Come le aziende che sviluppano il solare possono sopravvivere ad un mercato difficile


rapporto fra il prodotto cartesiano e il prodo...

Image via Wikipedia

Sembra ormai che l’energia solare stia diventando un bene diffuso. E quando sarà definitivamente una materia prima facilmente stoccabile e commerciabile, si verificherà un consolidamento del settore, in cui il mercato sarà dominato da un gruppo ristretto di fornitori.

Quindi, come può fare una società del solare a sopravvivere ad un ridimensionamento del settore? E che cosa ci vuole per costruire una duratura posizione di leadership in un settore che produce e vende una merce di questo genere? La risposta sta nel fatto che le imprese devono cercare di restare al passo con l’evoluzione delle preferenze del mercato, costruendo la propria offerta in un mix di caratteristiche del prodotto materiali e immateriali.

La relazione tra caratteristiche tangibili e intangibili del prodotto sposta l’attenzione dalle qualità tecniche e innovative della merce immessa nel mercati, al valore aggiunto dato dalla reputazione dell’azienda che lo commercializza. Mano a mano che il mercato dell’energia solare diventa più competitivo, gli aspetti immateriali assumono maggiore importanza. Può accadere che i produttori leader del settore perdano la loro importanza iniziale, se un nuovo concorrente riesce a posizionare meglio il suo prodotto, puntando su un mix più efficace di qualità immateriali.

Da L’elettronica open source la notizia qui…

Enhanced by Zemanta

Ricerca: Il premio “Oscar Masi” ai concentratori solari luminescenti di Eni


Pannelli Solari

Image by Janex & Alba via Flickr

7 maggio 2010 – Concentratori solari luminescenti che sfruttando particolari convertitori di spettro, migliorano il rendimento delle celle fv abbattendo di quattro volte il costo di produzione di energia solare.

E che utilizzando materiali trasparenti portano alle estreme conseguenze il concetto di integrazione architettonica consentendo lo sviluppo di vere e proprie finestre fotovoltaiche e in un prossimo futuro di intere facciate in grado di produrre energia e illuminare gli ambienti.

E’ il progetto sviluppato presso il Centro Ricerche Eni dell’Istituto Donegani, vincitore del premio “Oscar Masi 2009 per l’Innovazione Industriale” assegnato oggi a Eni in occasione della Giornata Airi per l’innovazione industriale. Il premio, istituito nel 1984 per onorare la memoria di Oscar Masi – uno dei fondatori dell’Airi (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale) – è stato consegnato all’ingegner Umberto Vergine, direttore della Direzione Studi e Ricerche di Eni.

[…]L’invenzione permette di utilizzare ampie superfici di materiali a basso costo (lastre fotoluminescenti) per concentrare la luce su piccole superfici di materiali di costo elevato (le celle solari). Le attuali stime, derivate da misure effettuate su prototipi, indicano un fattore di riduzione dei costi pari a circa quattro volte. In condizioni ideali, dunque, non si sarebbe lontani, dunque, dal ‘fattore 5’ richiesto per eguagliare il costo di produzione dell’energia elettrica generata da fonte fossili.

Da ZeroemissionTv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Bici-day: un successo inaspettato


Massa Critica

Image by nulla via Flickr

La nota prigrizia degli italiani che prendono l’auto anche per fare due isolati aveva portato molti a pensare che il Bici-Day, il giorno dedicato alla bicicletta in tutt’Italia, non avrebbe avuto molto successo.

Ed invece sono stati 1.300 i comuni che hanno aderito all’iniziativa e quasi un milione le persone scese in piazza, con la propria bicicletta o con una noleggiata, per lanciare un messaggio forte alle istituzioni: gli italiani vogliono i mezzi puliti.

Il successo è stato talmente netto che anche il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, la quale ha voluto fortemente quest’iniziativa, è rimasta sorpresa di tanta partecipazione:

Il successo del “bici-day” è il segnale che c’é grande voglia di città meno inquinate e più vivibili. Credo che il bici-day, per le notizie e le immagini che giungono da tante città del nostro Paese, sia stata un successo. Centinaia di migliaia di italiani hanno partecipato a una festa nazionale poco rituale e molto familiare, fatta di passeggiate in bici, centri storici chiusi al traffico, giochi per bambini e di aria pulita.

E’ importante notare che questa è la prima edizione di questa manifestazione. Dunque se in futuro verrà replicata, è molto probabile che la partecipazione sarà sempre superiore. Ma vediamo dopo il salto cosa ha prodotto tale iniziativa.

Da Ecologiae la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Mappe per l’ambiente: sull’iPhone e non solo


Manhattan, New York City Skyline

Image by Kevin Labianco via Flickr

L’ultima follia dell’iPhone? Una mappa dettagliatissima del mezzo milione di alberi presenti a New York, censiti fino all’ultimo ramo, registrati fino alla più rigogliosa fronda.

L’applicazione si chiama Trees Near you e chi la scarica (sul sito trovate una demo) può conoscere il numero esatto, la tipologia e perfino il diametro del tronco di ogni singolo esemplare presente in ciascuna strada di Manhattan e dintorni, e anche farsi un’idea del contributo che questo esercito verde dà all’ambiente. Quanta Co2 incamerano i 3.000 alberi presenti nella porzione di mappa inquadrata sullo schermo? Quanta ombra fanno e quindi quanta aria condizionata in meno possono usare abitazioni e uffici nelle vicinanze?

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Sette giorni “Verdi” per una Milano sempre più sostenibile


Grazie - Thank you

Image by screanzatopo (Bici & mici) via Flickr

Settimana Europea della Mobilità. 16-22 settembre. Un ricco programma di iniziative per promuovere nei cittadini una nuova consapevolezza e un comportamento sempre più responsabile verso l’ambiente.

Milano, 10 settembre 2009 – In occasione dell’ottava edizione della “Settimana Europea della Mobilità”
, che si svolgerà dal 16 al 22 settembre, il Comune organizza una serie di iniziative sul tema della mobilità sostenibile, per far conoscere al pubblico le diverse opportunità che già oggi esistono in città per muoversi senz’auto. “

Tra le manifestazioni in programma, biciclettate tra i monumenti e i parchi di Milano, visite guidate a piedi nei quartieri storici della città, iniziative di promozione del carsharing e del bikesharing. Inoltre, in via straordinaria, sarà aperta al pubblico la Centrale di Controllo del Traffico e del Territorio del Comune e verranno proiettati i video realizzati dagli studenti del Politecnico sull’uso della bici in città.

“Il Comune di Milano – ha detto l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci – aderisce alla Settimana Europea con un ricco programma di eventi per sensibilizzare i cittadini sui temi della mobilità sostenibile. La modifica dei comportamenti individuali può dare infatti un contributo determinante alla riduzione dell’inquinamento a beneficio dell’ambiente e della salute dei cittadini. In particolare, muoversi a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici rappresenta un’alternativa vincente in una città come Milano, sia in termini di costi e di tempo risparmiati, sia per i benefici all‘ambiente”.

Da Comune di Milano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Elettricità, le sanzioni a nove società per pratiche scorrette


Potato Head - Couch Potato : )

Image by oddsock via Flickr

In evidenza la pubblicità ingannevole delle offerte “prezzo fisso/certo/bloccato” e “bioraria”.(Gar. Concorrenza – Provvedimento n. 62 pubbl. 3.1.2009)

Sanzioni per un totale di quasi 1,3 milioni di euro a carico di nove società operanti nel settore del gas e dell’elettricità. Lo ha disposto un provvedimento dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato pubblicato il 3 gennaio. La contestazione riguarda delle offerte commerciali rivolte ai clienti domestici in modo tale da indurli in errore sul prezzo complessivo applicato per l’erogazione dei servizi.

In concreto, si appunta sulle massicce campagne pubblicitarie svolte dagli ex monopolisti e dai nuovi operatori a seguito della liberalizzazione dei mercati (elettricità dal luglio 2007 e gas dal gennaio 2003). L’istruttoria del Garante ha evidenziato il tentativo di tutti gli operatori coinvolti di guadagnare rapidamente quote di mercato attraverso offerte commerciali che non garantivano una informazione sufficientemente chiara e corretta, così come stabilito dal Codice del Consumo.

Sotto accusa, in particolare, le cosiddette offerte promozionali “prezzo fisso/certo/bloccato” e “bioraria”, pubblicizzate attraverso indicazioni non rispondenti al vero, inesatte o incomplete. [continua…]

Da AziendaLex la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]