Battibecchi – Costato a sorpresa: “Le rinnovabili sono inutili e costose”. E l’Aper non ci sta


Emma Marcegaglia

Image by Giuseppe Nicoloro via Flickr

Milano, 6 aprile – Le fonti rinnovabili sono inutili e costose, il settore rappresenta un’area speculativa e la concentrazione degli impianti è, non a caso, maggiore in aree ad alta presenza di mafia: un treno in corsa, guidato da Antonio Costato – vice presidente della Confindustria – si abbatte sulle energie rinnovabili.

In questi termini, infatti, si è espresso il numero due di viale dell’Astronomia nel corso del convegno milanese “L’incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e il Conto energia”, organizzato presso la sede di Assolombarda dal Gse, il Gestore dei servizi elettrici.

Dietro le parole di Costato c’è il riferimento ai forti incentivi che lo Stato assegna alle energie rinnovabili e i recenti casi di infiltrazioni malavitose nella costruzione e nella gestione di parchi eolici in Sicilia e Puglia. E un’indicazione: meglio puntare allora sull’efficienza energetica.

Le reazioni: via dalla Confindustria? – I produttori di energie “green”, va da sé, non l’hanno presa bene. A Costato ha risposto in diretta Roberto Longo, presidente dell’Aper – l’Associazione produttori di energia da fonti rinnovabili, – presente alla tavola rotonda. Longo ha chiesto se le parole di Costato fossero “a titolo personale” o rappresentassero “la posizione ufficiale e condivisa” nella Confindustria. E Costato ha confermato l’ufficialità della posizione.

Chiuso il botta e risposta in Assolombarda, lo scontro si è spostato negli uffici delle associazioni. A colpi di lettere aperte e comunicati. Aper, infatti, ha subito inviato una lettera a Emma Marcegaglia, presidente della Confindustria, per chiedere spiegazioni circa l’uscita del suo braccio destro (puoi leggere il testo integrale in Approfondimenti, ndr). Lettera che sembra aprire a una possibile uscita dei produttori di rinnovabili dal sistema confindustriale.

Da E-gazette la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

ECO-BORSA: via al grande concorso di Economy


Hartford Concorso 08.jpg

Image by VOD Cars via Flickr

Dal 26 marzo al 2 giugno 2009, per dieci settimane i lettori di Economy potranno partecipare a un nuovo grande concorso che mette in palio un orologio Citizen Eco Drive AS4041-10W del valore di 398 euro per ogni settimana di gioco.

Come partecipare? È semplice: la redazione selezionerà dieci titoli di aziende che operano nel settore delle energie rinnovabili. Ai lettori sarà chiesto ogni settimana di pronosticare quale dei dieci, a loro parere, avrà avuto il maggiore incremento o il minore decremento in termini di punti percentuali alla chiusura della settimana borsistica, che si svolge dal giovedì al mercoledì di ogni settimana.

Da Blogonomy la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]