La Delorean 2010 è elettrica. E con Wired non ritorna al futuro, ma viaggia da Milano a Roma


DeLorean DMC12 Back To The Future Replica
Image by F1RSTBORN via Flickr

Milano. É iniziata stamani (25 ottobre 2010 ndr) l’avventura della Delorean DMC-12 modificata per funzionare ad energia elettrica, dopo diversi mesi di lavoro in un’officina vicino a Bergamo.

L’auto è partita stamani dalla stazione centrale di Milano pilotata da Roberto Vezzi, padre del progetto, accompagnato da Matteo Bordone, giornalista di Wired – rivista che ha seguito e sostenuto tutte le fasi dell’impresa. La Deloran dovrebbe arrivare a Roma giovedì, dopo aver attraversato mezza Italia.

Il modello è lo stesso della mitica automobile/macchina del tempo di «Ritorno al Futuro» e non per caso. Tra gli scopi dell’impresa, infatti, c’è anche quello di celebrare i 25 anni dall’uscita del primo capitolo della saga (la ricorrenza cade proprio oggi) e portare l’auto sul red carpet in tempo per l’inaugurazione del Festival del Cinema di Roma. Ma soprattutto il viaggio – spiega Riccardo Luna, direttore di Wired – serve a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’uso delle auto elettriche come sistema di mobilità per il prossimo futuro.

Da C6tv   la notizia qui…VEDI IL VIDEO

Enhanced by Zemanta

Monte Ciocci: in arrivo il Parco dei desideri


Brutti, sporchi e cattivi

Image via Wikipedia

Il parco, disegnato nel 2002 dai bambini della zona, sarà pronto nel 2011. Costerà quasi 7 milioni di euro e costituirà un ponte di collegamento tra il Parco di Monte Mario e quello del Pineto

Arriverà nel 2011 per i cittadini di Valle Aurelia, Balduina e Trionfale, il tanto sospirato nuovo parco di Monte dei Ciocci. Atteso almeno dal 2002, quando fu inserito nel piano regolatore e reclamato da ben 15 associazioni ambientaliste riunite nel Coordinamento delle Associazioni del Parco del Pineto, che hanno voluto l’area verde di 40 ettari come “ponte di collegamento” con il Parco di Monte Mario e quello del Pineto, per realizzare la grande via verde all’interno di Roma.

Destinato a verde pubblico fin dal 1947 il colle che apparteneva all’ antica famiglia Ciocchi del Monte di Papa Giulio III, è da sempre considerato uno dei più spettacolari punti panoramici della città: da lì si ammira tutto l’ «ager Vaticanus» e un’ inedita visione della cupola di San Pietro. L’area demaniale è compresa tra via delle Medaglie d’Oro, via Simone Simoni, via Anastasio II, via Baldo degli Ubaldi, via di Valle Aurelia e la Ferrovia Roma Viterbo. Al suo interno c’è il famoso “Monte Ciocci” legato, nell’immaginario collettivo, alle scene della baraccopoli del film di Ettore ScolaBrutti, sporchi e cattivi con la memorabile interpretazione di Nino Manfredi.

Si tratta di una meraviglia naturalistica che, dopo anni di abbandono e degrado con le baraccopoli abusive innestate al suo interno, finalmente rinascerà come parco attrezzato per tramutarsi in una delle aree paesaggistiche più belle di Roma. I cantieri sono aperti da pochi giorni.

“I lavori per la realizzazione del parco dovrebbero avere una durata di circa 18 mesi”

Da Comune di Roma la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Media Mundus: finanziamenti per progetti multimediali


Old Media Center Environment

Image by coreygo via Flickr

Tra il 2011 e il 2013 la Ue concederà finanziamenti per 15 milioni di euro a progetti presentati da professionisti del settore audiovisivoMedia Mundus. provenienti dall’Unione europea e da paesi terzi, grazie al programma

Negli ultimi vent’anni gli sviluppi dell’ICT hanno determinato un nuovo modo di produrre contenuti multimediali come i video on-demand, l’IPTV e la televisione digitale. Queste innovazioni tecnologiche hanno provocato nel mercato dei media una forte crescita della domanda di contenuti audiovisivi, che sarà soddisfatta se si produrranno contenuti nuovi e interessanti, adatti alle nuove piattaforme multimediali. [continua…]

Da Blog.pmi la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]