarda, lo scontro si è spostato negli uffici delle associazioni. A colpi di lettere aperte e comunicati. Aper, infatti, ha subito inviato una lettera a Emma Marcegaglia, presidente della Confindustria, per chiedere spiegazioni circa l’uscita del suo braccio destro (puoi leggere il testo integrale in Approfondimenti, ndr). Lettera che sembra aprire a una possibile uscita dei produttori di rinnovabili dal sistema confindustriale.

Da E-gazette la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Anche gli USA incentivano il fotovoltaico


Florida population density map based on Census...

Image via Wikipedia

Dalla Florida una nuova iniziativa che incentiva l’usa del fotovoltaico. Un alter ego del Conto Energia che c’è in Italia.

Inizia dalla calda e soleggiata Florida la scelta americana di motivare all’uso dell’energia fotovoltaica. Dal prossimo 1 marzo i cittadini di Gainesville in Florida potranno beneficiare di 32 centesimi di dollaro per KWh prodotto dai propri impianti fotovoltaici.

Un incentivo, che come il Conto Energia italiano, avrà durata di 20 anni. Una vera rivoluzione per la cultura statunitense. Gli amministratori locali hanno sicuramente guardato all’Italia dove il “Conto Energia” ha dimostrato d’essere un efficace strumento per il rapido sviluppo del fotovoltaico [continua…]

Da Eco dalle città la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]