Quarto Conto Energia: anche la UE bacchetta l’Italia


Internet è libertà - Paolo Romani

Non accennano a placarsi le polemiche sul Quarto Conto Energia e, in questo caso, nuove critiche arrivano direttamente dall’Unione Europea. Il Commissario europeo per l’energia, Günther Oettinger, ha infatti inviato una lettera direttamente al Ministro Paolo Romani esprimendo tutte le sue preoccupazioni circa l’attuale politica energetica italiana.

La missiva, riportante la data di venerdì scorso e inviata per conoscenza anche al Commissario europeo all’azione per il clima, Connie Hedegaard, rappresenta sicuramente un’azione inusuale nell’ambito delle comunicazioni all’interno della Comunità Europea ma proprio per questo dimostra il clima di incertezza e preoccupazione in cui versa il settore delle energie rinnovabili dopo il Decreto approvato lo scorso 3 marzo.

Nella lettera, Oettinger dichiara che:

Con la direttiva 2009/28/CE, l’Unione Europea si è impegnata ad aumentare la quota di energia da fonti rinnovabili nel proprio mix energetico, fissando obiettivi nazionali obbligatori per il 2020. L’Italia è tenuta a raggiungere la quota del 17% dei consumi finali lordi di energia da fonti rinnovabili entro l’anno 2020. Come indicato nel Piano d’azione nazionale per le energie rinnovabili, al fine di perseguire tale obiettivo è previsto non solo un consistente aumento della produzione interna ma anche un ricorso a importazioni dall’estero attraverso i meccanismi di cooperazione previsti dalla stessa Direttiva.

Nell’ambito di tali obiettivi, quindi:

Risulta fondamentale che il governo italiano crei quanto prima un quadro intemo d’incentivazione chiaro, stabile e prevedibile per garantire lo sviluppo delle rinnovabili, senza correre il rischio che i necessari investimenti privati siano rimandati e diventino più costosi, ostacolando cosi il raggiungimento del suddetto obiettivo.

La lettera si conclude con un richiamo diretto al Ministro Romani e con un’offerta di collaborazione da parte degli uffici del politico tedesco nella definizione del quarto Conto energia:

Le modifiche che alterano il ritorno finanziario dei progetti esistenti rischiano di violare principi generali di diritto nazionale e comunitario, ma soprattutto di compromettere la stabilità degli investimenti nel settore, con possibili ripercussioni sulla ripresa economica. Vorrei pertanto cortesemente invitarLa a intraprendere ogni sforzo per attuare la direttiva 2009/28/CE in maniera stabile e prevedibile e di essere particolarmente cauto nel considerare misure che possano avere ripercussioni sugli investimenti già effettuati. I miei uffici saranno felici di approfondire la discussione in materia e di assistervi al riguardo.

Da Greenstyle.it   la notizia qui…

Enhanced by Zemanta
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: