Milano – Zincar, i liquidatori in Procura


MILANO - Cartello Elettronico Comune di Milano...

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

I liquidatori vanno all’attacco. Angelo Provasoli e Angelo Casò, i due professionisti incaricati dal Comune di sbrogliare la matassa Zincar, hanno deciso di rivolgersi alla Procura. Perché nell’i ncertezza su chi possano ricadere le colpe è sempre meglio giocare d’anticipo e trovarsi dalla parte di chi denuncia.

È arrivata ieri nelle mani del sostituto procuratore Alfredo Robledo, corredata di numerosi allegati, la denuncia-querela “ contro anonimi” dei liquidatori di Zincar. Spetterà al magistrato stabilire chi ha provocato, e come, il buco da 18 milioni di euro nella controllata del Comune, una società voragine partecipata anche dalla municipalizzata A2A (27%), dall’Unione del commercio della provincia di Milano (12%) e dai privati della Comelmar Italia (12%).

La Zincar, dopo aver bruciato buona parte dei fondi ricevuti dal Comune in consulenze è ora sull’orlo del fallimento

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Milano – «Buche, pavé sconnesso, binari del tram La mia gimkana quotidiana a due ruote»


MILANO - Semaforo (01)

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Galli, presidente di Ciclobby: al lavoro in bici? Una sfida. Un tragitto di otto chilometri per raggiungere l’ufficio

MILANO – Non è il migliore. Né il peggiore. Non è un percorso-modello, voluta­mente felice o infelice. Semplicemen­te è uno degli itinerari che utilizzo per andare da casa al lavoro, e vice­versa, in bicicletta. Tutti i giorni par­tendo, con qualunque meteo, da via Pacini (Città studi) per attraversare Milano, fino a piazza Tripoli, circon­vallazione filoviaria in zona Gamba­ra, per un totale di circa 8,5 chilome­tri (sola andata). Una sfida? In una cit­tà europea non lo sarebbe. A Milano può diventarlo.

Partiamo da piazza Piola…

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Speciale n° 2 – Mobilità sostenibile: Alitalia, EXPO’ 2015, piste ciclabili, metro Milano, bike sharing


MILANO - Metropolitana Mappa 1

Image by Ambrosiana Pictures via Flickr

Articoli e documenti pubblicati:

INCENTIVI BICICLETTE

  • “bici: – CRESCE IL MALUMORE NEGOZIANTI
  • Biciclette: giro di boa per gli incentivi
  • Ancora bici: mortalità e boom di vendite
  • Il mezzo più pericoloso? La bicicletta.
  • Milano – Scooter ecologici a rischio flop
  • Incentivi ministeriali per l’acquisto di biciclette
  • EXPO 2015

  • Per l’Expo il governo taglia il metrò 6
  • CON L’EXPO AVREMO STRADE E FERROVIE
  • ALITALIA E MALPENSA

  • Alitalia: il nostro hub a Fiumicino. Sconfitta di Malpensa
  • Alitalia  “Malpensa non sarà mai un hub
  • Strada nel parco, sindaci in rivolta
  • MOBILITA’ MILANO

  • Milano – Riqualificare e rendere la città più vivibile
  • Milano – «Deroghe e filtri, Ecopass inutile»
  • Milano – Linee S – Passante ferroviario
  • Reblog this post [with Zemanta]

    Incontro Berlusconi-Putin: l’energia è il tema centrale


    President Vladimir Putin of Russia. Photograph...

    Image via Wikipedia

    Oggi Silvio Berlusconi va a Sochi per incontrare il premier russo Vladimir Putin e discutere con lui di diversi temi, ma soprattutto di energia. Alla presenza dei due premier Paolo Scaroni, Ad di Eni e Alexej Miller, alla guida di Gazprom, dovrebbero firmare l’accordo finale su South Stream.

    In realtà l’accordo avrebbe dovuto essere già firmato il 7 aprile, al Forum economico italo-russo a Mosca, ma è slittato per l’assenza di Berlusconi che era in Abruzzo sui luoghi del terremoto. Nonostante sia passato del tempo, ci sono ancora divergenze tra due partner del progetto. Eni vorrebbe avere più poteri sul territorio di passaggio, sul marketing e la distribuzione, e vorrebbe dividere i profitti di 10 miliardi di metri cubi di gas al anno. Gazprom ha disposto condividere una fetta di soli 6 miliardi e di limitare la comune distribuzione solo all’Italia.
    Le trattative andranno avanti fino all’ultim’ora, le parti vogliano arrivare ad un accordo non facile. Che, in ogni caso, ci sarà, e si potrebbe iniziare subito la realizzazione del progetto, facendo un passo avanti rispetto ad un altro gasdotto, Nabucco, che evita il territorio della Russia.

    Il Summit energetico “South corridor – new silk way” tenutosi a Praga il 8 maggio ha rianimato il progetto Nabucco.

    Da Panorama.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    ANNUNCIO DELLA COMPAGNIA – Nuova Alitalia: il nostro hub a Fiumicino È la sconfitta di Malpensa


    FCO: Taxing

    Image by Air Force One via Flickr

    L’Ad Rocco Sabelli e il presidente Roberto Colaninno: «Presto accordo con Adr, Roma sarà la base principale»

    È finito dopo dieci anni il derby Fiumicino-Malpensa. Dopo una lunga guerra che nel tempo ha portato al trasferimento di numerose rotte sullo scalo lombardo, la nuova Alitalia ha scelto: l’aeroporto romano «Leonardo da Vinci» sarà la principale base operativa della compagnia.

    A giorni verrà sottoscritto un accordo quadro con Adr relativo a infrastrutture e servizi aeroportuali. A ufficializzare la scelta di Fiumicino come scalo primario della compagnia, sono stati oggi i vertici di Alitalia, il presidente Roberto Colaninno e l’amministratore delegato Rocco Sabelli, nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, il presidente dell’Enac Vito Riggio e il presidente di Adr Fabrizio Palenzona. E la scelta di puntare su Fiumicino, hanno annunciato Sabelli e Colaninno, si concretizzerá nei prossimi giorni proprio con la firma di un accordo quadro con la societá che gestisce gli aeroporti romani.
    […]
    MILANO – La decisione di Alitalia lascia l’amaro in bocca a Milano. Il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati subito commenta che «i soldi del Nord vanno a finanziare il Sud».

    Da Corriere.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    Forum PA, focus su energia, ambiente e best practice “verdi”


    Microsoft - Forum PA

    Energia e ambiente sono tematiche che non potevano mancare al Forum PA, l’evento nato per promuovere un confronto diretto tra pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini sui temi chiave dell’innovazione.

    Il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha presentato i risultati del vertice G8 Ambiente svoltosi pochi giorni fa a Siracusa sulle sfide della lotta ai cambiamenti climatici e della valorizzazione della biodiversità intesa anche come risorsa economica. Domani Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo economico, parteciperà alla tavola rotonda “Quale politica dell’energia per uscire dalla crisi?”, insieme a Alessandro Ortis, presidente dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, e Luigi Paganetto, presidente dell’Enea.

    Da Panorama.it la notizia qui…

    Reblog this post [with Zemanta]

    “Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana.” – CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI


    Ladri di biciclette?

    Riceviamo e pubblichiamo da Segreteria Bicigroup un comunicato di aggiornamento circa i problemi e le difficoltà di accesso al bonus degli ecoincentivi da parte dei negozianti e rivenditori, che stanno bloccando le vendite delle biciclette verificatesi questi ultimi giorni…

    CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI

    Cresce di ora in ora il disappunto, misto a rabbia, dei rivenditori di biciclette, dopo il blocco, in atto ormai da alcuni giorni, del sito internet che dovrebbe consentire loro lo svolgimento delle pratiche necessarie a ottenere i cosiddetti ecoincentivi.

    Si tratta di un fondo di 8.750.000 euro, reso operativo dal Ministero dell’Ambiente a partire dal 22 aprile scorso, da erogare nel corso del 2009 ai cittadini che decideranno di acquistare una nuova bicicletta comprese le bici elettriche a pedalata assistita, senza obbligo di rottamazione.

    Dopo una partenza alla grande, a quanto pare senza problemi di connessione e con tempi di inserimento pratiche piuttosto rapidi, all’improvviso la doccia fredda: il sistema è andato letteralmente “in tilt”, completamente bloccato da quasi una settimana, rendendo impossibile quindi procedere con le vendite.

    Una situazione al limite dell’assurdo, protestano i rivenditori, che rischia di vanificare l’accordo firmato tra il Ministero dell’Ambiente e Confindustria Ancma per la diffusione di veicoli a basso impatto ambientale e che consente all’utente di risparmiare fino a 700 euro sull’acquisto di biciclette, ciclomotori e veicoli elettrici, grazie allo sconto del 30%.

    ”E’ andato tutto bene fino al 6 maggio scorso – afferma Franco Scattolon, rivenditore socio Bicigroup – fino a quando non hanno introdotto nell’elenco anche i marchi stranieri. Il sistema informatico utilizzato secondo me è modesto, estremamente lento, basti pensare che da giovedì scorso non sono più riuscito ad inserire una pratica. Stiamo subendo un grave danno, ho diverse bici già vendute ma non posso consegnarle al cliente finché la pratica è bloccata”.[…]

    Da Segreteria Bicigroup#commento: Incentivi per le bici: è boom dopo la prima settimana. Stentano gli aiuti per i motorini

    Vedi anche: INCENTIVI PER LE BICI: CRESCE IL MALUMORE DEI NEGOZIANTI

    Reblog this post [with Zemanta]