Piste ciclabili – Ponte chiuso a Roma Nord da oltre 10 mesi


Replica of the equestrian statue of Marcus Aur...

Image via Wikipedia

Ponte (ciclabile ndr.) chiuso a Roma Nord da oltre 10 mesi, interverrà il Sindaco o usa i ciclisti solo per gli spot mediatici?

BiciRoma denuncia ( di mese in mese) la vergognosa situazione del ponte ciclabile ( unica via percorribile per i ciclisti sulla cilabile verso Castel Giubileo altezza fosso dell’Acqua Traversa) chiuso ormai da oltre 10 mesi e per il quale non si conosce ne la data di riapertura ne tanto meno la data di inizio lavori.

Ottimo modo di dare credibilità all’annunciato piano di mobilità che si annuncia sostenibile solo nel nome, per quanto letto e nei fatti, purtroppo la situazione per la mobilità è assai poco sostenibile e il Sindaco Alemanno dovrebbe vergognarsi e scusarsi con i ciclisti romani per questa situazione invece sembra che si ricordi dei ciclisti solo per farsi gli spot mediatici come per l’inaugurazione del bike sharing e/o per accompagnare i due sventurati cicloturisti olandesi dal Papa.

Ci auguiriamo che il Sindaco Alemanno dia prova di serietà per chi senza violenza e con civiltà come dimostrato ai suoi assesori (Marchi e De Lillo di cui si è apprezzata la presenza) nella fiaccolata di venerdì scorso in ricordo di Eva, la ciclista investita sotto al suo balconcino del Campidoglio, chiede e contribuisce ad una Roma migliore dal punto di vista della mobilità realmente sostenibile ed in cambio da dieci mesi ha solo le chiacchiere come dimostra il ponte ancora chiuso.

Grazie e cordiali saluti
Fausto Bonafaccia

Da Biciroma  la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Cipe. Moratti: “Fondi strategici per sviluppo Milano”


MILANO - Metropolitana Linea Rossa (Duomo) 4

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Finanziamenti per Expo 2015. Via libera per le linee metropolitane M4 ed M5. Fine lavori prevista per il 2014. La realizzazione delle nuove linee e il prolungamento di quelle esistenti comportano un investimento complessivo di 3,59 miliardi di euro

Milano, 6 novembre 2009 – Grande soddisfazione del Sindaco Letizia Moratti per i risultati ottenuti dal tavolo del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica. Il Cipe ha approvato oggi i finanziamenti per 921,1 milioni di euro per le seconde tratte della linea 4 e della linea 5 della metropolitana milanese. Le due opere sono inserite nel piano Expo 2015 e per entrambe il termine dei lavori è stabilito entro il 2014.

“Ringrazio il Governo, in particolare il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, e il vice Ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Roberto Castelli. Il Governo ha concesso a Milano – ha spiegato il Sindaco – lo stanziamento dei finanziamenti necessari per i suoi progetti futuri, strategici per lo sviluppo della città”.

All’incontro, per il Comune di Milano era presente l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci.

Gli investimenti complessivi per la M5 sono di 1,338 miliardi di euro di cui 557 milioni per la prima tratta da Bignami a Garibaldi e 781,8 milioni per la seconda da Garibaldi a San Siro.

Gli investimenti complessivi per la M4 sono di 1,699 miliardi di euro di cui 789 milioni per la prima tratta da Lorenteggio a Sforza Policlinico e 910 milioni per la seconda da Sforza Policlinico a Linate.

Da Comune di Milano la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – Pre-Cipe, via libera al pacchetto-Expo «Sbloccati i fondi, partono i metrò»


warp#2: Metro

Image by bass_nroll via Flickr

La linea 4 avrà 21 stazioni su una linea lunga 15,2 chilometri. Ok al­lo stanziamento dei finan­ziamenti per Tangenziale esterna, Pedemontana e linee 4 e 5 del metrò.

MILANO – Una talpa sotto Linate: lo sca­vo della linea 4 del metrò parti­rà dall’aeroporto e, nella miglio­re delle ipotesi, i cantieri apri­ranno nella primavera 2010. Il secondo lotto della M5, invece, dovrebbe prendere forma già entro l’anno con espropri e ope­re preliminari. Il pre-Cipe di ie­ri ha approvato i due progetti e il Cipe di oggi dovrebbe confer­mare i fondi: il governo finan­zia il pacchetto di opere Expo con 5,8 miliardi di euro (di cui 1,2 miliardi per i metrò). Nel­l’elenco figurano anche Pede­montana (via a gennaio), Tem, il collegamento Lecco-Berga­mo e il metrò di Brescia.

Eliminata la M6, Milano avrà due nuove linee sotterranee en­tro il 2015. I cantieri del primo tratto M5, nove fermate da Gari­baldi a Bignami, sono già in fa­se avanzata. Ieri, il pre-Cipe ha promosso anche il secondo troncone, dal cimitero Monu­mentale allo stadio di San Siro: 6,7 chilometri e 10 stazioni per un investimento di 657 milioni (il 40 per cento dei fondi dallo Stato, il resto dagli enti locali).

La linea 4 avrà 21 stazioni su 15,2 chilometri di tracciato. La prima tratta, da San Cristoforo al Policlinico (13 fermate, 7 chi­lometri: 790 milioni) colleghe­rà il sud-ovest al centro con 13 stazioni. Ieri, il pre-Cipe ha ap­provato la seconda tratta, 8 sta­zioni da San Babila a Linate, 7,7 chilometri interrati: sarà un me­trò «leggero» senza conducen­te per 60 mila passeggeri l’ora.

[…]E i tempi? «Gli scavi archeologici per la M4 sono già stati completati, as­segneremo insieme primo e se­condo lotto. Nel primo seme­stre 2010 avvieremo i cantieri», assicura l’assessore comunale Edoardo Croci: «Quanto alla M5, daremo continuità alle ope­re in corso». Una talpa via l’al­tra. Ma si farà in tempo per l’Expo? «Dobbiamo farcela».

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Lazio – Casali fatiscenti, facciamone case ed eco-fattorie: ecco il bando


Tenuta della Cervelletta

Image by :-:claudiotesta:-: via Flickr

Roma, 3 novembre – A Roma ne esistono oltre diecimila, sparsi su 52 mila ettari di campagna (il più vasto territorio verde tra i comuni d’Europa). Sono i vecchi manufatti agricoli abbandonati: casali, fienili, stalle, granai, appezzamenti. Un vasto patrimonio in lento degrado, ma anche una grande risorsa potenziale.

Il Comune ha pubblicato un bando che per i casali fatiscenti punta ad un doppio obiettivo: farne case da affittare (una parte) e, per il resto, rilanciare l’agricoltura, l’eco-turismo e gli sport all’aria aperta, creando così nuove imprese e nuovi posti di lavoro.

Il nuovo bando traduce in pratica il Programma di Riqualificazione degli Immobili Agricoli dismessi o sotto-utilizzati (PRIA), annunciato a maggio e approvato il 23 settembre dalla Giunta comunale. Si rivolge sia agli enti pubblici che ai privati “già proprietari di immobili ad uso agricolo sul territorio dell’Agro Romano“. Al bando si aderisce con una “manifestazione d’interesse”, presentando proposte di riuso e valorizzazione.

L’operazione è a costo zero per il Comune che nell’ambito di questo programma fa da “facilitatore”, semplificando e abbreviando le procedure per le autorizzazioni e i cambi di destinazione d’uso. Chi invierà progetti, dunque, potrà avviare un’attività economica senza impacci burocratici e contribuirà, nel contempo, al ripristino dell’edilizia rurale.

Da Comune di Roma la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Sarà presentata il 28 ottobre la nuova offerta del sistema Alta Velocità


High-speed rail

Image via Wikipedia

L’ad del Gruppo FS, Mauro Moretti, illustrerà alla stampa, affiancato dal numero uno di Trenitalia, Vincenzo Soprano, le caratteristiche del nuovo orario e dell’offerta commerciale validi dal prossimo 13 dicembre

Dopodomani, mercoledì 28 ottobre, nello spazio Convoglia della stazione Termini di Roma, l’ad del Gruppo FS, Mauro Moretti, affiancato dall’ad di Trenitalia, Vincenzo Soprano, illustrerà alla stampa le caratteristiche dei nuovi orari e della offerta commerciale dei treni Frecciarossa e Frecciargento.

I nuovi servizi avranno validità dal 13 dicembre, dopo la completa apertura dell’asse AV Torino – Milano – Salerno, e avranno come punto di forza l’aumento del numero e della frequenza dei collegamenti veloci e la diminuizione dei tempi di viaggio.

L’appuntamento è fissato per le 11 in via Giolitti 34.

Da Fsnews.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Roma – Il Campidoglio punta sulle due ruote: più bike sharing e più ciclabili


Basilica di San Pietro

Image by edwin.11 via Flickr

Roma – Ad annunciare le nuove linee per il trasporto ciclabile è l’assessore all’ambiente Fabio De Lillo: “Porteremo a 70 le postazioni per il bike sharing e apriremo i cantieri per 40 nuovi km di piste ciclabili”.

Più bike sharing, più piste ciclabili, più bici in giro per Roma. Il Campidoglio sceglie di puntare, almeno a parole sulle due ruote. Lo fa per bocca dell’assessore all’ambiente Fabio De Lillo che durante la presentazione del piano strategico della mobilità sostenibile, ha a lungo parlato dei progetti per la ciclabilità della Capitale.

“Siamo pronti con un milione di euro fornito dal ministero dell’Ambiente perché le attuali 27 postazioni di bike sharing divengano 70, ha spiegato l’assessore. Il bike sharing quindi non si ferma al centro storico, ad Ostia o San Lorenzo, ma è pronto a raggiungere capillarmente tutto il territorio capitolino.

L’obiettivo del Comune è quello di trasformare l’uso della bici in un’abitudine quotidiana, magari anche per andare a lavoro. Per questo è allo studio un miglioramento dell’accessibilità dei treni alle biciclette.

A questo si affiancherà un notevole potenziamento delle ciclabili per garantire una divisione tra traffico. “Entro un anno partiranno i cantieri per 40 nuovi chilometri di ciclabili”, ha annunciato De Lillo.

Da Roma today la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

AMBIENTE: VENDUTE 57MILA BICI,PER ORA ESAURITI INCENTIVI


Green bike path

Image via Wikipedia

Sono 57.000 le biciclette vendute in 4 giorni con gli incentivi promossi dal Ministero dell’Ambiente.

Da Roma pedala la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]