ECONOMIA E FINANZA – CODACONS IN AZIONE


Cassonetto per la raccolta dei rifiuti di mate...

Image via Wikipedia

NON BUTTARE I TUOI SOLDI NELL’IMMONDIZIA! AGISCI ORA PER RECUPERARE L’IVA SULLA TASSA SUI RIFIUTI ILLEGITTIMAMENTE PAGATA!

Non buttare i tuoi soldi nella spazzatura! Anche tu, probabilmente, sei costretto a pagare una tassa “sporca’ ma, soprattutto, assolutamente non dovuta!

Anche tu stai ricevendo, periodicamente, il tristemente famoso bollettino per pagare la tassa sui rifiuti.

Ma attenzione!!! Controlla attentamente la bolletta: se ti è stata applicata l’Iva (nella misura del 10%) sulle voci di raccolta e smaltimento rifiuti, puoi richiederne il rimborso immediato!!

Ad esempio, se paghi una tassa di 900 euro l’anno, il tuo Comune ti sta sottraendo 90 euro di IVA illegittima che, moltiplicati per 10 anni (il massimo che puoi richiedere), sono 900 euro buttati nell’immondizia!

La Corte di Cassazione, in linea con l’orientamento comunitario, ha stabilito che il corrispettivo che i cittadini devono pagare per la raccolta e smaltimento dei rifiuti, e’ una tassa e non una tariffa.

Se fosse una tariffa l’Iva sarebbe applicabile, ma essendo una tassa questo non e’ legittimo!

SE HAI PAGATO L’IVA SULLA TASSA SUI RIFIUTI, ORA LA PUOI RECUPERARE! [continua…]

(pubblichiamo il comunicato del Codacons )

Da Codacons.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Italia- Tassa sui rifiuti: Cassazione stabilisce che Iva non va pagata


The Courthouse (dibbed

Image via Wikipedia

Italia- (di Monica Rubino)Con una recente sentenza, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’IVA del 10%, normalmente addebitata sulle bollette della tassa sui rifiuti, è illegittima. La Corte di Cassazione, allineandosi con l’orientamento degli altri Paesi dell’Unione europea, ha stabilito che il corrispettivo che i cittadini devono pagare per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, è una tassa e non una tariffa. Se fosse una tariffa, l’IVA sarebbe applicabile, ma essendo una tassa non è legittimo. Controllate, dunque, attentamente la bolletta: se è stata applicata l’Iva nella misura del 10% sulle voci di raccolta e smaltimento rifiuti, si potrà chiedere il rimborso immediato al Comune o alle società appaltatrici che gestiscono il servizio. Il risarcimento può essere richiesto per un massimo di 10 anni [continua…]

Da Altocasertano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]