Preoccuparsi dei terremoti anche senza il radon


An electron shell diagram for radon. Note the ...

Image via Wikipedia

Davanti alle tragiche immagini del terremoto abruzzese già impazzano le polemiche sui presunti allarmi lanciati e non raccolti. Anche se in casi come questi è bene studiare tutto con attenzione, forse sarebbe opportuno occuparsi anche di qualcosa che almeno a mio avviso è più inquietante.

Mi spiego. Non serve sapere cos’è il radon, per preoccuparsi. Basta dare un’occhiata alle tabelle internazionali che riportano gli effetti degli eventi sismici in base alla magnitudo, misurata dalla scala Richter. Scosse di grado 5,8 come quella dell’Aquila sono classificate “moderate” e descritte più o meno così: “causano danni leggeri agli edifici ben progettati, seri a quelli costruiti in modo non appropriato“.

Da Corri Italia, corri la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Perché in Italia la terra uccide più che in Giappone?


Casa pericolante 1

Image by Iguana Jo via Flickr

La tragedia che ha colpito la regione abruzzese ci pone immediatamente una domanda: quante vite si sarebbero potute risparmiare se le attività umane fossero state più rispettose dell’ambiente e dei codici di sicurezza edili?

E’ una domanda classica del nostro tempo quando ci troviamo di fronte a queste tragedie [continua…]

Da Liberazione la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Il piano casa, le Regioni e Kyoto


"e ci lasciammo andare dalle case in cost...

Image by lamirlet via Flickr

L’ampliamento volumetrico che il piano casa del Governo prevede rischia di far aumentare le emissioni di CO2. Spetta alle Regioni emanare norme attuative che, oltre attivare severi criteri anti-sismici che la tragedia abruzzese dovrebbe far accelerare, siano anche capaci di neutralizzare le eventuali emissioni aggiuntive.

Sulle implicazioni negative del Piano governativo di ampliamento dell’edilizia esistente i commenti delle istituzioni locali, degli urbanisti e degli ambientalisti sono stati molteplici e hanno portato, durante la trattativa con le Regioni, ad una profonda modifica della proposta originaria.

Nei prossimi 90 giorni le stesse Regioni dovranno emanare le norme specifiche di attuazione del Piano. L’intesa raggiunta prevede aumenti volumetrici del 20% per le abitazioni e del 35% nei casi di demolizione e ricostruzione, purché compiuti con tecniche di bio-edilizia (che andranno definite).

In realtà, come dimostra la tragedia in Abruzzo di queste ore, un intervento organico sull’edilizia non può prescindere dalla verifica sui criteri antisismici adottati e dall’analisi sull’impatto energetico.

Da QualEnergia la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

La legge che regola gli aiuti per calamità naturali


Scene near Caucete, San Juan, following the 19...

Image via Wikipedia

È necessario che la Regione vari i decreti di riconoscimento dello stato di disastro. La legge che regola gli aiuti per calamità naturali (Legge 225/2008).

È la legge 225 del 2008 la norma che regola gli interventi dello Stato, tramite la Protezione civile, per gli aiuti alle popolazioni colpite da disastri naturali. In tutti i casi in cui la Regione varerà i decreti di riconoscimento dello stato di calamità naturale sarà infatti possibile per i cittadini dei Comuni interessati rivolgersi all’Ufficio tecnico e presentare le domande per i rimborsi. tempi e modi saranno resi noti dalla Regione.

A coordinare tutta la procedura il Dipartimento della protezione civile. In base alle disposizioni della legge istituita del Dipartimento spetta al Presidente della Giunta regionale richiedere interventi straordinari da parte dello Stato, promuovendo la dichiarazione di catastrofe o di calamità naturale per il territorio interessato all’evento da parte del Dipartimento.

Successivamente il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri delibera lo stato di emergenza. Nel decreto con il quale viene deliberato lo stato di emergenza, sono approvati anche i provvedimenti per la riparazione danni e le modalità per la richiesta di rimborso.(06 aprile 2009)
Legge 24 febbraio 1992, n. 225 – Istituzione del servizio nazionale della protezione civile

Da Kataweb la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]