Cemento, legge ad hoc per la Moratti abitazioni al posto di giardini e parcheggi


Milan, the Sempione Axis with the 1991 IDC pro...

Image via Wikipedia

Pdl e Lega hanno approvato in consiglio regionale le modifiche alle regole urbanistiche dell’assessore leghista al Territorio, Davide Boni

L’assessore regionale al Territorio, il leghista Davide Boni, aveva promesso che avrebbe fatto le barricate contro una nuova colata di cemento in particolare a Milano. Ma dopo l’approvazione alla riforma della sua legge urbanistica in consiglio regionale, al contrario, con la scusa dell’Expo, il sindaco Letizia Moratti avrà praticamente carta bianca sul via libera a nuove costruzioni su ogni spazio rimasto libero, anche se destinato a verde pubblico non realizzato, sul suolo milanese. [continua…]

Da Republica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Stop al consumo di territorio, una campagna contro la cementificazione


Facebook, Inc.

Image via Wikipedia

Si chiama Stop al consumo di territorio ed è una campagna contro la cementificazione del suolo italiano.

Esiste un manifesto online lanciato da un gruppo di associazioni e siti internet, e un gruppo su Facebook al quale hanno aderito più di duemila persone. Il messaggio è chiaro: basta costruire, basta spargere cemento ovunque, il suolo non è una risorsa infinita. Meglio riqualificare, usare quello che è già stato costruito e magari non abitato.

Si legge nel manifesto: “Soltanto negli ultimi 15 anni circa tre milioni di ettari, un tempo agricoli, sono stati asfaltati e/o cementificati. Questo consumo di suolo sovente si è trasformato in puro spreco, con decine di migliaia di capannoni vuoti e case sfitte: suolo sottratto all’agricoltura, terreno che ha cessato di produrre vera ricchezza. La sua cementificazione riscalda il pianeta, pone problemi crescenti al rifornimento delle falde idriche e non reca più alcun beneficio, né sull’occupazione né sulla qualità della vita dei cittadini”.

Spesso si tratta di pura e semplice speculazione edilizia – su questo tema vi consiglio il romanzo di Simona Vinci, intitolato Rovina – a cui ultimamente il taglio dell’Ici sta dando in qualche modo (e magari involontariamente…) una mano. [continua…]

Da Verdenero la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]