Italia “avvertita” da Bruxelles sullo smog: cosa può succedere


Bilingual local road sign in South Tirol (Olan...

Image via Wikipedia

Prossima tappa, l’attivazione della Corte di Giustizia Europea. Un documento di impegni italiani può interrompere la procedura ma difficilmente eviterà le sanzioni sulle Regioni.

Se l’Italia non convince Bruxelles di avere ottime ragioni e stringenti impegni per disinquinare l’aria saranno le Regioni a pagare le sanzioni. Questo si evince dalla legge italiana che ha messo i piani antismog interamente a carico delle Regioni.Se per la Commissione Europea l’interlocutore italiano è il Governo, ed è al governo che viene mandata la notifica per ogni singola zona fuori norma di qualità dell’aria, per l’Italia sono le Regioni ad essere responsabili.

E’ per questo che sono le Regioni, in genere, ad essere le più preoccupate dal fatto che non sono state accettate da Bruxelles le richieste di deroga. E dal cosiddetto “ultimo avvertimento” deciso dalla Commissione, che segna la fase preliminare della procedura d’infrazione.

( L’Italia ha presentato due notifiche riguardanti circa 80 zone situate in 17 regioni e province autonome. La Commissione ha tuttavia respinto gran parte delle richieste in quanto le zone non soddisfacevano tutte le condizioni previste dalla direttiva2. Nella maggioranza dei casi l’Italia non era in grado di dimostrare che l’azione intrapresa avrebbe garantito il rispetto dei valori limite UE entro il termine della proroga.)

e ancora la Commissione dice che

Le proroghe interessano solo le zone per le quali è comprovato che nel 2005 sono stati compiuti sforzi per raggiungere i valori limite, ma che non è stato possibile conformarvisi a causa di circostanze esterne particolari. Gli Stati membri devono inoltre dimostrare che si conformeranno alle norme entro la nuova scadenza, fissata per giugno 2011, predisponendo un piano per la qualità dell’aria.

Da Eco dalle città la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: