Iniziative Master Efer, per chi vuole lavorare nelle rinnovabili


Convegno energie rinnovabili 017

19 giugno 2009 – Il Master di secondo livello Efer (Efficienza Energetica e Fonti Rinnovabili), proposto dal Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica della Facoltà di Ingegneria dell’Università La Sapienza di Roma, offre ai giovani laureati l’opportunità di investire su una formazione specifica tale da fornire competenze tese alla corretta gestione del problema energetico in base a tutte le metodologie che consentono risparmi, economia di risorse, compatibilità ambientale.

Il Master è rivolto ai laureati in tutte le discipline. Per il profilo tecnico-progettuale saranno preferiti ingegneri, economisti, architetti e in generale i laureati in area tecnico-scientifica. Per il profilo comunicazione energetico-ambientale e manageriale, saranno ammessi anche candidati provenienti da percorsi formativi di carattere umanistico.

Da Zeroemission.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Il diritto di stendere lenzuola e reggiseni al sole


panni stesi/2

Panni stesi ad asciugare. Per alcuni sono un’immagine da terzo mondo, testimonianza di degrado urbano e povertà. Per altri sono un bell’esempio di come la gente comune potrebbe dare una mano a proteggere l’ambiente.

Il 75 per cento delle famiglie americane infatti asciuga la biancheria negli appositi elettrodomestici, enormi macchine divoratrici di energia elettrica. Gli esperti sostengono che una famiglia americana media dedica fra il 6 e l’8 per cento del suo consumo annuale di energia elettrica ad asciugare i panni. E’ stato addirittura calcolato che se tutte le famiglie Usa rinunciassero all’asciugatrice, gli Stati Uniti potrebbero fare a meno delle centrali nucleari.

Da Quest’America la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Lago Paola. Tutte le barche sotto sequestro


Lago

Image by AK*** via Flickr

Blitz del Nipaf questa mattina sul lago di Paola.

Gli agenti del Nucleo investigativo provinciale di polizia ambientale e forestale di Latina hanno sequestratotutte le barche presenti all’interno del bacino, lasciando un cartello di avviso per i proprietari in cui si rende noto che per portare via la propria imbarcazione senza incorrere nel reato di violazione dei sigilli si dovrà disporre della autorizzazione della Procura di Latina.

Il provvedimento è scattato su richiesta del Pm Giuseppe Miliano: il lago era stato al centro di un’ordinanza urgente firmata dal sindaco Maurizio Lucci con cui si autorizzava la navigazione delle barche a motore nel bacino, poi c’era stata la revoca del documento da parte del Prefetto Bruno Frattasi perché ritenuto illegittimo e la nota del Procuratore Giuseppe Mancini che invitava le forze dell’ordine a far rispettare il divieto di passaggio sullo specchio acqueo da parte della imbarcazioni a motore

Da Romauno.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Fusione nucleare senza scorie


A toroidal coordinate system in common use in ...

Image via Wikipedia

E’ padovana l’elica di plasma che “non perde” energia – I risultati dell’esperimento saranno illustrati domani nel corso di una visita ai Laboratori del Consorzio RFX di Padova. La scoperta, pubblicata su Nature Physicis, è la conferma sperimentale alla teoria

Fusione nucleare senza scorie – I ricercatori del Consorzio RFX di Padova hanno prodotto in laboratorio un plasma da fusione a 15 milioni di gradi, scoprendo la sua naturale tendenza ad assumere la forma di un’elica e a raggiungere così un equilibrio spontaneo.

I risultati dell’esperimento saranno presentati domani, venerdì 19 giugno, alle ore 11.00, nel corso di una visita al laboratorio di Corso Stati Uniti, 4 in Padova.

“Questo risultato sperimentale, appena pubblicato sulla rivista Nature Physics, conferma quanto già previsto da studi teorici”, spiega il Presidente del Consorzio RFX, prof. Giorgio Rostagni, già direttore dell’Istituto gas ionizzati del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr). “E’ una scoperta importante che, insieme ad altre ottenute di recente, apre nuove e promettenti prospettive ‘fusionistiche’ per il tipo di plasmi prodotti in RFX e conferma il ruolo leader del gruppo padovano nelle ricerche di fisica del plasma per applicazioni energetiche, sia a livello europeo che mondiale”.

Scienziati di tutto il mondo stanno sviluppando le ricerche sulla fusione quale fonte di energia seguendo percorsi diversi e complementari: i ricercatori padovani in particolare producono plasmi denominati “Reversed field Pinch”, ottenuti in una “ciambella” del diametro di 4 metri (l’esperimento RFX), al cui interno si crea un plasma di idrogeno, ovvero un gas estremamente “caldo” e rarefatto.

Da Report on line la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Una scuola sui mercati e gli stili di vita sostenibili


Seal of the University of Bologna, Italy

Image via Wikipedia

Ndr. Il dott. Savelli Devarghes dall’Università di Bologna ci segnala il seguente evento che pubblichiamo di seguito:

Nuovi mercati e stili di vita si stanno manifestando con maggiore vigore, espressione di una cultura ambientalista che dai margini sta avanzando e maturando in forme più avanzate di rapporto con il cittadino-consumatore.

Per cercare di capire qual è il significato e la dimensione del mercato globale, quali nuovi modelli di produzione, distribuzione e vendita si stanno proponendo, per fornire uno schema di giudizio il più oggettivo possibile, l’Università di Bologna, Polo Scientifico-Didattico di Ravenna, in collaborazione con Fondazione Flaminia e Ecoistituto, ha attivato una Summer School “Sustainable patterns of markets and lifestyles” che si svolgerà dal 13 al 20 Settembre 2009 presso i Laboratori “R. Sartori” di Ravenna.

La scuola offre diversi momenti di studio, analisi, confronto e testimonianze di protagonisti del settore ed è articolata in sessioni in aula, visite di aziende, un seminario e una tavola rotonda. In particolare nella giornata di mercoledì 16 settembre si terrà un seminario tutto dedicato agli EVENTI SOSTENIBILI, ovvero alla presentazione di metodologie e pratiche per realizzare eventi di qualsiasi natura (sportivi, musicali, intrattenimento, cultura) a basso impatto ambientale.

Il partenariato conta su contributi e nomi di primo piano in questo campo: i prof. Sergio Ulgiati e Virginio Bettini per citare alcuni nel comitato scientifico,  Punto3, il portale Acquisti Verdi, COOP Adriatica, ISML Cermet, Gruppo Saviola, Kroll, Fairtrade e molti altri. La scuola stessa è organizzata con criteri verdi e prevede momenti di socializzazione tali da rendere tangibili e concreti i modelli proposti.

Tutte le informazioni  sul sito dell’Università di Bologna (voce “summer school”) e sul sito  http://g5.ambra.unibo.it/SPL2009/

volantino.pdf

Reblog this post [with Zemanta]

Biciclette: gli incentivi ripartono non prima di luglio


frikkettone bike

Dopo l’annuncio di rifinanziamento con altri 10 milioni di euro in molti si sono presentati nei negozi convinti di poter usufruire fin da subito dello sconto del 30% sull’acquisto di biciclette. Ma i nuovi fondi saranno disponibili solo dopo il via libera della Corte dei Conti

Dopo l’annuncio da parte del Ministro dell’Ambiente di un rifinanziamento degli incentivi all’acquisto di biciclette, in molti si sono presentati dai rivenditori convinti di poter usufruire immediatamente dello sconto del 30%. Tuttavia, la nuova tranche di 10 milioni di euro che si andranno a sommare ai primi 8 milioni e 750 mila esauriti in poco più di tre settimane, non è ancora disponibile perché aspetta, come da prassi, il via libera dalla Corte dei Conti che potrebbe arrivare non prima di luglio.

Un incontro tra il ministro Prestigiacomo e l’Acma (l’Associazione nazionale dei costruttori di cicli e motocicli) dovrebbe al contempo chiarire come verranno gestite tutte le pratiche che, pur fatturate entro il 13 maggio, sono rimaste fuori dalla prima tranche di incentivi. Dal Ministero assicurano comunque che queste verranno rimborsate.

Pietro Negrelli, responsabile dell’Acma, ha precisato al Sole 24 Ore: “Stiamo dicendo a tutti i negozi di inserire pian piano tutte le pratiche che hanno fatturato entro quella data e che per problemi di malfunzionamento del sistema informatico non sono state inserite prima. Queste entrano automaticamente in lista d’attesa, dopo i dovuti controlli.

Da Eco dalle città la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Piccola, economica ed ecologica: ecco la prima auto a idrogeno low cost


An 1938 Auto-Union V16 type C/D. This is a pur...

Image via Wikipedia

presentata a londra la “Riversimple Urban Car
Percorre 400 km con un pieno e raggiunge gli 80 km/h. Il leasing ventennale comprende il carburante

MILANO – Piccola, economica e superecologica. Martedì scorso è stata presentata a Londra “Riversimple Urban Car”, la prima vettura low-cost alimentata completamente a idrogeno. Secondo molti osservatori questa elegante auto a due posti, che raggiunge gli 80 km/h ed è capace di percorre 400 km con un pieno, rappresenta il prototipo dei veicoli del futuro. Ma ciò che la rende unica è il prezzo relativamente basso. Chi vorrà assicurarsi i primi prototipi (saranno sul mercato dal 2013) dovrà sottoscrivere un leasing e sborsare solo 200 sterline al mese, poco più di 230 euro.

PRODUZIONE – Prodotta dalla “Riversimple”, piccola società inglese fondata dall’ingegnere ed ex corridore Hugo Spowers, è davvero un gioiello della meccanica. Tra i finanziatori che hanno partecipato alla realizzazione del progetto, c’è anche Sebastian Piech, pronipote del grande Ferdinand Porsche

Da Corriere.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]