Speciale n° 2 – Mobilità sostenibile: Alitalia, EXPO’ 2015, piste ciclabili, metro Milano, bike sharing


MILANO - Metropolitana Mappa 1

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Articoli e documenti pubblicati:

INCENTIVI BICICLETTE

  • “bici: – CRESCE IL MALUMORE NEGOZIANTI
  • Biciclette: giro di boa per gli incentivi
  • Ancora bici: mortalità e boom di vendite
  • Il mezzo più pericoloso? La bicicletta.
  • Milano – Scooter ecologici a rischio flop
  • Incentivi ministeriali per l’acquisto di biciclette
  • EXPO 2015

  • Per l’Expo il governo taglia il metrò 6
  • CON L’EXPO AVREMO STRADE E FERROVIE
  • ALITALIA E MALPENSA

  • Alitalia: il nostro hub a Fiumicino. Sconfitta di Malpensa
  • Alitalia  “Malpensa non sarà mai un hub
  • Strada nel parco, sindaci in rivolta
  • MOBILITA’ MILANO

  • Milano – Riqualificare e rendere la città più vivibile
  • Milano – «Deroghe e filtri, Ecopass inutile»
  • Milano – Linee S – Passante ferroviario
  • Reblog this post [with Zemanta]

    ANNUNCIO DELLA COMPAGNIA – Nuova Alitalia: il nostro hub a Fiumicino È la sconfitta di Malpensa


    FCO: Taxing

    Image by Air Force One via Flickr

    L’Ad Rocco Sabelli e il presidente Roberto Colaninno: «Presto accordo con Adr, Roma sarà la base principale»

    È finito dopo dieci anni il derby Fiumicino-Malpensa. Dopo una lunga guerra che nel tempo ha portato al trasferimento di numerose rotte sullo scalo lombardo, la nuova Alitalia ha scelto: l’aeroporto romano «Leonardo da Vinci» sarà la principale base operativa della compagnia.

    A giorni verrà sottoscritto un accordo quadro con Adr relativo a infrastrutture e servizi aeroportuali. A ufficializzare la scelta di Fiumicino come scalo primario della compagnia, sono stati oggi i vertici di Alitalia, il presidente Roberto Colaninno e l’amministratore delegato Rocco Sabelli, nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, il presidente dell’Enac Vito Riggio e il presidente di Adr Fabrizio Palenzona. E la scelta di puntare su Fiumicino, hanno annunciato Sabelli e Colaninno, si concretizzerá nei prossimi giorni proprio con la firma di un accordo quadro con la societá che gestisce gli aeroporti romani.
    […]
    MILANO – La decisione di Alitalia lascia l’amaro in bocca a Milano. Il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati subito commenta che «i soldi del Nord vanno a finanziare il Sud».

    Da Corriere.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Alitalia fa rotta solo su Linate “Malpensa non sarà mai un hub”


    Alitalia Airbus A319-118 I-BIMJ

    Roberto Colaninno non è pentito dell’avventura alla cloche della ex-compagnia di bandiera (“È successo tutto all’improvviso l’estate scorsa – confessa – ma rifarei ogni cosa”). E assieme all’amministratore delegato Rocco Sabelli fa il punto in un incontro con Repubblica sullo stato di salute della società

    […] Milano o Roma? La questione dell’hub, dopo lo strumentale uso elettorale, sembra essere sparita dall’agenda. E Alitalia è saldamente posizionata a Fiumicino. È una scelta definitiva?

    COLANINNO: In Italia non esiste nessun aeroporto con la “densità” di passeggeri necessaria per essere un vero hub. Si volerà sempre più punto a punto e noi dovremo essere capaci di vendere bene all’estero i tesori del nostro paese, come Venezia e le città d’arte. Malpensa poi non potrà mai essere ciò per cui è stata disegnata, un hub. È mal collegata con il resto del nord. Ormai è uno scalo che per salvarsi punta sulle low-cost. A Milano sperano, o fan finta di sperare, in Lufthansa. Ma i tedeschi per ora hanno messo solo rotte a breve raggio. Noi abbiamo deciso di riposizionarci su Linate, tanto i milanesi non rinunceranno mai al loro city airport.

    Da Repubblica.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Il dl incentivi è legge sì del Senato alla fiducia


    337/365: The Big Money

    Image by DavidDMuir via Flickr

    ECONOMIA -Il provvedimento passa con 164 voti a favore, 119 contrari e 2 astenuti. Via libera ai bonus per la rottamazione di auto e moto e alle quote latte

    ROMA – Con 164 voti a favore, 119 contrari e 2 astenuti il Senato ha approvato la fiducia ed il decreto sugli incentivi. Il provvedimento, che scadeva il 12 aprile prossimo e sul quale il governo ha posto la fiducia, è stato convertito e dunque ora è legge. Ecco le principali misure del decreto, approvato definitivamente da Palazzo Madama:

    BONUS ROTTAMAZIONE 1.500 EURO – Ne beneficerà chi cambierà la vecchia auto con una nuova Euro 4 o Euro 5. Il bonus sale nel caso di vetture che inquinano meno e per l’acquisto di furgoncini.

    PER LE DUE-RUOTE 500 EURO – Vale per ciclomotori e moto ed è condizionato all’acquisto di un Euro3.

    ELETTRODOMESTICI E MOBILI, SCONTO 20% – Il bonus fiscale è sull’Irpef ma è condizionato all’avvio di una ristrutturazione edilizia.

    PACCHETTO PRECARI – Si accelerano i tempi per accedere alla cig e aumenta dal 10 al 20% l’indennità per i co.co.pro. Consentiti anche piccoli lavori nel periodo in cui si è sospesi dall’occupazione.

    DISTRETTI E RETI DI IMPRESE – Agevolazioni fiscali alle imprese che scelgono di aggregarsi.

    CDP ANCHE PER SOSTEGNO A PMI – Si ampliano le funzioni della cassa Depositi e prestiti.

    IVA CASSA ANCHE A FORNITORI ALITALIA – Arriva l’Iva di cassa anche per le imprese fornitrici di imprese in amministrazione straordinaria.

    300 MLN A SOSTEGNO ESPORTAZIONI – La misura ha l’obiettivo di rafforzare il credito per chi esporta.

    GIRO VITE SU COMPENSAZIONI FISCALI – Vengono inasprite le sanzioni nel caso di compensazioni indebite.

    10 MLN A TESSILE E CONCERIA – Sostegno ai distretti industriali in crisi.

    MINI-FONDO AI COMUNI – Fuori dal patto di stabilità interno, per un ammontare complessivo di 150 milioni di euro, gli investimenti per le infrastrutture della sicurezza.

    400 MLN PER LSU E CELEBRAZIONI – Il fondo, alimentato anche dai conti dormienti, sarà istituito presso la presidenza del Consiglio.

    FONDO DI GARANZIA – La dotazione viene aumentata di 1 miliardo di euro in tre anni. Servirà anche a sostenere il credito delle piccole e medie imprese.

    SCONTI SU DECODER – Per facilitare il passaggio al digitale terrestre. Saranno introdotti gradualmente nelle regioni e verranno legati alle condizioni di reddito.

    BOND ALITALIA, MINI RIMBORSO – Il governo stanzia 100 milioni per rimborsare in parte i piccoli obbligazionisti di Alitalia attraverso l’emissione di titoli di Stato con scadenza 2012.

    MENO VINCOLI PER CENTRALI A CARBONE – Via ai vincoli burocratici per convertire i vecchi impianti inquinanti per la produzione di elettricità in nuove strutture a carbone pulito che garantiscano un dimezzamento delle emissioni inquinanti. La norma interessa la centrale Enel di Porto Tolle.

    DELOCALIZZAZIONE – Gli aiuti alle imprese previsti dal decreto legge incentivi potranno essere concessi solo alle aziende che “si impegnano a non delocalizzare al di fuori dei Paesi membri dello Spazio Economico europeo la produzione dei beni”.

    NOVITA’ SULL’OPA – L’obbligo di Opa per chi già detiene una partecipazione superiore al 30% scatterà con acquisti superiori al 5% in un anno. La Consob, poi, potrà fissare per un periodo limitato di tempo soglie inferiori al 2% per l’obbligo di comunicazione di partecipazioni rilevanti al mercato.

    POSTE E FS, VIA LA STRETTA SULLE CONSULENZE – Si allargano le possibilità di spesa anche relative alla pubblicità o alle sponsorizzazioni.

    QUOTE LATTE – Obbligo di rinuncia al contenzioso per chi ottiene la rateizzazione della multa e assegnazione delle quote aggiuntive anche agli ‘splafonatori’.

    Da Repubblica.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Trasporti veloci: Frecciarossa e Frecciaverde, dalla sfida all’alleanza?


    Alitalia Airbus A321-100 landing at London Hea...

    Image via Wikipedia

    Il mondo dei trasporti italiano vede la contrapposizione sempre più forte tra l’offerta dell’alta velocità di Trenitalia e gli aerei della nuova Alitalia. Ma l’amministratore delegato delle ferrovie, Mauro Moretti, ha voluto lanciare oggi un segnale conciliante a Colaninno e soci.

    Potremmo puntare su pacchetti integrati di offerte treno-aereo con Alitalia per aumentare la competitività del paese sul piano turistico’’. Il famoso e per molti versi inesistente “sistema Italia”. Nel corso di una conferenza stampa di presentazione della nuova offerta commerciale, Moretti ha citato l’esempio di un turista che arrivi a Fiumicino da New York e possa raggiungere in poche ore in treno il mare in Calabria. ‘’Si tratta di un vantaggio immediato per i clienti e per le agenzie di viaggio’’.

    Ma se questi sono gli auspici, nella realtà del quotidiano tra Alitalia e Alta velocità sul mercato italiano la concorrenza è molto forte. Proprio domani partirà il “pacchetto anticrisi” delle ferrovie: Milano-Roma con lo sconto del 60% costerà 33 euro in seconda classe sul Frecciarossa; due euro in più, 35, da Milano a Napoli. [continua…]

    Da Panorama.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Trasporto aereo – Alitalia torna a scommettere su Linate. Moratti: “Vittoria di Milano”


    MILANO - Aeroporto Internazionale di Linate (14)

    Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

    La compagnia di bandiera ha presentato nuovi servizi e tariffe sulla tratta con Roma. Il Sindaco ha sottolineato i forti investimenti di Sea per lo scalo: 28 milioni di euro, completamento delle infrastrutture e l’arrivo della Linea 4 della metropolitana

    Milano, 25 marzo 2009 – Alitalia torna a scommettere sul suo bacino più ricco, quello del Nord Italia e, in particolare, del capoluogo lombardo. Una “vittoria di Milano” , così l’ha definita il Sindaco di Milano, Letizia Moratti, alla presentazione dei nuovi servizi della compagnia di bandiera volti a migliorare la propria offerta nello scalo di Linate. Le novità riguardano il collegamento con Roma Fiumicino, il potenziamento delle strutture di terra in entrambi gli aeroporti e l’introduzione di quattro tariffe base semplificate.

    […] Una logica di rafforzamento della mobilità e delle infrastrutture nella quale si colloca anche la decisione di prolungare la linea metropolitana M4 fino a Linate. Una scelta maturata nello scenario di costante miglioramento delle infrastrutture del territorio in vista del grande appuntamento di Expo 2015.

    Per questo – ha concluso il Sindaco – entro il prossimo giugno porteremo al Cipe il progetto esecutivo della M4, ora all’esame del Ministero dei Trasporti, in modo da procedere concretamente nella direzione di un servizio sempre migliore ai cittadini che usano l’aeroporto e il territorio circostante”.

    Da Comune di Milano la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Rotaie e voli, gara continua. Tajani: che vinca il più veloce


    Alitalia

    Image by rogimmi via Flickr

    Una riforma del sistema aereo europeo che promette risparmi fino a 40 miliardi di euro. E il coinvolgimento della Banca europea degli investimenti per finanziare i grandi progetti delle reti transeuropee.

    Così Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea e responsabile per i Trasporti, traccia le priorità dei prossimi mesi. Da Bruxelles plaude alla concorrenza fra alta velocità e voli scoppiata in Italia.

    Per la crisi economica l’Associazione internazionale del trasporto aereo stima 1 miliardo di dollari di perdite sui voli europei nel 2009. Prevedete di intervenire?
    Il settore è certamente in crisi. La prima risposta concreta è la riforma del “cielo unico”. Oggi lo spazio aereo europeo è ancora frammentato in 27 sistemi nazionali di controllo del traffico.[continua….]

    Da Panorama.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]