Economia – Consiglio Ue dice sì ai fondi strutturali per l’efficienza energetica


La delegación de CHA, en el Parlamento Europeo

5 maggio 2009 – Sulla scorta di Strasburgo, il Consiglio europeo ha adottato oggi un regolamento che estende la possibilità di utilizzo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) per miglioramenti nell’efficienza energetica e utilizzo delle energie rinnovabili negli edifici a tutti gli Stati membri.

Il nuovo regolamento, che fa parte dello Piano di rilancio lanciato dopo la crisi economica, fornisce anche un accesso più facile alle sovvenzioni cofinanziate dal Fesr. Il nuovo regolamento prevede che la spesa per interventi a favore dell’efficienza energetica e dell’uso di fonti rinnovabili di energia nelle abitazioni è ammissibile fino al 4 per cento della dotazione totale del Fesr (cioè fino a 8,0 miliardi di euro).

Fino a oggi era possibile cofinanziare interventi per l’efficienza energetica nel settore edilizio attraverso il Fesr solo in dodici Stati membri, fino a un livello del 2 per cento del totale della dotazione e per situazioni di disagio sociale. Le nuove norme in materia di facilitazione all’accesso alle sovvenzioni cofinanziate dal Fesr si applicheranno retroattivamente dall’1 agosto 2006 per i miglioramenti di efficienza energetica e gli investimenti in energie rinnovabili a partire dal ventesimo giorno successivo a quello della loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Documenti/riferimenti: Il comunicato del Consiglio europeo

Da Zeroemission.tv la notizia qui…

Reblog this post [with Zemanta]
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.