Fotovoltaico – Solarday si espande in Germania


The Roman Empire in 116 AD and Germania Magna,...

Image via Wikipedia

26 gennaio 2009 – Tecnologia italiana per il mercato tedesco. E’ quella di Solarday che grazie al modulo PX 60 (foto), già presente in Germania dal 2006, espande la propria presenza in questo Paese dove la domanda di dispositivi fotovoltaici è sempre molto esigente.

PVLine, che fornisce i più grandi installatori e distributori di moduli in Germania e principale distributore di Solarday, ha già acquistato per il 2008 dalla società di Mezzago (Milano), operativa dal 2006, moduli per una fornitura totale di 6 MW ed ha sottoscritto un nuovo contratto di fornitura per 5 MW per l’anno in corso. Entro la fine del mese di dicembre 2008 è stato siglato un ulteriore accordo per 8 MW, cosicchè il quantitativo totale per il biennio 2008/2009 è di 19 MW.

Oltre il 50 per cento dei moduli Solarday – ha spiegato Alberto Giovanetti, socio e responsabile impianti Solarday – sono oggi venduti all’estero, prevalentemente in Germania e in Spagna e l’accordo con PV Line consolida ulteriormente questo nostro trend di crescita sul mercato tedesco. Il nostro modulo si colloca nella fascia alta di prestazioni, ovvero nel range di 210-230Wp e trova pertanto una forte richiesta soprattutto nel centro e nord Europa. Le specifiche caratteristiche del modulo PX60 consentono un montaggio veloce ed apportano una conseguente riduzione dei costi. [continua…]

Da Zeroemission.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Obama, svolta “verde”: auto ecologiche dal 2011


President Barack Obama

Image by radiospike photography via Flickr

Washington – Come su Guantanamo, il neo presidente statunitense Barack Obama è pronto a un’inversione di rotta di 180 gradi anche sul clima. È attesa per oggi una serie di direttive indirizzate all’agenzia per la protezione dell’ambiente con le quali la Casa Bianca autorizzerà la California e altri 13 Stati a introdurre standard più severi sui gas di scarico delle automobili e sull’efficienza energetica. Il presidente è anche disponibile a fissare obiettivi di riduzione nei consumi più ambiziosi di quelli federali, per ridurre l’inquinamento e l’effetto serra.

Efficienza energetica Nel suo annuncio, Obama dovrebbe emanare anche una direttiva – anticipa il New York Times – che impone a tutte le agenzie federali di cominciare a lavorare immediatamente per rendere più efficienti da un punto di vista energetico gli edifici governativi. [continua…]

Da Il Giornale.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

Aria, luce e acqua: dagli Usa nuovo sprint per le auto ecologiche


Changing of the Guard, Inaugration Day, Washin...

Image by BL1961 via Flickr

Gli Stati Uniti girano pagina sulle politiche ambientaliste. E l’arrivo di una nuova generazione di auto verdi potrebbe avvicinarsi. Il presidente Usa Barack Obama ha introdotto un limite alle emissioni di anidride carbonica dei veicoli entro il 2011: una misura che il precedente inquilino della Casa Bianca, George W. Bush, aveva ignorato.

Ma la scelta di Obama potrebbe favorire i progetti per vetture non inquinanti lanciate dalle case automobilistiche, come quelle alimentate da fonti rinnovabili. L’anno scorso l’indiana Tata ha presentato un’automobile ad aria compressa con un’autonomia di 300 chilometri. Per fare il “pieno” basta collegarla a un presa della corrente che alimenta un compressore. Annunciata per l’inizio del 2009, finora non è ancora arrivata sul mercato: alcuni prototipi sono stati ordinati da Air France.

E le vetture solari? La Toyota ha annunciato che la sua Prius sarà predisposta per ospitare pannelli solari: potrà ricaricarsi, per esempio, quando è parcheggiata. Sotto il sole della California, invece, brillano le ricerche per migliorare l’efficienza energetica [continua…]

Da Panorama.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]

INIZIATIVA REPUBBLICA.IT-WWF Come, quando e perché i vostri quesiti sull’ambiente


La Repubblica
Image via Wikipedia

ROMA –Un uomo che legge ne vale due“, avrebbe detto Valentino Bompiani, coniando un fortunato aforisma. Dai tempi del grande editore e drammaturgo la società è diventata sempre più complessa e globale, trovandosi ad affrontare sfide sempre più impegnative, possibili da affrontare solo attraverso lo strumento della conoscenza. Nel frattempo sono aumentate però anche le possibilità di leggere, grazie soprattutto allo sviluppo della rete e alla sua caratteristica più rivoluzionaria: l’interattività. Leggere (e conoscere) non è più quindi una sola “direzione”, dall’alto al basso, ma permette di interagire.

Repubblica.it vuole cercare di sfruttare al meglio questa opportunità, applicandola a una delle partite più delicate e decisive che dobbiamo tutti affrontare negli anni a venire: quella dell’ambiente. Per questo, con la collaborazione del Wwf, una delle più prestigiose associazioni ecologiste al mondo, vogliamo offrire ai nostri lettori la possibilità di dialogare con chi si occupa da anni in maniera professionale dei tanti aspetti che compongono la sfida della “sostenibilità”.[continua…]

Da Repubblica.it la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]